Politica
Fiume a Casette d'Ete, centro storico e servizi per bambini e giovani: le priorità di Sant'Elpidio a Mare viste dalla coalizione a sostegno di Fabio Conti

Dai primi confronti pubblici che abbiamo avuto con i cittadini emerge un quadro desolante della città. Le persone sono sfiduciate, perché si rendono conto che oramai a Sant'Elpidio a Mare mancano i servizi e le tutele di base e per questo motivo ci chiedono di mettere al centro dell'agenda politica le priorità a cui il PD di Terrenzi non ha dato risposte.

Fiume a Casette d'Ete, centro storico e servizi per bambini e giovani: le priorità di Sant'Elpidio a Mare viste dalla coalizione a sostegno di Fabio Conti

I primi tre punti da affrontare sono il fiume a Casette d'Ete, il Centro Storico e i servizi per i bambini e i giovani.

Per quanto riguarda il fiume, la gente è seriamente preoccupata e vuole che il Comune dia delle risposte, tanto più che addirittura la Provincia lo ha sollecitato a fornirle. A Casette abbiamo mostrato la lettera della Provincia che invita il Comune ad un'assunzione di responsabilità e ci risulta che il Comune non abbia neppure risposto. Speriamo che Terrenzi non sia così "distratto" da ignorare le preoccupazioni dei cittadini, ma la sua "distrazione" francamente ci preoccupa, anche perché ha assunto il ruolo di consigliere provinciale su indicazione del PD. Sulla questione del fiume bisogna coinvolgere gli organi competenti, invece di perdere altro tempo. Diciamoci la verità: a che serve fare annunci, promesse e tagliare nastri, se non vengono date risposte alle questioni essenziali che ci riguardano tutti, come appunto la sicurezza? Oggi bisogna amministrare con la diligenza del buon padre di famiglia, invece di fare i populisti.

Lo stesso discorso vale per il centro storico. Qui è evidente che, se non invertiamo la rotta, rischiamo di lasciare ai nostri figli soltanto macerie. Terrenzi in questi anni ci ha fatto capire che non ha una visione per il centro storico, tanto che cerca di giustificarsi con la scusa del terremoto. Ma anche questo è un atteggiamento populista, perché chi vive la città sa che, per fortuna, il terremoto ha danneggiato pochissimi edifici. La verità è che le scelte sbagliate di questa e delle precedenti amministrazioni hanno distrutto la comunità del centro storico e la città nel suo insieme ha perso ricchezza e valore. La nostra soluzione è puntare forte sulla residenzialità. Il Comune deve essere il primo a dare il segnale che questa è la direzione, attraverso i propri immobili. Abbiamo studiato gli esempi delle città italiane ed europee che sono riuscite a riportare i giovani e le famiglie nei centri storici, quindi non bisogna inventarsi nulla: basta avere la determinazione di compiere certe scelte.

Capitolo scuole: i genitori si lamentano per l'inquinamento intorno alla scuola "Bacci", per non parlare dei problemi che si creano con il traffico, e noi ci siamo presi l'impegno, se i cittadini ci daranno fiducia, di costruire un nuovo polo scolastico.

Questo significa ripartire dalle priorità della città.

Terrenzi non lascia nulla di concreto a Sant'Elpidio a Mare, mentre noi vorremmo invece lasciare qualcosa per le generazioni future, sapendo che non ci importa creare clientele perché nessuno di noi vuole vivere di politica.

Letture:2345
Data pubblicazione : 06/04/2017 09:09
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications