Politica
Il nuovo corso del PD di Fermo. Il neo segretario D'Alessio: "La nostra ambizione? Fare Politica con la P maiuscola"

Nuovo corso per il Pd comunale di Fermo. Il recente congresso dei circoli ha infatti proclamato il 66enne Carlo D'Alessio come nuovo segretario. Il partito è confluito con unità e convenzione attorno al nome dello stesso D'Alessio, dapprima proponendolo come candidato unitario e poi vidimando la sua elezione con un consenso quasi unanime (128 i consensi su 132 votanti, con 4 astenuti).

Il nuovo corso del PD di Fermo. Il neo segretario D'Alessio:

Un consenso che, spiega il neo segretario, rappresenta al tempo stesso un onore ma anche una grande responsabilità: “La mia candidatura è nata dalla consapevolezza che il Pd di Fermo e quello nazionale andranno ad affrontare, nel breve e medio periodo, una fase delicata e difficile – commenta D'Alessio -. Tanto consenso vuol dire tanta responsabilità, perché quando la gente crede in te e ti appoggia ti investe anche dell'incombenza di rispondere in modo serio e concreto: cercherò di non deluderli”.

 

Nei prossimi quattro anni a D'Alessio spetterà quindi il non semplice compito di rilanciare il PD del capoluogo, reduce dal pessimo risultato delle elezioni comunali del 2015 (appena il 13,4% dei voti, ricorda lo stesso D'Alessio, “forse il risultato peggiore di sempre a Fermo"). Per riuscirci, D'Alessio si avvarrà del contributo di una segreteria che unisce gioventù ed esperienza: accanto al decano Ezio Donzelli, a Carlo Cochetti, Germana Ciccola e Pierluigi Malvatani (capogruppo del partito in consiglio comunale), ci saranno infatti i giovani Alessandro Renzi e Sara Franca, con quest'ultima che ha assunto il ruolo di vice segretaria.

Ricerca dell'unità, opposizione efficace e costruttiva a livello cittadino, propositività, dinamismo e confronto con i cittadini e con le associazioni: questi alcuni dei punti qualificanti dell'idea di partito che D'Alessio proverà a portare avanti. “L’unità è un valore prezioso, che però non viene calato dall’alto: occorre dedicarle tempo, impegno e disponibilità personale – spiega il segretario – e a volte , per il bene proprio e della comunità in cui si vive, può anche essere necessario fare un passo indietro”.

“Per quanto riguarda la vita interna cominceremo a lavorare dalla nostra base, da quei circoli che dobbiamo cercare di rimettere in moto. A questo abbineremo una fase esterna che ci porterà a cercare il dialogo e il confronto con la gente e le associazioni – prosegue D'Alessio presentando l'iniziativa di domani sera, in cui la sede del Pd fermano rimarrà aperta dalle 17 alle 19 per tutti quei cittadini che vorranno andare a condividere le proprie idee e le proprie proposte, un'iniziativa che i dem fermani vorrebbero riproporre ogni quindici giorni -. Cerchiamo di essere un partito dinamico, che organizzi iniziative e dibattiti, che ricerchi il contributo di tutti senza aspettare che siano gli altri a proporsi. Non vogliamo rimanere chiusi qui dentro”.

 

Il_PD_incontra_i_cittadini

Come si accennava, la situazione di partenza non è certamente facile. Il deludente risultato elettorale di due anni e mezzo fa ha lasciato in dote al Pd appena tre consiglieri, che sono rimasti in due dopo la fuoriuscita di Sonia Marrozzini, confluita in MDP. “E' indubbio che il PD di Fermo non attraversi una delle sue migliori stagioni– commenta sibillino D'Alessio – ed è normale che due consiglieri da soli facciano fatica a portare avanti il loro lavoro: nonostante questo continueramo a fare un'opposizione efficace, seria, puntuale e costruttiva, mai banale e stucchevole. Non faremo sconti all’amministrazione e alla maggioranza, ma abbiamo l’ambizione non solo di segnalare dei problemi, ma anche di suggerire delle soluzioni e delle proposte nuove”.

 

Ezio Donzelli è il veterano della segreteria e, come nota lui stesso, la sua presenza è un sintomo dell'unità del partito, avendo lui sostenuto nei mesi scorsi la mozione a favore della candidatura a segretario nazionale di Andrea Orlando: “Sono entrato in questa segreteria per motivi molto semplici – spiega – su tutti quello di dare un contributo al PD di Fermo in un momento politico molto particolare, e poi per la stima che ho nei confronti di Carlo, gran lavoratore e persona seria e concreta. La politica deve essere anche il luogo dove cittadini che hanno voglia di esprimere le loro idee trovino le condizioni idonee per farlo: noi dobbiamo cercare di intensificare il nostro sforzo nell'elaborazione politica".

A Sara Franca, la ventisettenne neo vice segretaria, spetterà tra gli altri compiti quello di rilanciare anche la comunicazione sui social del partito, sia per promuovere le proprie iniziative sia per sbugiardare le bufale che talvolta circolano sul web: “Questa è la mia prima esperienza politica seria – spiega- e con questa segreteria penso si possa ottenere molto. Vogliamo fare una buona politica, studiare i fatti e trovare delle soluzioni, non soltanto denunciare. Siamo pronti a metterci la faccia”.

“C’è tanto da fare – chiosa il segretario D'Alessio – ma ci mettiamo impegno perché abbiamo un'ambizione di cui andiamo orgogliosi: quella di fare Politica con la P maiuscola”.

Letture:1964
Data pubblicazione : 23/11/2017 13:06
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications