Politica
Congresso del PD, il vicesindaco di Pedaso Concetti si schiera a favore di Renzi: "Rilanciare l'Italia è una sfida ancora da vincere, ripartiamo dando spazio ai giovani e alle loro idee"

“Annuncio il mio sostegno convinto alla candidatura di Matteo Renzi a segretario del Pd” - afferma il Vicesindaco di Pedaso Paolo Concetti, giovane esponente del Partito Democratico della Provincia di Fermo.

Congresso del PD, il vicesindaco di Pedaso Concetti si schiera a favore di Renzi:

"Il Partito Democratico sta attraversando indubbiamente un periodo difficile, ma proprio per questo motivo oggi più che mai è necessario non disperdere le energie e le forze che hanno caratterizzato il periodo precedente. Credo e sono convinto del fatto che nella società civile ci sia bisogno di ripartire tutti insieme per un nuovo progetto, un percorso rinnovato che possa essere affrontato con coraggio soprattutto dalle nuove generazioni. 
Quindi grande importanza ai giovani e alle loro idee, perchè è necessario dare realmente spazio e sostenere l'entusiasmo ed il coraggio di nuove energie.
Ripartire è sempre difficile, ma mai come oggi è necessario farlo, per questo motivo ho deciso di aderire al comitato “Provincia di Fermo per Matteo Renzi” recentemente costituito e ho deciso di firmare il documento a livello nazionale a sostegno della Candidatura di Renzi, con oltre 500 sostenitori in tutta Italia.
Non è questo il momento di far prevalere rancori, ritorsioni o personalismi. E’ il momento, al contrario, di appassionarci, ancora di più, ad un progetto nuovo che può risultare decisivo per il futuro del Paese, lontano dai populismi e dai catastrofismi di chi quasi si augura che tutto vada sempre peggio".

“È una sfida ancora da vincere, quella di rilanciare l'italia, a cui in questo Congresso dobbiamo dedicare tutte le nostre energie. Un appello a tutti i giovani dei territori ad impegnarsi direttamente in politica, nelle associazioni, nella vita sociale della propria città per cercare di cambiare le cose e migliorare la situazione attuale".
"Tornare indietro rispetto a questo approdo - continua - rievocando vecchie parole e identità politiche dei decenni passati, è una scelta priva di ragione e destinata al fallimento. È un passato che ha avuto naturalmente anche le sue pagine luminose, ma che non rimpiangiamo".
“Di fronte alle sfide interne e internazionali che mettono in discussione il futuro dell’Europa e il destino dell’Italia, non dobbiamo smarrire la nostra carica innovativa, di ispirazione riformista.

“Costruire un nuovo percorso, riconnetterlo inscindibilmente con le aspettative della società: non è una sfida di singoli, serve l'impegno di tutta una squadra e soprattutto una grande capacità di ascolto e dialogo. Là fuori c'è una domanda enorme di buona politica"

Letture:2587
Data pubblicazione : 16/03/2017 16:35
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications