Politica
Montegiorgio. Ultimi giorni da sindaco di Armando Benedetti, ecco il bilancio di 10 anni di amministrazione: "Agito sempre con coscienza, serietà e attenzione"

“Fare un bilancio dei miei due mandati è un atto doveroso verso i cittadini e necessario anche per rendere giustizia alla giunta uscente, perché è bene che tutti sappiano che ci siamo impegnati fino in fondo per portare benessere e tranquillità al nostro comune. Abbiamo agito sempre con coscienza, competenza, serietà e attenzione nei confronti di tutti”. E' un Armando Benedetti tranquillo ma al tempo stesso risoluto quello che si appresta a vivere gli ultimi giorni da sindaco di Montegiorgio: prima di congedarsi dalla scena politica, però, il primo cittadino ha voluto fare il punto della situazione su quanto fatto dalle sue due amministrazioni e sull'eredità politica che lascerà al prossimo esecutivo.

Montegiorgio. Ultimi giorni da sindaco di Armando Benedetti, ecco il bilancio di 10 anni di amministrazione:

Tanti, ovviamente, i temi sul tavolo. Tra i fiori all'occhiello il lavoro sul Teatro Alaleona, “che con piccoli accorgimenti abbiamo reso accessibile e vivibile proponendo fin dal primo anno stagioni di prosa, di musica e di spettacoli per ragazzi. Siamo riusciti a portare in città le migliori compagnie d'Italia, facendo concorrenza anche a strutture più grandi e con maggiori disponibilità economiche, valorizzando al tempo stesso al massimo il coro polifonico e accompagnando la nascita della Junior Band”.

Grande attenzione, poi, è stata rivolta anche al patrimonio comunale, cercando di mantenerlo in buono stato e di renderlo il più possibile fruibile a tutti i cittadini. Durante i due mandati di Benedetti, Palazzo Passari, in seguito ai lavori di ristrutturazione che interessarono in particolar modo tetto e pavimentazione, è diventato la nuova sede del Municipio. Prima del terremoto, inoltre, il sindaco ricorda di aver reso agibile la Chiesa di san Francesco, permettendo a tutti, montegiorgesi e turisti, di visitare la cappellina interna di grande pregio artistico e religioso.

Dal punto di vista della viabilità, invece, “abbiamo cercato di mantenere in buone condizioni anche le strade secondarie e dov'è stato possibile abbiamo proceduto a diverse asfaltature” - spiega. “Stiamo poi completando la sostituzione dei corpi illuminanti con la nuova tecnologia a led – continua il sindaco scorrendo i punti del programma realizzati nei suoi dieci anni di amministrazione -. Abbiamo insistito molto sulla raccolta differenziata porta a porta, creando anche un ecocentro comunale. Per quanto riguarda la sicurezza abbiamo cominciato a installare punti di videosorveglienza (sette, quattro a Piane e tre in centro storico, ndr) e abbiamo già soldi per poterne localizzare altri. Tengo poi anche molto al lavoro sui cimiteri: abbiamo costruito alcune cappelline nuove in quello storico, riqualificando tutta la zona con il rifacimento del manto stradale e dei marciapiedi, abbiamo ampliato quello di Alteta e consolidato quello di Cerreto”

 

Due però gli argomenti su cui il primo cittadino uscente ha voluto concentrare particolarmente la propria attenzione, questioni che verranno poi ereditate anche dalla prossima amministrazione, in primis quella relativa alla casa di riposo. Benedetti si è detto orgoglioso di essere riuscito a ottenere, oltre a 20 posti di residenza protetta, anche altri 20 di residenza protetta per demenze e altrettanti di Rsa per Alzheimer: “Abbiamo fatto la permuta con la Confraternita della Misericordia per avere a disposizione gli spazi dell'ex convento dei Cappuccini – ricorda il sindaco – perché ci sembrava la zona ideale per ospitare una struttura che dovrà avere anche un'area verde e i parcheggi: in centro storico, infatti, non c'erano spazi adeguati”.

Sul polo scolastico, invece, posto che il sisma ha messo chiaramente in evidenza la non sicurezza delle strutture attuali, il sindaco ha rivendicato la scelta di costruire il nuovo edificio in contrada Crocedivia, sismicamente più sicura del centro storico e funzionale anche all'obiettivo di collegare quanto più possibile, sia umanamente che strutturalmente, lo stesso centro storico con la frazione di Piane. Per l'opera il Comune ha già a disposizione otto milioni e mezzo e i lavori procederanno a stralci.

 

Dieci anni sono naturalmente un periodo molto lungo: tanto ovviamente è stato fatto, ma al tempo stesso non manca anche qualche rimpianto, tra questi proprio la difficoltà di considerare come un tutt'uno Piane e il centro storico, che troppo spesso “sembrano due corpi separati”. “Avrei desiderato poter realizzare prima la casa di riposo, ma è stato necessario stabilire prima il fabbisogno dell'Area Vasta per decidere poi quanti posti potessero assegnarci – continua Benedetti -. Avrei poi voluto abbattere Palazzo Colonna. Ad agosto scadranno delle concessioni e a quel punto il Comune potrà o comprarlo o espropriarlo: dopo l'eventuale abbattimento si potrebbe creare al suo posto una sede del Coc”.

 

Ma cosa farà Armando Benedetti dall'11 giugno?: “Tornerò a svolgere la mia professione, basta con la politica – sorride, prima però di tendere la mano a chiunque avesse bisogno della sua esperienza -. Naturalmente in dieci anni ho acquisito una certa conoscenza della macchina burocratica: da questo punto di vista sono a disposizione di chiunque volesse chiedermi dei consigli”.

 

Letture:1489
Data pubblicazione : 01/06/2018 14:19
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications