Politica
Morese sulla Fiera di Porto San Giorgio: "Strategia di comunicazione casereccia, frammentata, confusa e inutile"

“Abbiamo assistito in queste ore sui social ad una polemica relativa alla Festa del Santo Patrono, riguardante nello specifico la mancata pubblicizzazione della stessa, e così abbiamo voluto approfondire la situazione che, così come veniva descritta, sembrava paradossale” - inizia così il suo comunicato, Emanuele Morese coordinatore sangiorgese di Fratelli D’Italia.

Morese sulla Fiera di Porto San Giorgio:

“La Festa del Santo Patrono, non è solo un’occasione che la cittadinanza ha per raccogliersi attorno alle proprie origini e alle propri usanze ma dovrebbe essere soprattutto il volano, e quindi anche un’occasione vincente, per far conoscere la città di Porto San Giorgio in giro per l’Italia”.

 

“Cercando su internet, trovare la Festa di San Giorgio è un’impresa titanica. E una volta trovata le informazioni sono confuse e frammentate. Cercando sul sito ufficiale del Comune, non si trova nulla. Cercando sul sito sangiorgioturismo.it, altro sito pagato dai cittadini, non si trova nulla”.

 

“Sulle pagine Facebook la situazione peggiora perché si affacciano una marea di soggetti in cui è difficile districarsi. Così nella pagina ufficiale del Comune nessuna menzione alla festa; niente nemmeno su altri canali ufficiali. Poi scopriamo Porto San Giorgio Live, pagina collegato al sito sangiorgioturismo.it che si occupa di far conoscere eventi ai cittadini. Qui qualcosa si muove e scoviamo un evento che tratta della Fiera Sangiorgese ma con il programma in aggiornamento. A soli 15 giorni dall’evento il programma è in allestimento”.

 

“Senza voler offendere nessuno, ci troviamo davanti ad un caso piuttosto comune di strategia di comunicazione casereccia, frammentata, confusa ed infine inutile. E’ chiaro - spiega Morese - che la Festa del Patrono viva di luce propria ma non deve essere ridotta ad una festa di quartiere. Quella che dovrebbe essere un’occasione per promuoverci oltre i confini regionali, diventa una banalità, magari anche ben organizzata ma promossa con disinteresse”.

 

“Porto San Giorgio - continua Morese - non ha grandi quartieri industriali o manifatturieri e vive di commercio e turismo. Se si incrociano queste riflessioni con canoni di locazione di immobili commerciali alle stelle ed eventi organizzati in maniera posticcia il quadro risulta tragico per il futuro della nostra collettività che con la promozione e l’offerta turistica ci campa”.

 

“Questo intervento non vuole essere una critica fine a sè stessa ma un campanello d’allarme a cui segue tutta la disponibilità a risollevare la situazione. Ad onor del vero - conclude il coordinatore di Fratelli d’Italia - ci siamo tanto lamentati della gestione Ciabattoni, ma mai avremmo creduto che si potesse fare peggio. Confidiamo nella figura del neo assessore al commercio Valerio Vesprini e speriamo di poter avere presto un incontro con lui per poter portare il nostro contributo di idee e suggerimenti. Pur essendo all’opposizione siamo pronti a rimboccarci le maniche per la città perché il futuro non ha colore né divisioni”.

Letture:1840
Data pubblicazione : 07/04/2018 11:14
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications