Politica
Prime grane per Loira dopo la presentazione della giunta. Porto San Giorgio a Sinistra: "Lo "strappo" nei nostri confronti non può non avere delle conseguenze"

"Che siamo riusciti ad entrare in Consiglio comunale a dispetto dei desideri di qualcuno credo sia un fatto ormai accertato. Noi di Porto San Giorgio a Sinistra eravamo forse l'unico neo in una vittoria elettorale altrimenti spettacolare. Qualche elettore buontempone ha voluto tirare questo bello scherzetto e i comunisti sono tornati all'interno del Consiglio comunale. Certi accordi pre-elettorali, che temiamo esserci stati, erano a rischio". 

 

Prime grane per Loira dopo la presentazione della giunta. Porto San Giorgio a Sinistra:

Si apre così il duro comunicato di Giorgio Raccichini per conto della lista "Porto San Giorgio a Sinistra", una delle formazioni della coalizione a sostegno di Nicola Loira.

Ieri il sindaco ha presentato la nuova squadra e "Porto San Giorgio a Sinistra", che nel precedente mandato era rappresentata in giunta da Renato Bisonni, ormai ex assessore al bilancio, questa volta è rimasta senza esponenti.

"Che fare allora? Teniamoli fuori almeno dall'organo di governo della città, dalla Giunta all'interno della quale chiedevamo che tutte le liste elette fossero rappresentate - continia il comunicato -. Ma tra "protetti" vari e, forse, qualche pressione (di partito e/o di importanti eminenze grigie) ciò non è stato evidentemente possibile. Sicuramente non era questo lo spirito di cinque anni fa e la prima forma di discontinuità nell'era della continuità è stata messa in atto. Ne seguiranno altre?

Qualcuno si chiederà quale sarà l'atteggiamento di Porto San Giorgio a Sinistra di fronte a questa esclusione e, forse, già da tempo è pronto a rinfacciarci qualche tipo di incoerenza. Credo che la coerenza sia una qualità che nessuno possa mettere in discussione ai componenti di Porto San Giorgio a Sinistra. Se negli anni e nei mesi scorsi abbiamo detto che Loira è (o almeno è stato) il miglior Sindaco per la città, di certo ora non rinneghiamo tale valutazione; va aggiunto casomai che il primo cittadino ha potuto rivelare tutte le sue qualità anche grazie a chi gli ha creato un contesto politico-amministrativo ideale.

Inoltre, se abbiamo detto che la priorità era per noi il programma amministrativo, non stavamo di certo fingendo per ottenere la tanto famigerata "poltrona", come qualche maligno perditempo sicuramente insinua. Per noi il programma rimane la priorità, il motore dell'azione amministrativa.

Naturalmente lo "strappo" che è stato operato nei nostri confronti non può non avere delle conseguenze.

Non c'era ragione per cui il PD dovesse ottenere un posto in più rispetto a cinque anni fa, se non una facilmente comprensibile: la volontà del Sindaco di fare fuori i comunisti che lo hanno sempre sostenuto in maniera convinta. Bisogna lasciar spazio ai "protetti", a persone candidate cinque anni fa con la parte che avversava il centro-sinistra.

Il nostro appoggio alla futura Amministrazione non sarà pertanto scontato. Vigileremo attentamente sull'applicazione del programma e garantiremo il sostegno a tutti quei provvedimenti che serviranno a concretizzarlo. Tuttavia su tutto ciò che esula dal programma stesso e su quelle questioni precedentemente aperte sulle quali avevamo una posizione divergente ci sentiamo fin da subito completamente liberi di agire come meglio crediamo, non escludendo nessuna opzione, e voteremo secondo quelli che saranno i nostri convincimenti".

Letture:5273
Data pubblicazione : 30/06/2017 10:33
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
4 commenti presenti
  • Piero

    01-07-2017 06:41 - #4
    I commenti rabbiosi fatti da estremisti di destra si commentano da soli, visto che loro stessi sono rimasti con un pugno di mosche e praticamente non rappresentati; addirittura il sindaco Loira viene dagli stessi invocato come loro paladino contro i comunisti. incredibile! Loira farebbe bene invece a prendere le distanze da questi sedicenti personaggi avvelenatori del clima politico che non corrisponde assolutamente alla realtà dei fatti.
  • matteo

    30-06-2017 23:29 - #3
    Patti chiari amicizia lunga...se ci sono stati patti non rispettati è giusto che finisca l'amicizia...se e chi non.ha rispettato i patti è giusto venga attaccato...ma oramai in italia vige e vince il centrismo basato sugli interessi personali...l'egocentrismo narcisistico è alla base della società attuale...vanità..tutto è vanità...
  • Catarino Cesà

    30-06-2017 17:53 - #2
    Ecco smascherato l'intento di questi sedicenti difensori del proletariato mondiali, di queste strenui e indefessi portatori sani di rivoluzioni perenni, hanno fatto i galoppini al PD sicuri che sarebbero stati ripagati con una poltroncina in Giunta così da dare un senso alla loro presenza politica, ma oggettivamente nulla contavano prima tanto meno nulla che superi lo schifo con il quale hanno portato avanti la campagna elettorale conta ora. Sono presenze allo sbando che ora sono, come nel più classico comandamento Democristiano, cercano di incassare il premio per i pochissimi voti raccolti e portati in dote ad un partito che a livello nazionale li prende sempre a calci nel fondoschiena. E se ora pensano di incarnare l'opposizione ci farebbero solo la figura dei citrulli. Ben vi sta con le mosche nel pugno chiuso sempre armato per farvi credere ribelli, e se ora siete stati elegantemente fatti uscire dalla porta, fra cinque anni vi butteranno dalla finestra, perchè è così che ci si comporta con i fiancheggiatori che pur di avere la pietà del potente di turno, diventano come i ravanelli....rossi di fuori ma tanto bianche dentro. Andate a coltivare altre illusioni, per come avete incarnato quelle storiche del Socialismo e/o Comunismo non valete neppure la pena di rispondervi ancora!
  • ffrancesco

    30-06-2017 16:36 - #1
    Fa bene Loira a purificare la giunta.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications