Politica
Terrenzi scrive a Franchellucci: "Unificazione tra i due Comuni: un incontro subito per evitare che le intenzioni restino tali"

Il Sindaco, Alessio Terrenzi, ha formalmente chiesto al collega di Porto Sant’Elpidio, Nazareno Franchellucci, di incontrarsi attorno ad un tavolo per iniziare a ragionare, in modo concreto, sulla possibile riunificazione tra i due Comuni.

Terrenzi scrive a Franchellucci:
“Già in passato ci siamo incontrati per iniziare un discorso che, in questo momento, credo debba essere affrontato con continuità e non in modo sporadico – scrive Terrenzi - Ritengo che sia necessario incontrarci per stabilire un metodo da seguire, da qui in avanti, istituendo un’apposita commissione intercomunale che sia non solo politica ma che annoveri, al suo interno, anche rappresentanti dei cittadini, dell’imprenditoria, del commercio, del turismo e di tutti quei settori che saranno toccati da una novità di questo tipo. 
Credo molto nel lavoro di squadra e sono certo che, anche in questo caso, sarà prezioso il contributo di tutti: non possiamo esimerci dal lavorare in modo sistematico e con metodo per avere in mano tutti gli elementi necessari per una valutazione serena dell’intero quadro ed arrivare, poi, ad una decisione e ad un voto informato da parte di tutti nel momento in cui la cittadinanza sarà chiamata ad esprimere il proprio parere. Credo che ci siano le condizioni per iniziare a lavorare in modo proficuo e ritengo indispensabile dare concretezza ad un percorso che possa portare ad una decisione, sia essa positiva che negativa, da esprimersi congiuntamente entro l’anno 2020. Trovo che sia importante darci una scadenza per evitare che le intenzioni restino tali”.
Terrenzi ha fatto la prima mossa, dunque. La tappa successiva – se anche il collega Franchellucci sarà di questo avviso – sarà quella di fissare un incontro per iniziare a lavorare in modo concreto.
Letture:1854
Data pubblicazione : 27/07/2018 14:16
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
2 commenti presenti
  • Carlo L.

    28-07-2018 19:13 - #2
    Non si può non essere d'accordo con il commento della Sig. Giusy, e tale considerazione dovrebbe essere fatta anche dai due Sindaci di Fermo e Porto San Giorgio. Mai come ora dovrebbero essere unificati i due Comuni lasciando da parte campanili e piccole diatribe che la maggioranza della popolazione ha da tempo superato. Certo, ci vorrebbe un atto di coraggio dei due sindaci che francamente mi sembra proprio non hanno.
  • Giusy

    27-07-2018 18:56 - #1
    Ecco due Sindaci intelligenti che sanno come andare avanti. La fusione comporterà una città di circa 43.200 abitanti la più popolosa della provincia di Fermo. Ma la lungimiranza dei due interlocutori non stà solo nei numeri, o meglio anche in essi ma nell'aver capito molto prima di altri i vantaggi delle fusioni a partire del numero di finanziamenti in più che potrebbero avere dallo Stato Centrale, deroga al patto di stabilità ecc.ecc. insomma una visione lungimirante che se concretizzata potrebbe cambiare il volto sia delle due città e gli equilibri all'interno della stessa provincia di Fermo e Regione. Mentri gli altri sindaci sfogliano la margherita rimanendo ancorati a vecchi schemi Terrenzi e Franchellucci tirano dritto. Oramai è anacronistico avere piccoli comunelli che non riescono neppure a gestire il quotidiano e allora la soluzione è la fusione per sopravvivere e vivere. Una grande unione dei comuni della Montagna con Amandola ed altri, una unione della media Valle del Tenna con Montegiorgio potrebbe essere la soluzione per garantire fiato e fondi a territori man mano sempre più destinati alla fine. Sisma, crisi economica hanno spostato un flusso interminabile di gente lungo le aree costiere occorre invertire la rotta ed è solo con tali iniziative che si possono ottenere tali risultati. In politica la miopia è l'anticamera della irrilevanza. Per Fermo e Porto San Giorgio il discorso è diverso. Entità da anni integrate socialmente, economicamente e culturalmente hanno solo l'aggravante di una inadeguata classe politica altrimenti queste due realtà potevano essere da anni e anni l'esempio fattivo di una intelligente fusione. Speriamo solo nei prossimi 2000 anni....Intanto !!!
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications