Politica
Arrigoni (Lega): "Terremotati priorità assoluta per Matteo Salvini e il Governo nella Legge di Bilancio"

"Nella legge di bilancio i terremotati sono stati una priorità assoluta per Matteo Salvini e il governo". Lo confermano il senatore Paolo Arrigoni, responsabile della Lega Marche e i parlamentari marchigiani Tullio Patassini, Giorgia Latini, Luca Paolini e Giuliano Pazzaglini riferendo sulle manovre introdotte con il maxiemendamento.

Arrigoni (Lega):

Arrigoni, impegnato in questi giorni a seguire i lavori della Commissione Bilancio, è orgoglioso di poter restituire risposte fondamentali per la domanda di rinascita del territorio

"Non solo abbiamo progato la decorrenza del pagamento della busta paga pesante, ma abbiamo allungato la modalità di rimborso: si pagherà in 120 anziché 60 rate a partire dal 1 giugno 2019  – spiega il senatore leghista. Inoltre, abbiamo escluso fino al 2020 dal reddito imponibile ai fini Irpef i redditi su fabbricati inagibili o distrutti. Importantissimo anche l'emendamento della Lega per l'esclusione dal reddito anche ai fini Isee il che restituirà alle famiglie la possibilità di vedersi riconosciuti agevolazioni per le tasse universitarie, l'accesso ai servizi comunali, l'esenzione al ticket sanitario, i libri per le scuole, le prestazioni sanitarie a domicilio o i bonus bebè."

 

Rinviata di un anno ancora (gennaio 2020) la notifica delle cartelle di pagamento e la riscossione delle somme, buone notizie arrivano anche per le attività commerciali e turistiche del cratere.

"Come promesso abbiamo puntato a garantire la ricostruzione anche dal punto di vista della gestione – aggiunge Arrigoni – Sono particolarmente felice di poter dire che sono stati prorogati fino al 2020 la struttura del Commissario, gli Uffici Speciali regionali ed i 700 tecnici con contratto a tempo determinato che si occupano delle pratiche della ricostruzione privata e pubblica anche presso i comuni del cratere. Per oltre sessanta di loro abbiamo anche doverosamente derogato dall'applicazione del Decreto Dignità perché sarebbe stata una follia rallentare l'operatività amministrativa e tecnica della ricostruzione sottraendo personale qualificato e con esperienza sul campo alla ricostruzione".

 

Arrigoni aggiunge che "i comuni del cratere potranno utilizzare gli avanzi di amministrazione per gli investimenti necessari alla ricostruzione sottolineando che lo stato di emergenza viene esteso a tutto il 2019 con uno stanziamento di 360 milioni di euro."

 

"Provvedimenti pro-terremotati anche in ambito sanitario grazie ad un altro emendamento della Lega - prosegue il senatore -: escluso il blocco delle riassunzioni per chi lavora a tempo determinato per far fronte all'emergenza sisma."

 

"Avevamo promesso fatti e fatti consegniamo alle comunità dell'Appennino centrale che hanno atteso per due anni concretezza dai governi PD – conclude Arrigoni – Governo e maggioranza Lega-M5S dopo le importanti misure introdotte nel DL 55, nel proroga termini di luglio e nel DL Genova ne hanno inserito altre ed essenziali nella legge di bilancio. È stata una battaglia lunga e dura in cui non abbiamo mai disertato, come le opposizioni invece vorrebbero far credere, perseguendo ogni possibile soluzione nel rispetto, obbligato, dei vincoli europei perché Salvini e la Lega hanno a cuore le comunità terremotate alle quali non mancherà mai in futuro il sostegno."

 

"Nella Legge di bilancio inserita anche la proroga della Zona Franca Urbana al 2020. È la ciliegina che La Lega di Matteo Salvini e il governo mettono sulla torta fatta di provvedimenti strategici per la rinascita delle zone terremotate del Centro Italia".Lo comunicano con soddisfazione il senatore Paolo Arrigoni, responsabile della Lega Marche ed i parlamentari marchigiani Tullio Patassini, Giorgia Latini, Luca Paolini e Giuliano Pazzaglini a margine dell'approvazione della legge di bilancio da parte del Senato.

"Siamo riusciti ad inserire nella manovra fin da ora un provvedimento fondamentale per le attività economiche di Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo che hanno subito danni pesantissimi" sottolinea Arrigoni ricordando come la Zona Franca Urbana preveda la concessione di esenzioni fiscali e agevolazioni contributive ad imprese e titolari di reddito di lavoro autonomo (solo esenzioni contributive) con una riduzione del fatturato almeno pari al 25% rispetto al corrispondente periodo dell'anno precedente.Spetterà all'Inps disciplinare entro trenta giorni dall'entrata in vigore della legge le modalità di rimborso dei contribute non dovuti dai soggetti beneficiari.

 

Per favorire lo sviluppo economico e commerciale delle aree terrremotate sono state previste agevolazioni anche per chi intraprende entro il 31 dicembre 2019 una nuova iniziativa economica all'interno della Zona Franca Urbana: esenzione da imposte sul reddito, IRAP, IMU sugli immobili produttivi, contributi previdenziali e assistenziali. Non sono ammesse le imprese che svolgono attività appartenenti alla categoria F della codifica Ateco che, alla data del 24 agosto 2016, non avevano la sede legale nei comuni del cratere.

 

"Dall'ascolto e dal monitoraggio del territorio e su sollecitazione del Commissario per la Ricostruzione Farabollini, abbiamo fornito alle aree terremotate del Centroitalia strumenti che consentano loro di fronteggiare la fase ormai discendente della straordinaria solidarietà dimostrata dagli italiani – spiega il senstore Arrigoni – Ci siamo battuti doverosamente fino all'ultimo perché riteniamo la Zona Franca Urbana un provvedimento essenziale per ricostituire quel tessuto economico che, insieme ai servizi, determinerà un'inversione di tendenza nei segnali di spopolamento che arrivano dal territorio".

"La Zona Franca Urbana è l'ennesima prova che Matteo Salvini e maggioranza Lega-M5S continuano a parlare con i fatti  -conclude Arrigoni – Dopo le importanti misure introdotte nel DL 55 e nel DL Genova, con questa legge di bilancio le comunità terremotate sanno che non faremo mai mancare loro ogni possibile sostegno."

 

Letture:1449
Data pubblicazione : 23/12/2018 11:23
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications