Politica
Ingiustificabile il neorazzismo. La precisazione di Fratelli d'Italia

Dopo la nota di ieri e dopo alcune fibrillazioni interne il coordinamento di Fermo torna sul vero significato delle proprie affermazioni

Ingiustificabile il neorazzismo. La precisazione di Fratelli d'Italia

Dopo la nota di ieri (che recitava testualmente “il neorazzismo è una forma moderna di reazione alla spregiudicata politica immigratoria che compie tre sbagli: non è spiegata, non ammette domande, non considera l'Islam”) e dopo alcune fibrillazioni all'interno di Fratelli d'Italia - anche per il manifesto contro Don Vinicio Albanesi fatto stampare dai vertici regionali del partito -, dal coordinamento di Fermo arriva una precisazione sull'utilizzo dello stesso termine neorazzismo.

 

“Il neorazzismo - scrive Nicola Casciello - è ingiustificabile, come ogni forma di sopruso e di prepotenza e, tuttavia, per estirparlo serve scoprire i motivi scatenanti. Senza un esame completo di quello che lo provoca si è sempre punto e a capo. Si può immaginare che la paura sia la base di tutto e la paura è data dalla mancata conoscenza di quello che succede, e del perché succede. La politica dei migranti è sconosciuta e questo è il primo dato sbagliato, perché lascia spazio a tutte le illazioni possibili: i social fanno il resto. Le decisioni di tutti vanno ben spiegate e non accolte a testa bassa perché ce lo dice l’Europa. Accogliere è un atto dovuto ma che sia un atto consapevole”.

Letture:3825
Data pubblicazione : 22/07/2016 10:23
Scritto da : Andrea Braconi
Commenti dei lettori
35 commenti presenti
  • Pascucci la sede fascista è un macigno per la vostra giunta

    02-08-2016 13:15 - #35
    Non è accettabile che si liquidi la questione lavandosene le mani perchè il locale è privato. Personaggi frequentatori di quella sede sotto piazza si sono resi protagonisti non solo dell'aggressione mortale recente ma anche di altre in passato. Ed anche questa è una verità nota a tutti. Quella sede da problemi di ordine pubblico a questa città. E questa città la state governando voi Pascucci. Non avete scuse. Per non parlare degli imbrattamenti generalizzati sui muri fermani firmati dagli stessi fascisti che son bazzecole certo.. Quindi non si tratta di locale privato o meno ma di attività che non sono compatibili con la democrazia e la convivenza sociale civile.. E sta a questa giunta comunale metterli sul tavolo del prefetto. Buon lavoro Pascucci. Speriamo che i partiti di sinistra siano di stimolo a questo lavoro..
  • Carlo

    01-08-2016 16:55 - #34
    Cioè il progetto per Fermo è solo turismo e cultura... vabbè... credo che sia un paradosso... caro Nicola visto che ci siamo... il museo archeologico, il restauro di San Filippo, e il completamento del recupero del teatro romano (manca poco). Così, le tre cosette urgenti da fare (ci sarebbe anche il restauro delle tele nei depositi della Pinacoteca più urgenti, ma vabbè). PS ma io sono felice dei migranti (preferisco la statalizzazione dell'accoglienza), ma anche quelli di destra che sostengono la maggioranza sono felici? Lo hanno detto ai loro elettori?
  • Nicola Pascucci

    01-08-2016 11:39 - #33
    Mendicante, è inutile che ripeti cifre che tutti conosciamo dando però una lettura tutta tua. La legge elettorale comunale prevede che ci sia ballottaggio. Indi per cui la lista Piazza Pulita è stata costruita con un progetto politico chiarissimo (turismo e cultura e la città da questo punto di vista è cambiata eccome) ed un progetto elettorale: arrivare al ballottaggio contro Zacheo che poi avremmo vinto. 4000 voti o anche solo 10 non cambiano di una virgola tutto ciò. Anche perchè la competizione è chiarissima ci sono le preferenze ecc. ecc. Al ballottaggio ometti sempre di dire che LA SINISTRA ci ha votato contro il PD. Sicuramente non perchè convinti ma perchè il male minore ma così è stato. Al ballottaggio tutti avrebbero votato contro il PD uscente, chiunque avesse passato il primo turno sarebbe diventato sindaco. E' un dato di fatto inoppugnabile la repulsione della città al PD che aveva epurato proprio i 2 assessori Paolo e Francesco di gran lunga migliori della precedente amministrazione. Inoltre il 50% dei votanti che sottolinei è una statistica nazionale assodata da vent'anni. Lo dici sempre come se fosse una novità che la gente non vota e non partecipa. Ultima precisazione, vi ricordo che tutti quelli che non sono comunisti non sono automaticamente fascisti: ci sono i liberali i piddini quelli di centro il centro destra ecc ecc. Il compagno Faggio è entrato in un progetto multicolore e guardacaso è stato eletto mentre con i compagni anche se ne avrebbe avuto diritto non è stato fatto entrare per questione di poltrone. Caro Simone Tizi le precisazioni facciamole a modo
  • Stefàno

    01-08-2016 09:23 - #32
    Davvero ottimi i risultati degli storici rifondaroli fermani: mentre la sinistra, Rifondazione compresa, candidava M. Rossi, la loro punta di diamante era in lista insieme ai fascisti. Qua più che punti fermi, avete il movimento facile.
  • x mendicante

    31-07-2016 15:25 - #31
    non dimentichiamo che Torresi era anche assessore con Di Ruscio in amministrazioni di centrodestra...
  • mendicante

    30-07-2016 23:05 - #30
    Il dialogo è sempre possibile, in politica è essenziale. Ma esso presuppone degli aspetti e dei dati e la confutazione degli stessi. Per me va bene tutto, ma una risposta a quello che ho scritto è accettabile solo, ad esempio, se si dicesse che non è vero che Calcinaro e Trasatti siano stati pezzi importanti dell’amministrazione Brambatti per due/tre anni ricoprendo cariche di vicesindaco e assessore, oppure che Torresi non è assessore di questa amministrazione e la Meloni non ne ha chiuso la campagna elettorale in piazza, oppure che Piazza Pulita non prese solo 4000 mila voti al primo turno e 10000 al secondo, con tutta la destra che non ha votato PD e la partecipazione alle urne al di sotto del 50% degli aventi diritto al voto. Senza una confutazione di questi fatti non c’è dialogo, e ogni risposta risulta inutile. Detto questo, riguardo il mio amico Stefano Faggio ho solo da dire che per un comunista è possibile una partecipazione in una coalizione di governo di diversi partiti, ma un comunista non milita in partiti o movimenti non comunisti. E’ piuttosto chiaro, e rappresenta un punto fermo…
  • Filippo

    30-07-2016 21:08 - #29
    Fate una ricerca di due minuti su Google e leggete la sura 9 del Corano, versetti 29 e 30
  • fermanodoc

    29-07-2016 15:51 - #28
    Bravi nel polemizzare sul nulla: la citta' ha bisogno d'altro,non solo di panem ed circenses. L'overdose delle iniziative in citta' fatte passare come "culturali" lasciano il tempo che trovano! Dopo un anno di amministrazione quali novita' strutturali e quindi durature Fermo si ritrova? A proposito ,appena dopo il fattaccio della morte a Fermo del profugo il sindaco aveva suvito dichiarato che l'amministrazione comunale si sarebbe costituita parte civile contro il presunto omicida:che fine ha fatto quella decisione? I cittadini vogliono comunque sapere il seguito...
  • Nicola Pascucci

    29-07-2016 11:31 - #27
    Cara Officina, il sindaco Calcinaro nel precedente mandato, da vicesindaco e da assessore ai servizi sociali ha assegnato il locale comunale di Montepacini dove ora c'è un progetto sociale seguito da tutta la Regione, togliendolo dalla disponibilità di "casa Aries". Il locale dove si trovano ora è un locale privato. Qualsiasi formazione politica legale può avere una sede privata. Cosa ci entra il Comune? Seconda considerazione: "questo brodo culturale da cui deriva la tragedia di Fermo" quindi non è nazionale e da circa un ventennio di Lega e Salvini ecc ecc. Eppure al corteo si diceva questo, ho ascoltato bene e concordo pienamente, "scimmia" per primo lo disse Calderoli. No è colpa di una lista civica multicolore che governa con 20 consiglieri vergini da un anno appena. Mi sembra quantomeno non onesto intellettualmente. Anche perchè noi siamo civici e multicolore, se c'erano solo le destre a governare che succedeva la guerra civile? Bisogna cogliere i segnali combatterli, aiutateci in questo. Ma non considerare la politica nazionale con il già citato Salvini responsabile di questi pensieri è grave. Fermo non è e non era un'isola felice scevra dalle considerazioni nazionali e internazionali. A noi il compito di rendere i cittadini consapevoli dei tempi e dei veri pericoli della società odierna... che di sicuro non sono i rifugiati. A tal proposito Carlo, il progetto SPRAR è fatto da professionisti preparatissimi stipendiati a livello nazionale e l'appuntamento in Parrocchia è solo per presentarlo al quartiere. I due appartamenti di Viale Trento infatti sono privati, con regolare affitto e senza alcun legame con la Chiesa fermana e non. è stata scelta la parrocchia per incontrare i cittadini del quartiere come primo incontro, poi ne seguiranno altri magari al centro sociale ecc.
  • Carlo

    28-07-2016 20:42 - #26
    Il comune di Fermo è coraggioso, pochissimi comuni italiani, hanno partecipato al bando SPAAR per paura dei profughi. Lo SPRAR è una rete di centri di “seconda accoglienza” (non come il Seminario ch'è di prima accoglienza, o forse anche quello è uno SPAAR) destinata ai richiedenti e ai titolari di protezione internazionale. In pratica nuovi profughi o ci teniamo quelli che ottengono protezione internazionale? Preciso per me va benissimo (a parte che spero che vengano utilizzate strutture pubbliche e non pagare affitto a privati, laici o ecclesiastici che siamo, ma visto che l'incontro è a Sant'Antonio di Padova, mi sa che si paga affitto a strutture diocesane) e che gli operatori siano pubblici (con regolare contratto di assunzione), ma credo che forse la destra fermana non è molto felice di questa cosa.
  • officina trenino

    28-07-2016 19:32 - #25
    il brutto di questa storia è che il consigliere pascucci non si rende minimamente conto della gravità della situazione: lista multicolore, destra/sinistra, superare gli steccati e altre amenità, non è forse questo il brodo culturale della tragedia fermana delle ultime settimane? Il fosso è stato saltato da un pezzo da questi personaggi e il fatto che abbiano partecipato alla manifestazione antifascista di sabato dei centri sociali, non fa altro che confermare la confusione e la paraculaggine di personaggi come il sindaco, vicesindaco e i consiglieri di piazza pulita. A proposito, ancora aperta la sede neofascista frequentata da Mancini a pochi metri dalla sede comunale? sembra sia innominabile a Fermo.
  • Nicola Pascucci

    28-07-2016 16:03 - #24
    Mendicante quindi questa lista Piazza Pulita non è di sinistra? Dai veramente? Non l'avevamo capito quando ci siamo riuniti da diverse sensibilità per sederci ad un tavolo. Faggio presidente della commissione urbanistica (come ricordato sotto) ed ex candidato RC (se poi vuoi spiegare perchè non entrò in consiglio l'ultima volta che qui la platea gradirebbe spiegazioni) con altri consiglieri, il vicesindaco Trasatti e Calcinaro sarebbero di destra? Ah ecco, non lo sono, quindi scopriamo che Piazza Pulita è una formazione politica civica MULTICOLORE fin dalla creazione, con diverse sensibilità MAI CELATE ALL'ELETTORATO ,ANZI, difatti lo riteniamo un valore (e sembra anche la città ma magari per demerito degli ultimi anni dei partiti tradizionali non credi?) Sull'analisi del voto ti ricordo che la competizione ha quelle regole e non c'è la controprova (o forse Torino con la Appendino) ma chiunque andava al ballottaggio contro Zacheo e il PD fermano (mai fatte primarie, unico capoluogo in Italia) avrebbe vinto. Avrebbe vinto con i voti dei non PD. Tra cui caro Tizi anche i voti di Rossi che ha ampiamente detto cosa non avrebbe votato al ballottaggio. Perchè il centro destra e la sinistra e forse i 5 stelle ci hanno votato? Forse perchè ci hanno considerato meno peggio (nessuno di noi si è montato la testa e per questo c'è il pieno rispetto di tutte le minoranze compreso il PD)! Sta di fatto che in Consiglio per quanto siamo considerati di destra Bargoni ci contesta che abbiamo accettato troppi emendamenti di Rossi. Perchè ne abbiamo condivisi alcuni? Perchè chi propone e critica costruttivamente per la città ci aiuta nel nostro scopo: migliorare la nostra città. Già noi siamo MULTICOLORE non abbiamo alcuna PRECLUSIONE. ps Ho ascoltato solo l'incipit di Giovanardi e Quagliarello e il mio pensiero è uguale a quello riportato dai media: volevano fare chiarezza sulla parte giudiziaria per difendere il territorio dall'etichetta di razzista. Nell'incontro i toni erano pacati. Non stimo Giovanardi per il suo pensiero soprattutto per quanto riguarda le unioni civili e i diritti. Anzi lo contesto. Nel frangente ho ascoltato senza condividere in toto, ma siccome non è una partita con una verità assoluta tutta da una parte (città razzista completamente/no colpa di chi li accoglie) la parte giudiziaria la vedrà il Tribunale, mentre la situazione politica del fatto è quella che ha ben descritto il Sindaco fin dal primo minuto: condanna totale del fatto e del gesto, rifiuto di considerare razzista tutta la città. Responsabilità dell'amministrazione è pacificare una città ferita, sconvolta andando a capire da dove vengono alcuni ragionamenti molto pericolosi e cosa si può fare per integrare meglio possibile chi è qui per ricevere aiuto collaborando ancora di più con chi si occupa di rifugiati e immigrati. è di pochi giorni l'inizio nella nostra città anche del progetto SPRAR di cui il Comune è protagonista e io consigliere direttamente interessato. Prossimo appuntamento 3 agosto Viale Trento presentazione progetto SPRAR 21:15 parrocchia Sant'Antonio
  • gigettodemurittu

    28-07-2016 09:45 - #23
    Faggio non è stato mai consigliere comunale di Rifondazione...solo candidato ma mai eletto. Adesso che è salito sul cavallo è stato eletto consigliere ma i compagni di rifondazione non lo hanno votato, a dimostrazione il fatto che questa volta ha preso meno voti di quando si candidava a sinistra...
  • gaetano

    27-07-2016 22:05 - #22
    Faggio ex consigliere comunale di rifondazione fa ora il presidente a posto di morroni. Squadra che vince non so cbia ed il riciclo di faggio in piazza pulita e' paradossale:meglio molto meglio m. Torresi che ha mantenuto la sua identità: almeno ci mette la faccia che e' sempre la stessa.
  • mendicante

    27-07-2016 21:35 - #21
    Ecco, appunto, ma di cosa state parlando!?
  • per mendicante

    27-07-2016 15:37 - #20
    Perche' non la dici tutta:morroni ex rifondazione e' il presidente della commissione consiliare, rossi con i tuoi amici rifondaroli o sfondaroli tiene sotto scacco il sindaco per ottenere quello che vogliono. O non e' vero?
    Risposta
    Per correttezza d'informazione, Morroni è stato Presidente della Commissione che si occupava di urbanistica nella legislatura precedente. In quella attuale non ricopre alcun ruolo
  • mendicante

    27-07-2016 13:53 - #19
    Iniziamo con un po’ di fatti, e tralascio tutto quello che so e ho visto coi miei occhi sulla nascita di Piazza Pulita, tutto quello che c’è dietro, soprattutto chi c’è dietro: Fatto numero uno. Paolo Calcinaro è stato assessore e vicesindaco nell’amministrazione Brambatti, lo è stato per ben due anni. Francesco Trasatti è stato assessore e vicesindaco dell’amministrazione Brambatti per 3 anni, praticamente quasi l’intera durata del mandato, poco meno oserei dire. Sia Paolo che Francesco quando una parte di quella maggioranza ne uscì passando all’opposizione erano sinceramente brambattiani e criticarono duramente quell’uscita. Se c’è qualcuno che si possa dire di area brambattiana questi oggi fa il sindaco o il vicesindaco a Fermo. Saturnino Di Ruscio è uno dei due massimi dirigenti del Comune di Fermo, promosso dalla Brambatti e promosso da questa amministrazione. Mauro Torresi è assessore di questa amministrazione comunale, e Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia ha chiuso nella nostra piazza la sua campagna elettorale. Piazza Pulita al primo turno prende circa 4.000 voti e ne prende 10.000 al ballottaggio, con un’affluenza alle urne più bassa (sotto al 50% degli aventi diritto al voto) e tutta la destra e il centro-destra compatti che non votano il PD, quindi sostenendo di fatto un movimento che vince coi voti della destra e del centro-destra. Tra i consiglieri comunali di questa amministrazione ci sono ex esponenti di AN e simpatizzanti missini, non ne ricordo manco mezzo nell’amministrazione Brambatti. E’ innegabile che molta parte della curva della Fermana ha votato per questa amministrazione, soggetti non certo conosciuti per essere di sinistra o simpatizzanti di sinistra. Pur essendo stato io stesso un detrattore della Brambatti quella passata amministrazione non espose le foto dei due marò fuori dal Comune, una presa di posizione chiara e forte che oggi cozzerebbe con le idee di molti consiglieri di questa amministrazione. E’ ovvio che questi fatti descrivono un’amministrazione di destra o di centro-destra, lontana anni luce dalla sinistra, e non parlo di quella comunista, che ne è l’opposto. Poi ci possono anche dire che Cristo sia morto di freddo o che i negozi in piazza o vattelappesca, ma oramai non ci crede più nessuno, e secondo me, in fondo in fondo, non ci credono manco loro…
  • Carlo

    27-07-2016 12:33 - #18
    Caro Nicola, ma visto che ci sei andato da Giovannardi, Quagliarello ecc di preciso che conclusioni ne hai tratto?
  • Piero

    26-07-2016 21:37 - #17
    A Nicola Pascucci il premio architetto Fuffas 2016! E rispondi qualche volta!
  • Nicola Pascucci

    26-07-2016 17:49 - #16
    Tizi alias mendicante, sei un po' confuso: come Trasatti e Calcinaro sono espressioni della giunta Brambatti (da te sostenuta) e governano da sindaco e vice una maggioranza di centro destra? Wow fosse così avremmo ottenuto lo scopo di mettere da parte le logiche vecchie di partito che qui a Fermo dal 2001 sono state fallimentari. Sui fatti caro Fortuna sono sotto gli occhi di tutti e non c'è stato alcun accordo sottobanco o aggiramento. 70 a 30 non potrebbe mai essere comunque da soli o con l'appoggio di Torresi, evidente la convergenza di tutte le altre forze. Onestamente aggiungo anche fosse solo per "meno peggio". Poi sulla Piazza due anni fa si parlava di posteggi e disastro, oggi di navetta e vetrine tutte occupate. Adesso sembra facile, che ci voleva, eppure... Su altri argomenti politici rimango a disposizione, sempre che abbiate capito il ballottaggio ecc ecc sennò mi rimane dura rispiegarlo. Siamo una lista civica multicolore che non lo ha mai nascosto e governa con le idee per Fermo senza alcuna preclusione partitica, senza fili dall'alto. Questo è un bene o un male? Vediamo nei 5 anni. Intanto i cittadini hanno scelto, e se parliamo di politica io mi firmo e rispondo sempre. Ad esempio lei ha sentito mai parlare di decreto Madia (ancora in lavorazione) che prevede con gli anni la vendita delle partecipate fino ad una percentuale del Comune del 40% (sono indiscrezioni per ora). La politica nazionale (che voi esaltate al posto del civismo) vuole svendere, territorialmente tutti intorno hanno già venduto il gas e noi con la Solgas a tempo di record realizziamo il doppio. Per poi spalmare tutti questi proventi in tutta la città. Non abbiamo la verità in tasca e chi fa sbaglia, ma politicamente queste sono le scelte che abbiamo fatto pensando di fare il meglio possibile per la città. Su Giovanardi nessuno mi obbliga, ma se un politico nazionale viene a parlare nella mia città di un fatto grave della mia città, almeno uno cerca di capire cosa voglia dire. Non è obbligato, non sono stato tutto il tempo, ma volevo informarmi. Niente di più.
  • mendicante

    25-07-2016 22:15 - #15
    Piero: 10.0
  • mendicante

    25-07-2016 19:39 - #14
    Ma di cosa state parlando?! Questa amministrazione comunale è sostenuta dai vari Di Ruscio et similia, che guardacaso comandano in Comune perché questa amministrazione decide di dividere lo stesso Comune in due macroaree e una la fa gestire a Sarurnino, e da tutto il centro-destra schierato: i 6.000 voti in più al ballottaggio, perché i 4.000 presi al primo turno su 30.000 votanti sono una cifra bassina, per non dire altro. Oltretutto parliamo di un sindaco e vicesindaco già sindaco e vicesindaco dell'amministrazione Brambatti (Giorgio Benni non c'è stato manco un giorno, Calcinaro e Trasatti, nell'ordine, ben due e tre anni, quindi se si parla di brambattiani sappiamo di chi parliamo, non certo di Benni, e sarebbe ora di finirla con queste mistificazioni buone per il fermanello coglioncello e fascistello). Va da sé che questa amministrazione, che esprime un assessore di Fratelli d’Italia, alcuni consiglieri di estrema destra e molti cittadini del bar sotto casa, in un’accozzaglia di civismo e localismo in salsa trasversale da festa di paese, è un’amministrazione che esprime gli umori piccoli-borghesi e provincialotti riassumibili nella tanto sbandierata Fermanità, che tutto rappresenta fuorché un valore, ricordando a tutti che in politica ci si dovrebbe dividere in base alle idee, non certo ai valori. Per il resto, chiudo come ho iniziato: ma di cosa state parlando!? Calcinaro e Trasatti sono reminescenze bramabattiane, e questa amministrazione è un’amministrazione di centro-destra. Punto.
  • rifondaroli falliti politicamente ancora parlano

    25-07-2016 18:10 - #13
    Zero dignità. è stato proprio il governo di sinistra che rifondazione ha appoggiato a consegnare la cittadina al qualunquismo destrorso. dopo il fallimento della sinistra. E vengono ancora a dare lezioni. Bla bla bla. altro zero.
  • A Lolita

    25-07-2016 13:07 - #12
    Che Morroni e Faggio non fossero più in Rifondazione ce ne eravamo accorti, ma ora lei ci dice che anche Benni ha gettato la spugna? Questa sarebbe una notizia. Il famoso "trio delle meraviglie" di brambattiana memoria. Alla luce dei fatti, magari il signor Fortuna e il suo partito ne avranno guadagnato in salute.
  • Piero

    24-07-2016 21:48 - #11
    Nicola Pascucci, il fatto che effettivamente NON avete fatto apparentamenti con Mauro Torresi, sostenuto dal Fratelli d'Italia nei suoi massimi esponenti nazionali, è una AGGRAVANTE della vostra posizione. In questo modo avete ottenuto un consigliere di maggioranza in più, AGGIRANDO la legge. È stata l'operazione politicamente ed istituzionalmente peggiore mai vista in città da quando c'è la legge per l'elezione diretta del Sindaco. Il meccanismo dell'apparentamento è previsto dalla legge per rendere evidenti e trasparenti gli accordi agli elettori, invece voi avete preferito gli accordi sottobanco, guadagnando un seggio. Più che PIAZZA PULITA, vi dovreste chiamare PIAZZA AGGIRATA. Già che ci siamo, come la mettiamo con gli ultras che vi hanno portato così tanti voti? E quel sotto insieme comune tra ultras e casa pound che ora è nelle patrie galere ed era con voi a festeggiare in piazza la notte del ballottaggio? Tutto bene? Nessun senso di colpa?
  • lolita

    24-07-2016 13:17 - #10
    Alessandro fortuna chi? Quello che stava con Rifondazione con morroni, faggio, Benni ecc. Ecc. Ma ancora parla?e' rimasto da solo e ancora parla.....
  • Alessandro Fortuna

    24-07-2016 09:13 - #9
    Nicola Pascucci, io ho analizzato fatti, lei ovviamente la butta in politica. Ma non saprei nemmeno se le convenga. La gente, lei dice, ha capito? I voti reali sono quelli del primo turno e governate con un secondo turno in cui ha clamorosamente vinto l'astensione. Sono le regole del gioco, per carità, ma attenzione a tirare troppo per la giacchetta la ggente. E allora, seguendo il suo ragionamento politichese,, io parlerei più esattamente di vendita della Solgas, cosa che si colloca perfettamente in continuità con le politiche di privatizzazione e svendita della cosa pubblica, attività per la quale il PD eccelle e il renziano Calcinaro applica alla perfezione. Per il resto non posso che sorridere, perché se il leit motiv è quelle delle vetrine in piazza, questo spiega più di ogni altra cosa quale sia il livello di questa amministrazione. Ma ripeto, non era mia intenzione discutere di queste cose. Ho solo riportato dei fatti incontestabili su cui si è scelto di non rendere conto. Ne prendiamo atto e passiamo oltre.
  • Carlo

    24-07-2016 08:20 - #8
    Caro Nicola, non c'è solo la piazza... poi non tutti i locali vendono (mi dicono... fare aprire un locale è un conto, tenerlo in piedi è altro). Per la Solgas, mi aspetto un calo del costo del metano (sono egoista, lo so, sennò a che è servita venderne una parte)... e se usate una parte dei soldi incassati per allestire il museo archeologico, fare un catalogo scientifico, e restaurare gli ultimi pezzi del teatro romano rimasti fuori sono felice (costa poco e la Fondazione cassa di risparmio probabilmente non mancherà di dare una mano). Poi c'è da trovare un luogo adatto per sistemare tutte le tele in deposito presso la Pinacoteca, finire il restauro di San Filippo, mettere in sicurezza il Carmine, fare scavi archeologici al Girfalco ecc. Sul turismo non so, io vedo solo i soliti olandesi... PS alcuni sono neri (non sono profughi, anche se hanno lo smartphone... qualcuno in piazza si sbaglia). Realisticamente i miracoli solo Gesù li faceva (forse)... ma non voglio addossare colpe a nessuno, il turismo va e viene. PS non credo che sia obbligatorio andare a sentire Giovannardi, anche se uno è eletto consigliere comunale, sono scelte private o dettate dal partito, anche se uno ci va per informarsi, deve prendersi la responsabilità politica del suo gesto... Che poi non è né un bene né un male esserci andato, c'è di peggio nella vita...
  • Nicola Pascucci

    23-07-2016 18:25 - #7
    Non c'è stato alcun apparentamento di fatto. Ho ampiamente spiegato cosa sia successo a Fermo. Noi non siamo altro che il prodotto di fallimenti. Saremo peggio? Ai posteri l'ardua sentenza nel frattempo in un anno abbiamo fatto cose ritenute precedentemente impossibili. In piazza non c'è una vetrina vuota, la Solgas valorizzata e Trasatti dal punto di vista culturale turistico sta facendo miracoli. Ecco vi rimando a leggere bene il regolamento comunale sugli apparentamenti e nessuno ha negato la variopinta nostra maggioranza per ora vincente sia sul campo sia alle elezioni. Per la cronaca stamattina ero ad ascoltare Giovanardi in quanto come consigliere comunale ho l'onore e l'onere di sentire ed ascoltare tutti. Perché non siamo amministrazione solo di una parte, ma di tutta Fermo. Cosa a volte sconosciuta questa. Un nuovo modo di fare politica per strada, la gente ha capito i partiti strutturati e nazionali hanno perso 70/30 e magari potrebbero prendere spunto. Comunque le critiche costruttive le accettiamo volentieri. Ma prima di fare supposizioni e disegni politici vi prego di analizzare meglio la situazione. Grazie mille.
  • Alessandro Fortuna

    23-07-2016 15:28 - #6
    Nicola Pascucci, non è questa la sede per discutere di ciò che potrebbe essere fallimentare ed anacronistico, visto che l’alternativa a tutto questo sono i “minestroni”, fruttuosi a breve termine ma che nel lungo periodo si rivelano purtroppo per quello che realmente sono. Ma qui il discorso si allargherebbe alle dinamiche nazionali e a ciò che rappresenta, purtroppo e realmente, lo stesso Calcinaro. Mi attengo quindi solo ai fatti. Il primo fatto dice che io non ero in alcun modo candidato con alcuna lista. Il secondo fatto, ben più importante, dice che la chiusura della campagna elettorale di Torresi è avvenuta in Piazza del Popolo alla presenza di Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia e per l’occasione sponsor ufficiale dello stesso. Quel Mauro Torresi con cui avete fatto l’apparentamento, diventando ufficialmente parte della maggioranza con il suo movimento e ricoprendo il ruolo di assessore. Questa è la misura con cui Fratelli d’Italia è al governo della città. Ora, ognuno è responsabile delle proprie scelte, nel bene e nel male, e se in città compaiono quei manifesti di Fratelli d’Italia ( quel Fratelli d'Italia di Piazza del Popolo insieme a Torresi), è scontato che qualcuno chieda conto a Torresi o magari alla “variopinta” maggioranza di cui Torresi è parte. Da un lato consiglieri che partecipano alle manifestazioni contro il razzismo, dall’altra un assessore il cui partito si pone dichiaratamente e pubblicamente in antitesi a quelle manifestazioni. Capisco l’imbarazzo e il tentativo di depistaggio, ma i fatti parlano chiaro e dicono che Torresi sta dove sta e con quei compagni di viaggio dopo una campagna elettorale esplicitamente volta a rappresentare anche coloro che oggi tappezzano la città con quel messaggio. Quindi, riformulo la domanda: nulla da dichiarare?
  • marco ferrini

    23-07-2016 13:44 - #5
    avete fatto patti con tutti pur di vincere ed ora ci tocca anche sentire il pistolotto giustificativo su torresi. Vi credete furbi, ma forse lo siete perché non brillano di acutezza i vostri elettori. Avete fatto accordi sotto banco con Torresi in vista del ballottaggio, cosa al di fuori della normativa, e difatti ci siamo ritrovati che Torresi entrato come opposizione, è passato alla maggioranza, falsando il rapporto di consiglieri maggioranza/opposizione. Ma tutto questo va bene non è vero caro Pascucci laureato in scienze politiche conoscitore di leggi? Va bene per il principio di legalità? A Fermo sta accadendo con il dovuto raffronto quello che accade al Governo, insieme a tutti, anche a Verdini, pur di rimanere in sella.....ecchissenefrega se non è di sinistra.......siete la peggior amministrazione che fermo poteva meritarsi, tanto si sa, se Cesetti entrerà in parlamento nel 2018, Calcinaro prova la via delle regionali....CON BUONA PACE DEL SUO MOTTO "AMO FERMO"....e magari gli riesce anche a far digerire ai suoi elettori della fermana e non solo "che gli interessi di fermo si possono tutelare ancor meglio in ancona che da sindaco..." ed intanto a noi cosa spetterà? un Trasatti candidato sindaco? ma veramente Pascucci per un po' di potere tiri fuori questi comunicati stampa così assurdi da offendere la tua intelligenza? non c'è limite al peggio...ah no, il peggio deve ancora arrivare.
  • Tanta ipocrisia e tanti voti dell'estrema destra

    23-07-2016 12:55 - #4
    Voti raccattati da questa giunta comunale anche con la frequentazione di alcuni della giunta di ambienti da cui la violenza proviene. Andando alle sfilate sulle foibe coi fascisti. che poi hanno ottenuto il relativo assessore in comune. Ecco con chi sei in consiglio comunale Pascucci !
  • Nicola Pascucci

    23-07-2016 09:20 - #3
    Alessandro Fortuna, ti ringrazio per avermi citato in modo da fare delle doverose precisazioni. Il progetto Piazza Pulita nasce dall'esigenza forte di noi cittadini di superare una situazione imbarazzante in cui la politica fermana e i partiti tradizionali avevano messo la nostra città. Messi intorno ad un tavolo, molte anime con diverse sensibilità, hanno messo ampiamente da parte vecchie (e in alcuni casi fallimentari e anacronistiche) concezioni in nome di questo progetto legato a due nomi: Paolo Calcinaro (da me sostenuto anche alla precedente elezione) e Francesco Trasatti. Questi due nomi a proposito di sensibilità diverse diciamo comunque essere stati in passato molto attenti al sociale e provenienti da aree non certo contigue a Fratelli d'Italia. Nessuno di noi pensava di diventare la maggioranza della città con il 70% dei consensi quella prima sera, ma un po' ci speravamo di non mandare all'opposizione del PD Paolo e Fra, saremmo dovuti arrivare al ballottaggio che poi tutte le altre forze avrebbero evidentemente sostenuto noi e non il PD uscito fallimentare con addirittura le firme dal notaio. Le altre forze avrebbero votato tutte noi proprio perchè una lista CIVICA con tante sensibilità, un progetto multicolore che appunto va da Faggio a tutti gli altri. Così è stato e anche le due liste con cui tu eri candidato (per altro non mi pare si chiamassero Rifondazione o PC ma anch'esse civiche ammettendo evidentemente almeno qui a Fermo il fallimento dei partiti, si anche quelli con la falce e il martello) sono due liste civiche, evidentemente caratterizzate a sinistra, ma due liste civiche, che al ballottaggio, conti alla mano, ha votato Piazza Pulita e non certo il PD. Magari tanti non hanno votato, magari solo perchè meno peggio, però questo è successo. A quel punto al momento di fare la squadra degli assessori, per meriti evidenti sul campo e evidenti adesso dopo un anno di splendido lavoro, fu scelto per il bene della città e ripeto per evidentissime capacità Mauro Torresi. Già perchè noi non siamo un poltronificio e non abbiamo problemi ad essere aperti con chi ha voglia di fare e proporre per la città. Un anno di consigli comunali e proposte dimostrano che le due liste l'Altra Fermo e Fermo Migliore hanno proposto numerosi progetti da noi accettati con entusiasmo e favore. Ad esempio io sono il consigliere delegato al progetto Oltre Conceria con grande orgoglio. Quindi superati questi steccati vecchi stantii e fallimentari (almeno qui a Fermo con certezza matematica), Torresi entra a far parte della squadra degli Assessori e Tramannoni subentra in Consiglio al posto suo. Subentra da una LISTA CIVICA e se lo conoscessi un minimo sapresti che tutto si può dire di Massi tranne che ha sensibilità di destra anzi. Così dai banchi dell'opposizione si sposta in maggioranza con noi. Ma lui della sua lista civica Non mi Fermo! E allora dopo un anno di riunioni settimanali di comunicati stampa di lavoro ecc ecc mi devi far capire caro Alessandro dove politicamente vedi Fratelli d'Italia nella nostra compagine. Ci sono diverse sensibilità di provenienza, ma abbandonati e fusi nella politica cittadina che tramite Paolo il Sindaco si è espressa subito con condanna del gesto, lutto cittadino, sostegno e presenza alle manifestazioni. Già manifestazioni in cui io insieme al Sindaco e alla presidente della terza commissione Laura Ilari eravamo presenti. Perchè abbiamo l'onore e l'onere di governare questa città. Quindi di rappresentare democraticamente tutte le associazioni minoranze ecc ecc che manifestano pacificamente e democraticamente. Respingendo con forza il razzismo e la xenofobia e cercando di abbassare i toni per pacificare una città ferita e scossa. Quindi il comunicato e la controreplica qui sopra di Fratelli d'Italia non ci riguarda direttamente in nessuna maniera. A riprova di ciò durante questo anno mai Fratelli d'Italia ha difeso o esaltato l'amministrazione Calcinaro o l'Assessore Torresi in alcuna occasione. Eppure avrebbe potuto farlo visti i successi magari da appendersi alla giacca. Ma non l'ha fatto semplicemente perchè non c'entra niente con questa amministrazione e maggioranza. Amministrazione e maggioranza concentrata solo su Fermo, con diverse anime CIVICHE e diverse sensibilità fuse in un unico progetto. Inutile tirare per la giacchetta questo nome o quell'altro per sensibilità o passato diverso. Grazie mille ancora e buona giornata.
  • Fascisti senza vergogna

    22-07-2016 13:09 - #2
    Di fatto si da terreno fertile alla violenza fascista esplosa a Fermo. La società civile deve respingere questo teatrino degli orrori.
  • Alessandro Fortuna

    22-07-2016 10:39 - #1
    La precisazione è più imbarazzante della nota iniziale. Se la politica dei migranti è a loro sconosciuta, che studiassero, invece di sparare scemenze a caso solo per racimolare consensi facili. Adesso sono curioso di ascoltare Calcinaro e i consiglieri Faggio e Pascucci ( il primo ex comunista ed il secondo presente alla marcia antirazzista dei centri sociali) cosa hanno da dire riguardo il loro assessore fratello d'Italia Torresi.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications