Politica
Porto San Giorgio. Morese: “Sembra che il PD stia vivendo una sorta di contrappasso dantesco in merito alla vicenda della terza corsia”

“Sembra che il PD stia vivendo una sorta di contrappasso dantesco in merito alla vicenda della terza corsia autostradale, mettendo in chiara luce come situazioni d’interesse territoriale, si riducano a calcoli prettamente personali". Queste le parole che arrivano dal coordinatore sangiorgese di FDI e componente della coalizione Rinnovamento Cittadino, Emanuele Morese.

Porto San Giorgio. Morese: “Sembra che il PD stia vivendo una sorta di contrappasso dantesco in merito alla vicenda della terza corsia”

In merito alla questione che sta travolgendo il PD cittadino, Morese spiega: “Ripercorriamo insieme le vicende principali per farci un’idea sulla questione. L’allora sindaco Brignocchi, fece l’impossibile per impedire l’ampliamento della terza corsia, e gliene va dato merito, ci riuscì, facendo perdere a Porto San Giorgio un’occasione che i comuni vicini hanno saputo cogliere e di cui ancora usufruiscono. Poi Brignocchi sconfitto, lasciò il posto ad Agostini e dopo Agostini arrivò Loira. Altro non si poteva fare, per preservare il regno brignocchiano, che inserire la moglie dell’ ex sindaco nella Giunta Loira e così fu, ma l’ampliamento della terza corsia era sempre lì, in attesa che qualcuno lo tirasse fuori. Oggi – chiarisce Morese – abbiamo un Partito Democratico che non riflette sul futuro e lo sviluppo di un paese, ma che riduce la discussione a vecchi livori personali. Così da una parte troviamo l’assessore Cesetti che dopo aver schiacciato l’assessore Ciabattoni alle regionali, le rifila un colpo di grazia d’autore, imbarazzando sindaco e segretario del circolo cittadino, e dall’altra troviamo i brignocchiani, che magari vicino all’autostrada ci abitano, e che non gradiscono l’ampliamento dell’infrastruttura da anni. Il tutto senza sapere se poi la società autostrade voglia realmente investire qui”.

“Cosa significa? – si interroga Morese – “Che probabilmente ci troviamo difronte ad una resa dei conti tutta interno al PD, in cui difficilmente si troverà la quadra e nel quale partiranno paroloni pesanti, come già abbiamo iniziato a vedere tra Ciabattoni e Cesetti. Come sempre a perderci sono i cittadini, che invece hanno bisogno di essere informati su una questione centrale per lo sviluppo del paese".

"Noi di Fratelli d’Italia – spiega Morese – siamo favorevoli ad un’ampliamento della carreggiata autostradale, ma solo a fronte di opere compensative utili al rilancio della nostra cittadina che sta vivendo i momenti più bui della sua storia. Non c’è bisogno di dire che la terza corsia sia un’opera di sviluppo territoriale anche a favore della sicurezza, in un tratto spesso protagonista di incidenti mortali. D’altra parte potrebbe anche essere un’occasione per realizzare opere cittadini importanti, sulle quali discutere con i cittadini. Ci piacerebbe discutere di questo e di altro ma purtroppo siamo costretti a vedere Loira, Cesetti, Di Virgilio, Ciabattoni e Brignocchi che dopo essersi tanto amati, se le danno di santa ragione sulla stampa. Un’immagine triste per i cittadini che ancora credono nella nostra città”.

Letture:3869
Data pubblicazione : 20/01/2016 16:17
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Loredana Moretti

    22-01-2016 11:59 - #1
    Prima di parlare in modo generico e superficiale, siccome rappresenti anche il partito a cui appartengo, avresti almeno dovuto informarti meglio sulle vicende veramente accadute. L'ex sindaco Brignocchi e l'ex sindaco Saturnino Di Ruscio, erano coloro che hanno avversato quella soluzione per i seguenti motivi: avrebbero voluto che la società autostrade (che aveva il progetto dell' arretramento della terza corsia da Pedaso direzione sud, per motivi di fattibilità progettuale, (difficoltà ampliamento gallerie), mentre gli ex sindaci di P.S.G e Fermo optavano per la soluzione arretramento del percorso autostradale già nel territorio fermano. Questa soluzione era economicamente improponibile perchè fino a P.S. Giorgio non esistono gallerie e la soluzione "arretramento" nel fermano avrebbe portato molte difficoltà logistiche: dove sarebbe arretrato il tratto autostradale nuovo??? Nei Comuni di mediavalle del tenna come Francavilla D'Ete, Torre San Patrizio,Grottazzolina, tagliando magari Monsanpietro Morico??? L'allora governo di centrodestra ,optò per la soluzione più razionale della terza corsia. Queste sono state le motivazioni ufficiali di Brignocchi e Di Ruscio. Ma sembra, però che che ci sia stata una levata di scudi tra i proprietari di alcune aree a ridosso dell'autostrada tra Porto San Giorgio e Fermo............... credo che si siano riattivati di già...... Prima di scrivere bisogna informarsi !!!!!! La società autostrade investe nel nostro territorio perché il progetto già esiste diviso in più tronconi. Nelle vicende pregresse il casello autostradale di Porto S. Elpidio fu in gran parte merito dell'ex Ministro Baldassarri, promotore anche della Quadrilatero, anche se fu inaugurato, qualche anno fa, in pompa magna, dall'ex sindaco, ora parlamentare Petrini. Comunque la soluzione terza corsia, magari riveduta e migliorata nel tratto fino a Pedaso credo sia una soluzione realisticamente fattibile, auspicabile per il territorio fermano.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications