Politica
Fermo. Gru a Casabianca. Pasquale Zacheo prende carta e penna: "Le magie non esistono, esistono solo le illusioni"

I toni trionfalistici con cui il Sindaco si compiace della rimozione delle gru a Casabianca, lo fanno sembrare un bambino che, giocando al piccolo mago, si compiace di aver fatto sparire lo zucchero nell’acqua. Da quest’estate, dunque, alzando gli occhi, non vedremo più le gru, non avvertiremo dunque più il disagio della loro presenza. Una grande magia politica del Sindaco, quella di far sparire i problemi, facendo sparire le gru. Purtroppo, la realtà è quella degli adulti, e le magie non esistono, esistono solo le illusioni.

Fermo. Gru a Casabianca. Pasquale Zacheo prende carta e penna:

Illusioni che servono solo a falsare la percezione della realtà, lasciandola comunque immutata. Togliendo le gru, Calcinaro sembra voler convincere se stesso e i cittadini di aver risolto uno dei più importanti problemi della città, ovvero quello relativo ai quattro lotti di Casabianca. Ma è purtroppo solo una vana illusione. Casabianca manterrà intatti i suoi problemi urbanistici, che invece meritano una risposta certa ed immediata. Tanto per la comunità, tanto per le parti proprietarie degli immobili, tanto per le imprese preposte ai lavori. Sono passati quasi nove mesi dall’insediamento ed il Sindaco continua a glissare sui reali problemi della città. E lo fa addirittura, come nel caso dei quattro lotti, addebitando alla passata amministrazione le responsabilità, sempre facendo finta di dimenticare che di quella giunta era il vice sindaco.
La questione dei quattro lotti di Casabianca è complessa, va discussa con più parti, compresa la gente dei quartieri interessati, e soprattutto è legata a quella del complesso immobiliare di via Respighi, un enorme manufatto che rischia di rimanere bloccato e destinato al degrado se non si interviene in modo celere.
Si tratta di due questioni urbanistiche cruciali per la città, per le quali chiediamo al Sindaco di fare chiarezza su quelli che sono gli intendimenti per arrivare ad una rapida soluzione politico-amministrativa. Senza utopici proclami o illusioni. Dagli stessi ambienti della maggioranza si apprende dell’incertezza e del timore ad affrontare le due spinose questioni. Se in quasi un anno, la giunta Calcinaro è riuscita solo a rimuovere le gru, quanti anni ancora impiegherà per discutere con le parti, trovare una soluzione, ottenere l’approvazione del consiglio e poi della giunta, far riposizionare le gru e riavviare i lavori? Forse avrà bisogno di un secondo mandato?
E' fin troppo evidente che occorrono maggiori consapevolezza, celerità e coraggio, perché proprio la soluzione delle due problematiche potrebbe costituire occasione di ingente introito per il comune, sia in termini finanziari che in termini di servizi a favore della città, o meglio ancora dei quartieri interessati. Sul punto, sono proprio le dichiarazioni dello stesso Calcinaro a costituire la riprova della confusione in atto. Lo stesso infatti sostiene, sempre parlando della rimozione delle gru di Casabianca, che vorrebbe intervenire per la riqualificazione di quella zona con i proventi della vendita della SOLGAS. Una vera e propria confusione di propositi e risorse. Non vorremmo confonderlo ulteriormente, ma è necessario anche chiedergli cosa vorrebbe fare per prima con i proventi della SOLGAS. Non sappiamo se e quanto incasseremo, ma già intravede faraonici interventi urbanistici di cui non sono dati a sapere il tipo e l’entità. Illusioni, solo illusioni sinora da parte di Calcinaro.
Se questa maggioranza avesse l’umiltà di ascoltare anche le sollecitazioni che arrivano dalla minoranza, forse troverebbe sostegno, conforto e contributi di idee efficaci ad affrontare le cruciali questioni che riguardano la città. Se il Sindaco desiderasse un confronto di dialogo, sa dove trovarci.

Letture:4023
Data pubblicazione : 12/02/2016 17:56
Scritto da : Pasquale Zacheo, capogruppo Io Scelgo Fermo
Commenti dei lettori
10 commenti presenti
  • Luciano

    17-02-2016 10:48 - #10
    Perchè Zacheo non propone una soluzione, non aveva illustrato a Lido durante la campagna elettorale un progetto per i lotti alberghieri? Troppo comodo fare così l'opposizione, le chiacchiere non conducono a niente e devo ancora capire cosa l'ha portato ad accettare l'appoggio elettorale del PD, il vero responsabile con la Brambatti della cattiva amministrazione degli ultimi anni.
  • stiller

    17-02-2016 09:51 - #9
    Calcinaro ha mollato sui lotti alberghieri anche perchè chi era il suo interlocutore ? Gli è rimasto sul groppone il fabbricato di via Respighi, con richiesta milionaria di risarcimento danni da parte dei proprietari, di cui il buon Zacheo, sottintende collegamenti ai lotti alberghieri, di cui anche la stampa ha scritto. Il grosso dilemma di Calcinaro è cosa vorrà fare da grande, affrontare senza paura e con onestà intellettuale le rogne che gli ha lasciato in eredità la Brambatti e il PD, che non sono solo i lotti e via Resppighi occhio, o campicchiare alla giornata confidando sulle festicciole di paese e pattinatori vari
  • M. Fusco

    16-02-2016 23:26 - #8
    E' assurdo ed anche ingeneroso scrivere che a Via Respighi si è voluto creare un problema. Via Respighi è il problema casomai che tutti, da chi ha governato prima fino a Calcinaro voglio evitare di affrontare. Semplice non sanno cosa fare. Li, in quell'area ci sono anni e anni di malgoverno urbanistico e di degrado politico e non solo, concentranti in pochi metriquadri di superficie, altro che falso problema, non scherziamo per favore ! (.). E' una vicenda che pesa e peserà come un macigno su ogni amministrazione fino a quando non ci sarà la volontà di affrontarla seriamente senza aspettare che qualcuno faccia qualcosa per qualche altro. Ci vuole solo determinazione e ancora determinazione e non mezze figure capaci del gioco delle tre carte !
  • x le menti semplici

    16-02-2016 16:48 - #7
    Si è chiesto a Zacheo di essere più chiaro, di rivelare aspetti che indica solamente, ma prima di candidarsi a sindaco di Fermo, vi ricordate chi era il capitano Zacheo? Era il comandante dei Carabinieri di Fermo, quindi, bisogna leggere con attenzione quello che scrive, anche le sfumature, e quando sostiene che la questione dei lotti alberghieri di Casabianca è legata a via Respighi, vi pare poco?
  • X Zaccheo

    16-02-2016 09:58 - #6
    Caro Zaccheo, da una parte non si è voluto arrivare ad un accordo con i proprietari dei lotti di Casabianca, dall'altra parte via Respighi, si è voluto creare un problema, questo sono voci dei bene informati, ma non c'è solo la responsabilità della politica, perchè ci sono altri che hanno voluto questo, a cui fa piacere vedere il proprio nome sui giornali. Caro Zaccheo siamo in Italia, Fermo è in Italia, purtroppo.
  • claudio

    15-02-2016 17:39 - #5
    Perchè il consigliere comunale Zacheo non ci spiega il perchè la questione dei lotti alberghieri di Lido è collegata al fabbricato di via Respighi, perchè parla spesso per enigmi, sia chiaro e dica quello che pensa o sa o non lo può fare? E se non lo può fare, perchè? Per i lotti è calato il sipario, si poteva trovare un accordo tra il privato e il comune ma non lo si è voluto o potuto, altra bella domanda.
  • L'osservatore

    15-02-2016 17:17 - #4
    Invece di apprezzare che le gru dei lotti di Casabianca verranno tolte, Zacheo critica. E' sempre così.
  • questa volta approvo Zacheo

    15-02-2016 11:52 - #3
    Questa volta approvo Zacheo, mi sembrano valutazioni corrette, finalmente.
  • Giulio Marco Scriboni

    13-02-2016 17:06 - #2
    Tocca riconoscere che, oramai, anche Zacheo, in parte, ha ragione. Se prima molte erano le aspettative sulla nuova giunta, dopo nove mesi di amministrazione iniziano a sorgere dubbi sulla consistenza dell'amministrazione Calcinaro e C. La buona amministrazione non può reggersi solo sugli eventi "mondani". Natale, Rubens, "Baci Perugina" a San Valentino e poco altro. Occorre fare molto ma molto di più ma nasce un dubbio...."si può fare di più?" E' questo il dilemma che comincia a serpeggiare. Si torna a parlare di auto in piazza. Spiegatici per favore, Torresi e Calcinaro a cosa servono, visto che a Natale e giorni seguenti la Piazza è stata sempre utilizzata da molte persone, che non parcheggiavano in piazza ma, in ogni luogo...quindi, i parcheggi (20 ) in piazza sono un falso problema o...peggio solo una "cambiale" da pagare a qualche "sprovveduto" commerciante . Vendita della Solgas. Si brancola nel più totale buio su come utilizzare l'incasso. Benedetti ragazzi, prima di fare scelte, importanti, occorre sapere come investirle, altrimenti si rischiano solo brutte figure. Molte sono i luoghi per utilizzarli (i soldi). Riqualificazione del mercato coperto, Casina delle Rose, completamento Fontevecchia, riqualificazione circonvallazione...? Si potrebbe coniare un motto... Molte sono le cose da fare ma poche le idee ! Rimozione gru a Casabianca. Falso problema . Se da una parte dovrebbe essere non una concessione ma una oggettiva applicazione della normativa sulla sicurezza nei cantieri, dopo che i Permessi sono da anni scaduti, non è ancora chiaro, come si legge in altri post, con chi Calcinaro tratta. Ex proprietà, curatore fallimentare, Procura della Repubblica, debitori, banche. Questo silenzio è inquietante per chi aveva fatto in campagna elettorale, della trasparenza la propria bandiera. Piano Casa. Approvato, in fretta e furia, senza un minimo di riflessione proprio per consentire, solo ad alcuni della zona costiera, di usufruire di tale norma a danno di tutti non fa certo onere a questa amministrazione. Via Respighi? Non pervento, buio completo, Lavori pubblici bloccati, sbloccati e ribloccati. La risalita del maxi parcheggio è ancora tutta da decidere, ogni giorno si cambia scelta; da scale mobili si passa all' ascensore, per poi ritornare a scale mobile e forse, chissà, tra un po, risalita a piedi per risparmiare sui costi. Discarica e ASITE in piena crisi di identità entrambe. Settore delicatissimo e costosissimo con risvolti sul territorio rischia il collasso economico, con la formazione, già avviata, dell'ATA rifiuti che gestirà tutte la fasi di raccolta, differenziazione e smaltimento dei rifiuti (Vedi COSMARI) , mentre il Comune di Fermo è ancora a sfogliare la margherita in attesa di...????!!! Non si sa bene cosa. Come la si gira, non stiamo messi bene, anzi ! Dopo la fase di studio non si è visto nulla. Ne ipotesi, ne proposte ne iniziative ma solo slogan. Calcinaro non basta, più riempire la piazza per recuperare la qualità di cui una amministrazione ha bisogno ma occorre tanto altro. C'è bisogno concretamente di dimostrare, ora, quello che si vale e non dare segnali di una vaga consapevolezza dei problemi da affrontare. Come è stato scritto, in altro post, Calcinaro ha "la sua maggioranza" e.."la sua opposizione" che se da una parte lo rendono impermeabile alle critiche e sicuro di avere vita facile in consiglio dall'altra, una opposizione meno compatta e preparata lo rendono meno reattivo alle critiche. Insomma da come si prospetta dopo 10 anni di Di Ruscio, 4 della Brambatti, altri 5 anni di un Calcinaro, improduttivo nel vero senso della parola, non possiamo permettercelo, quindi...Calcinaro o l'Amministrazione inizia a dare risposte o si torna a casa..!!! E non è uno scherzo.!!!
  • pasquino

    12-02-2016 18:54 - #1
    Caro Zaccheo non ti ascolta più nessuno 122 lettori zero commenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications