Politica
Lotti di Casabianca. Il PD fermano. “Bene la rimozione delle gru, ma nessuna evoluzione della situazione”

“E’ innegabile che la questione dei lotti di Casabianca sia un problema di difficile soluzione, ma se lo scorso ottobre il Sindaco Paolo Calcinaro dichiarava con convinzione che la soluzione era vicina, ora sempre il Sindaco dice che la soluzione è lungi da essere raggiunta e che non si possono 'ottenere quegli investimenti in infrastrutture che potevano giungere dall’accordo trovato nella questione dei lotti', cioè per ora ci dovremo accontentare della rimozione delle gru”. Inizia così l'intervento del gruppo consiliare e della segreteria fermana del Pd sulla vicenda dei lotti di Casabianca.

Lotti di Casabianca. Il PD fermano. “Bene la rimozione delle gru, ma nessuna evoluzione della situazione”

“Anche il Partito Democratico – si legge nella nota - ritiene che la rimozione sia una buona cosa per il quartiere, ma non può non rammaricarsi del fatto che la situazione dei lotti, anche con la nuova amministrazione, non abbia avuto nessuna evoluzione e che al momento non si possono ottenere importanti opere compensative per la cittadinanza. Il Partito Democratico ha a cuore questo problema e, grazie in particolare al lavoro del direttivo del circolo PD di Lido-Capodarco, ad oggi è stato l’unico soggetto a condividere con la cittadinanza una sua proposta, durante una assemblea pubblica che si è svolta lo scorso maggio presso l’Hotel Royal di Casabianca. Una proposta che coglie l’occasione della ricerca di una soluzione al problema, per proporre l’opportunità di un programma integrato di riqualificazione urbana della città dove insistono gli spazi interessati”.

“Il Sindaco – prosegue il PD - sostiene di aver individuato la soluzione, ma che oggi per la crisi del settore immobiliare (ricordiamo al Sindaco che questa crisi nasce nel lontano 2008, anno di deflagrazione della bolla immobiliare), non può essere attuata. Ancora il primo cittadino
dice che questa soluzione, giustamente, verrà condivisa con i “residenti e le forze consiliari”. Affermazione giusta, perché l’attività amministrati va non può essere imposta, ma deve essere condivisa; il Partito Democratico sollecita l’esecutivo cittadino a condividere quanto prima l’ipotesi di accordo che ha individuato con le proprietà dei quattro lotti, e si mette a disposizione della città di Fermo per dare il suo contributo nella apposite sedi istituzionali. La condivisione e valutazione dell’accordo raggiunto, non vuole avere lo scopo di valutare se la proposta del PD sia migliore del lavoro svolto dall’esecutivo o viceversa, ma semplicemente di verificare se l'intervento rappresenta una possibile soluzione alle annose questioni dei quartieri di Lido di Fermo e Casabianca. L’obiettivo finale è garantire un futuro migliore per la città e un aumento della qualità di vita dei cittadini che vivono o frequentano il quartiere”.

Letture:2411
Data pubblicazione : 14/02/2016 10:31
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
7 commenti presenti
  • lotti alberghieri di Casabianca ?

    16-02-2016 17:35 - #7
    se le licenze edilizie sono scadute da tempo cosa dovrebbe fare l'Amministrazione ???
  • Bravi, bis.

    15-02-2016 18:31 - #6
    Grandi quelli del PD, hanno creato il caso Lotti Alberghieri e adesso offrono l'aiuto a Calcinaro per risolverlo, pazzesco e chiedono anche la condivisione delle scelte, pazzesco al quadrato. Cari piddini prima o poi i nodi verranno al pettine e allora saranno c....... amari. Calcinaro tira fuori le p......, altrimenti hanno ragione chi dice C'ERA ANCHE LUI CON LA BRAMBATTI.
  • Luigi

    15-02-2016 11:57 - #5
    Anche questo articolo è privo di contenuto, non esprime nessuna posizione in merito. Parlare di qualità della vita in astratto è una operazione dal punto di vista intellettuale, a dir poco disonesto. La qualità della vita dei cittadini è stata compromessa dai continui attacchi al territorio mediante processi di cementificazione diffusa e se andiamo a rileggere le motivazioni troveremo che tutto e stato fatto, sempre, per migliorare la qualità della vita. Dobbiamo finirla con queste ipocrisie, la soluzione, coerente, con la volontà di migliorare la qualità della vita e dare futuro alla Città sarebbe quella di destinare quei lotti ad attività pubbliche. Coraggio.
  • alberto

    15-02-2016 10:29 - #4
    Il Partito Democratico a Fermo dovrebbe essere solo un brutto ricordo per i fermani, invece continua a macinare comunicati stampa che hanno il solo effetto di volerli vedere solo scomparire politicamente per quanto sono provocatori. Quanto è successo con la loro Brambatti, PD, non si era mai ricordato a Fermo, un incubo a cui oggi Paolo Calcinaro deve porre rimedio ma non è per niente facile, come per i lotti alberghieri.Sono convinto che in comune a Fermo ci siano tanti e tali impicci che ci vorrebbe un mago per risolverli. A Paolo Calcinaro vorrei solo consigliare di avere più coraggio,altrimenti sarà sempre un sindaco incompiuto, e a fermo non ce lo possiamo permettere.
  • Simone

    15-02-2016 09:30 - #3
    In 4 anni hanno bloccato la città, creato contenziosi milionari, caos allo stato puro e ora ci fanno pure la lezioncina, ma al peggio non vi è mai un limite? Sono i campioni della disinformazione, ribaltano la realtà a loro uso e consumo e ti prendono pure per i fondelli. A Calcinaro dico tira fuori gli attributi, non puoi dire le mezze parole o li sbugiardi seriamente o sei come loro, datti una mossa che è passato pure San Valentino.
  • Massimo Ciccola

    15-02-2016 08:00 - #2
    La soluzione per caso sarebbe quella ventilata dal consigliere Zacheo su queste pagine? Cioè impiegare i soldi della Solgas per rimuovere le gru? Sarebbe molto grave. Impiegare denaro pubblico derivante dalla vendita di una società pubblica per favorire un privato che non ritiene più economico continuare la costruzione, per varie ragioni che sarebbero tutte da analizzare, sarebbe molto grave.
  • senza vergogna

    14-02-2016 10:54 - #1
    Senza vergogna e ho detto tutto.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications