Politica
Quote rosa. La Vitturini risponde: "Loira si aggrappa sugli specchi pur di non adempiere la norma"

"Non è mai stato un mistero che Loira per vincere le passate elezioni chiese appoggi ovunque, da sinistra e da destra e in quel famoso colloquio abbiamo parlato anche di quale futuro costruire in previsione di un appoggio dal centro (parte politica alla quale appartengo)." la Vitturini risponde al primo cittadino sangiorgese dopo lo sue dichiarazione in risposta al ricorso al Tar che il consigliere di minoranza Vitturini ha presentato insieme a Petrozzi e Del Vecchio riguardo la questione delle quote rosa.

Quote rosa. La Vitturini risponde:
"Del resto l'amministrazione di un Comune prescinde da posizioni partitiche ormai del tutto superate. E così è stato ovvio parlare di programmi e di amministrazione. Io personalmente non ho altri interessi se non quelli di ascoltare la gente come ho sempre fatto ad esempio quando sono stata in giunta da assessore. Loira pensi di più a come ha iniziato male questo secondo mandato che parte fregandosene dei dettami della legge, mettendo una seria ipoteca di nullità giuridica su tutti gli atti amministrativi e non rispettando la legge sulle pari opportunità." commenta la Vitturini.
"Chissà cosa farebbe e a quali compromessi sarebbe disposto pur di superare uno scoglio che si badi bene - non mette la cattiva consigliera Vitturini - ma che gli impone la legge! Quella stessa legge fatta dal suo partito, il PD, che si ammanta di meriti per sostenere le donne, ma che all'atto pratico è fondamentalmente maschilista e irrispettoso. A quale norma si appellano ad esempio i consiglieri del PD di Civitanova Marche quando chiedono più presenza femminile in giunta? Purtroppo i cittadini non vedono che dietro queste alzate di ingegno si potrebbe nasconde chissà quale accordi. Con una donna in più e un uomo in meno, cosa gli cambierebbe se è seriamente intenzionato a portare avanti il bene comune? Sempre che le sue intenzioni siano solo progetti per la città e non gli interessi di singole persone... vedremo. Io faccio la mia parte dall'opposizione, liberamente e correttamente. Anche l'opposizione però si può fare in due modi: uno serio e uno fingendo di farla seriamente. Compito dell'opposizione è quello di controllare e questo deve fare!" continua il consigliere.
"Quindi che stia zitto Loira sull'operato dell'opposizione e piuttosto si concentri a fare le cose per bene, distinguendo la destra dalla sinistra e soprattutto la maggioranza dall'opposizione.E se ne avesse bisogno, si compri degli occhiali per vedere meglio invece di mettermi sempre in mezzo alle sue ambiguità! Concludo dicendo che il suo atteggiamento legittima tutti a non rispettare le leggi dato che il primo cittadino è il primo a non rispettarle." conclude la Vitturini.

 

Letture:2116
Data pubblicazione : 03/10/2017 09:27
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
2 commenti presenti
  • giustoprocesso

    04-10-2017 05:19 - #2
    Le quote rosa, in un Paese come il nostro, sono necessarie. E' un fatto che le donne sono sottorappresentate in politica (l'Italia non ha mai avuto un Presidente del Consiglio o della Repubblica donna, al contrario ad esempio della Malesia, Stato musulmano...). E' anche un fatto che le cose non sembrano cambiare ad una velocitá soddisfacente. Siccome i pregiudizi restano, di uomini un po' antiquati ce ne sono, e credo che tutti desideriamo pari opportunitá per le nostre figlie, sorelle ed amiche, regole che aiutino le donne ad essere riconosciute per cio' che valgono sono cosa buona, giusta e necessaria. Detto questo, Loira in questo caso ha ragione: come cavolo si puo' pretendere che si metta una consigliera dell'opposizione in giunta? Qui le quote rosa non c'entrano niente.
  • susanna

    03-10-2017 13:41 - #1
    Non è escluso che il centro destra stia strumentalizzando la questione ma certo è che Loira sta dimostrando totale disinteresse circa la questione delle rappresentanza di genere. Al secondo mandato evidentemente è emerso il suo reale pensiero . La giunta ne è lo specchio.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications