Politica
Buondonno (Sinistra Italiana): "Spesi 100 mila euro per uno stand della Regione al Meeting di Comunione e Liberazione, ma ancora più grave far lavorare gratis gli studenti"

"È già piuttosto grave che la Regione Marche spenda quasi 100.000 euro, del fondo sociale europeo, per uno stand al Meeting di Comunione e Liberazione - è l'attacco di Giuseppe Buondonno, Coordinatore regionale Sinistra Italiana Marche. Ma è assolutamente inaccettabile che l’Assessore Loretta Bravi chieda ai Dirigenti scolastici di favorire la presenza di 50 studenti per provincia, per portarli a lavorare gratis allo stand – pagato con soldi pubblici – presso l’iniziativa di un’associazione privata e politicamente esposta; per giunta pretendendo di far rientrare questa operazione nelle attività di alternanza scuola-lavoro. A prescindere dal giudizio generale su tali attività – per le quali, giustamente, molte associazioni studentesche chiedono che essa venga, comunque, retribuita – è certo che, se esse hanno un senso (a maggior ragione in quanto obbligatorie) lo hanno nel caso in cui siano finalizzate a rafforzare il legame tra lo specifico percorso formativo e la sua diretta proiezione lavorativa; non certo come esperienza di lavoro gratuito per un movimento politico – culturale."

Buondonno (Sinistra Italiana):

"Condividiamo pienamente la forte critica mossa dalla Rete degli Studenti delle Marche - continua Buondonno - che evidenzia il rischio di sfruttamento degli studenti, i quali dovranno partecipare – per giunta in pieno periodo estivo – ad un convegno politicamente schierato, senza alcuna reale ottica formativa. Se la Giunta regionale delle Marche vuole finanziare copiosamente e surrettiziamente Comunione e Liberazione, per logiche di bassissima cucina politica, se ne assuma la responsabilità, ma non utilizzi gli studenti e la scuola pubblica, perché entrambi hanno diritto a Istituzioni che si prendano cura seriamente dei processi e dei diritti formativi."

"Vogliamo sperare che i Dirigenti scolastici marchigiani - consapevoli della serietà della scuola e del fatto che gli studenti non sono pedine da usare per operazioni di basso livello – declinino l’invito dell’Assessore e, piuttosto, invitino la Regione Marche a utilizzare i fondi europei per progetti seri, finalizzati ad aiutare veramente la scuola e gli studenti. Per esempio, per attività di start up che sostengano imprese e attività dei neodiplomati; oppure per un sostegno reale al diritto allo studio universitario o a progetti di ricerca - ha concluso Buondonno. L’Unione Europea ha colpe e responsabilità gravissime nelle politiche di austerità e di tagli imposti ai governi europei; ma certo, vicende come questa rischiano gli onori della cronaca, come esempi di spreco e di abuso.""

Letture:2956
Data pubblicazione : 14/08/2018 11:23
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
10 commenti presenti
  • una vita nel pd: ipocrisia a tonnellate

    16-08-2018 12:33 - #10
    lo specchio della disfatta della "sinistra" in italia. una sinistra inesistente crollata sotto il peso della propria falsa coscienza.. una finta sinistra nutrita di ipocrisia che da decenni lavora per il neoliberismo con el sua lobby le sue banche e la sua mancanza totale di valori e cultura di sinsitra. ora questo personaggio che per una vita ha militato nel pd quando rifinanziava le guerre imperialiste si riscopre e ricicla come pseud-radicale. per una vita nel pd filo-capitalista e ora cosa vuole recitare? non siete credibili. solo fallimenti
  • Chiara Achilli

    15-08-2018 18:19 - #9
    Lettera a Buondonno, caro Peppino, è ora di finirla di lamentarci per quello che fanno gli altri e prendere atto che quello che per anni è stato il vessillo della sinistra “....siamo i più bravi,siamo i più intelligenti, siamo i più capaci, siamo i più onesti, siamo gli unici a capire come va il mondo...”oggi non ha più senso e ne riscontri. Quando governiamo dimostriamo di non saper capire l’umore della gente, non sappiamo fare scelte equilibrate, non sappiamo affrontare, con soluzioni serie, la crisi occupazionale e morale di questa Nazione. Il governo Renzi è stato drammaticamente devastante per tutti. E’ riuscito a fare riforme raffazzonate, inconcludenti, posticce e tutte rivolte a quella classe imprenditoriale ed economica che è capace di chiedere sacrifici solo ai lavoratori senza che loro siano capaci di rinunciare a nulla. Abbiamo spacciato per riforme strutturali norme illeggibili vedi riforma del Senato che si dava per abolito quando era solo “nominato. Quando facciamo opposizione siamo solo in grado di attaccare quello che fanno gli altri senza proporre, senza saper dialogare per ottenere anche miglioramenti alle normative che il governo propone, come ha sempre fatto il vecchio PCI. La politica del PD è più una diatriba tra comari che tra uomini capaci di dialogare, proporre, mediare. Tralascio Renzi che non è da annoverare tra i membri di una seria classe politica ma Martina e gli altri del PD continuano a fare magre figure sostenendo unicamente che loro erano migliori. Migliori di cosa Peppino ? Se poi ci allarghiamo alla Sinistra in generale troviamo solo macerie, corpuscoli di pseudo partiti chi al 1%, chi al 2% e chi non pervenuto insomma un deserto totale. Buondonno inutile continuare a discutere se prima non ci chiariamo che le vecchie parole che hanno fatto forte la sinistra al tempo del PCI sono desuete, il mondo è andato avanti... tanto avanti. Se quelle parole non si rinnovano la sinistra è morta. Occorre parlare di riforme in modo serio e credibile e non come ha fatto Renzi e tutta la sua compagnia di “incapaci” politici che lo hanno sostenuto. Occorre avere coraggio di riformare tutte le istituzioni, dalla Camera al Sento (eliminandolo definitivamente) alla Corte Costituzionale, accorpare regioni, comuni e le inutili oramai provincie. Riformare seriamente la giustizia vero cancro di questa nazione, la scuola e la sanità e la pubblica amministrazione con riforme strutturali serie . Altro che buona scuola imbiancando solo le aule. Scuola a tempo pieno e con una didattica nuova e all’avanguardia obbligo della lingua straniera fin dalle materne, ritorno del latino almeno fino alle medie, informatica, educazione civica, vera alternanza scuola lavoro per le superiori fin dal primo anno di scuola. Sanità medici dentro o fuori basta con i medici a mezzo servizio. Chi sbaglia, basta pietismo. Alla Bindi è costato il posto di ministro ma oramai i tempi sono finiti per tanto, troppo permissivismo sanità di qualità a cui tutti debbono partecipare sulla base delle proprie possibilità. Fuori i corrotti dalle istituzione e dai luoghi pubblici senza processi e senza pietà. Basta tolleranza. Riforma sindacale con un ruolo diverso e non più di assistenzialismo del vecchio sindacato capace solo di difendere i lavoratori lavativi vedi vicenda OMSA a Fermo. Processi che si devono concludere entro un massimo di tre anni e non con sentenze dopo venti anni. Massimo due gradi di giudizio. Eliminazione degli inutili TAR e della Corte dei Conti solo centri di potere e di clientele. Si parla spesso di burocrazia che appesantisce le procedure. Tutto falso la burocrazia è figlia di leggi inutili, scritte male e difficilissime da comprendere. La burocrazia è la conseguenza di una inetta classe politica incapace di legiferare. Questo, e non solo questo, è quello che serve a questa nazione e se la sinistra saprà aprire varchi in questo senso forse, allora, ci sarà spazio per non continuare ancora a parlare di “feticci” come l’art.lo 18.
  • ERNESTO CHE

    15-08-2018 12:35 - #8
    Ogni tanto, il sig. “Peppino”, si sveglia dal letargo politico in cui lo hanno costretto gli eventi e se la prende con il primo che passa. Oggi c'è C.L. che sfrutta i ragazzi, poi, fra un pò, 2/3 anni toccherà a qualche altro è così via. Questa è la nuova strategia che la nuova sinistra che avanza usa per contrastare il passo alla Lega e ai 5Stelle. Una strategia fatta da stitici “sinistri” più pensionati che politici. Questo passa il convento a livello locale, regionale e nazionale. Strategia studiata a tavolino da illuminati fautori del “fancazzismo” intellettuale della sinistra Italiota. Sparare più o meno a caso e rigorosamente ogni due/tre anni su questo o quell'argomento senza conoscerne i particolari. Strategia vincente di una pseudo sinistra in stato confusionale, sempre più salottiera, autoreferente e inconcludente. Il motto per Buondonno & C. potrebbe essere "Lunga Vita alla Lega e al movimento 5Stelle".... Cuscì me riposo e non devo sta tanto a penza e preoccupamme io co tutti quilli comme me de fa che co....!!! Sig. Buondonno so che uno come lei non accetta consigli, altrimenti lei e la sinistra non stareste così male e nel nulla politico che oggi vi contraddistingue a partire da Renzi per giungere a quella sinistra frammentata fatta di piccoli e privati circoli culturali che definite “partiti”ed in cui, ciascuno, pensa di essere più di sinistra dell’altro per poi farsi scavalacare a sinistra dalla Lega e dal Movimento 5 Stelle, però un suggerimento mi sento di darglielo. Non è così che si fa politica, perché non è così che si avvicinano le persone ad ideali o meglio idee oramai troppo standardizzate entrate nella testa della gente. Non è sparando sempre contro che si ricostruisce una seria alternativa che non sia fatta solo di slogan passati ma di concetti e speranze per un mondo moderno. La nuova sinistra che non è quella di Renzi e ne tantomeno la Sua deve partire da un dialogo con tutti senza esclusione anche con chi la pensa in maniera opposta inculcando concetti che oggi nella società mordi e fuggi sono scomparsi, quali; più certezze, più concretezza,più onestà, più trasparenza e più presenza e vicinanza . Buondonno, capisco è fatica è sacrificio è molto più facile pontificare dai salotti che dalle strade e dal degrado ma, mi creda, non basta definirsi "compagni" per pensare di poter fare qualcosa qui ci vuole altro e mi permetta.... altri !
  • che problema c'è ?

    15-08-2018 00:40 - #7
    Certo che dire che il meeting di Rimini , che è il più grande evento clturale che si svolge in Italia annualmente, non ha valenza formativa è spararla grossa parecchio, Buondonno ! Inoltre, l'apertura del meeting a qualunque parte politica è notoria, sia nelle intenzioni, che nei fatti, ce ne fossero non settari e disposti all'incontro con chiunque come al Meeting ! Ma si sa , non sempre la curiosità del diverso e l'accoglienza a prescindere dall'ideologia non sono nel DNA di un vecchio e ligio comunista !
  • Giusy

    14-08-2018 19:15 - #6
    Povero Peppino, ha fatto tanto per il PD ed ora ne parla male...perché???!!! In fondo uno come lui che ha pensato sempre da "statista" oggi si ritrova con i 4 sfigati di Sinistra Italiana che non sono certo meglio del PD. Su Peppino non ti abbattere continua così, dopo aver distrutto il PDS, il PD, la giunta Brambatti non ti rimane che dire .....ma quanto è acerba l'uva di C.L.!!!
  • Lucio

    14-08-2018 17:49 - #5
    Ha scoperto l acqua calda!!!!! Mio figlio sta in uno studio commerciale di Fermo da tre anni gratis!!!! E vi assicuro che lavora...in più fa anche il cosiddetto lavoro sporco... sistemare archivi...le fatture degli ultimi anni eccecc.va di moda sfruttare i giovani...gli imprenditori prendono i dipendenti solamente se lavorano gratis o sfruttano la situazione con garanzia giovani o i servizi sociali!!!! Poi avanti un altro!!! Tutto questo grazie al PD e a delinquenti tipo Poletti e del Rio!!!!
  • ffrancesco

    14-08-2018 15:39 - #4
    Il Meeting è una occasione formativa educativa e creativa di pensiero. Chi la critica vuole solo pensiero unico asservente e reverende.I giovani, li volano alto e non addormentati..
  • Franco

    14-08-2018 14:52 - #3
    Bravo, Buondonno...continua ogni tante anche a te succede di dire cose... di sinistra. Il peggiore governo PD della regione Marche degli ultimi trent'anni. Ceriscioli e giunta Regionale inadatti a governare questo "condominio" che si definisce regione Marche. Dimissioni subito è il minimo da chiedere a chi non sa fare politica e non sa neppure di cosa parla!
  • Paolo

    14-08-2018 14:28 - #2
    Ohhhhh!!!!! Finalmente una cosa de sinistra!!!! Sti pori ragazzi nostri sfruttati giornalmente!!!!! È llu' sindacatu de na ota!!!! È llu' PCI.... è llu' Berlinguer!!!! È lle BR!!!!
  • SENTI CHI PARLA

    14-08-2018 11:49 - #1
    Alle tue "sagre comuniste" che ti hanno permesso di raccogliere voti e quindi stipendi tutti hanno lavorato gratis. Il volontariato vale per tutti e comunque nel caso del meeting di Rimini è una grande occasione concreta che molto spesso consente agli stessi studenti di trovare occupazione all'interno di CL cosa che non avviene all'interno delle tue "associazioni". Grazie a tutti coloro offrano opportunità ai giovani.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications