Politica
Sant'Elpidio a Mare. I "Democratici e Popolari" rispondono a Terrenzi: "La maggior parte delle opere pubbliche del suo mandato finanziate con i bilanci gestiti da noi"

La lista "Democratici e Popolari", che fa capo a Franco Lattanzi, ex vicesindaco e assessore al bilancio di Sant'Elpidio a Mare nella prima parte del mandato di Terrenzi e che sostiene la candidatura di Fabio Conti, risponde al comunicato di ieri del sindaco uscente, nel quale venivano ripercorse le opere pubbliche realizzate dal 2012.

I "Democratici e popolari" rivendicano di aver reso possibile il raggiungimento della maggior parte di questi obiettivi con una gestione del bilancio molto più efficiente rispetto a quella della seconda metà del mandato. 

Sant'Elpidio a Mare. I

"È proprio vero, talvolta la verità fluisce e arriva nei modi più inaspettati, perfino attraverso un comunicato di propaganda elettorale del sindaco Terrenzi che, per attribuirsi il merito di tante opere, ha dovuto dire che sono state pensate, approvate, finanziate a partire dal 2012 - si legge nella nota -. Anzi, se si va a vedere la lista che il sindaco fa, si scopre che la maggior parte sono state finanziate con i bilanci 2013 e 2014, proprio quelli gestiti da quel "cattivone" di Franco Lattanzi che, insieme a Monia Tomassini e poi a Emanuele Gentili, sarebbero stati quelli che lo avrebbero circondato, impedendogli ogni anelito del fare che finalmente, con l'arrivo in giunta del PD, peraltro in barba al volere degli elettori, sarebbe riuscito a sprigionare.

Questo diceva il Terrenzi di sabato scorso al teatro cittadino, mentre il Terrenzi del comunicato di ieri dice un'altra cosa, cioè che tra il 2012 e il 2014 molte sono state le opere avviate e finanziate. Vado un po' a memoria rischiando di dimenticarne qualcuna: la pista di atletica, il Montevidoni, la strada di Cura Mostrapiedi, la sistemazione delle mura ex-fina, il muro e il marciapiede di via Tevere, l'asfaltatura di molte delle strade del capoluogo, frutto di un bando regionale di cofinanziamento vinto assieme al comune di Porto San Giorgio, il finanziamento della sistemazione della discarica Bracalente, anche questo frutto di un bando regionale, la sistemazione della chiesa degli Angeli.
Si tenga presente che, mentre quelli arrivati nel 2015 hanno trovato un bilancio in ordine e risanato, con i bilanci del 2013 e 2014 abbiamo anche dovuto pagare 1,3 milioni di euro dell'alluvione 2011 lasciatici in dote dall'amministrazione PD, assieme a 250.000 euro per due settimane di neve del 2012 e pure 170.000 euro di bollette della luce non pagate, solo per fare alcuni esempi.

La verità è che quando ci hanno messo da parte c'erano oltre 3 milioni di opere già finanziate e in fase di realizzazione,  che poi sono state completate successivamente.
Alla favoletta che Terrenzi ama raccontare soprattutto in nostra assenza, cioè quella che noi lo avremmo bloccato, oramai non crede più nessuno,
Evidentemente neppure il sindaco stesso, che con il comunicato di ieri è riuscito a smentirsi da solo.
Puo' essere votato nuovamente un candidato sindaco che ha già dimostrato di ingannare i cittadini elpidiensi?"

Letture:2483
Data pubblicazione : 01/06/2017 15:39
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications