Pubblica Amministrazione
Affitti a carico degli uffici pubblici. Nota di Andrea Morroni, Federazione della sinistra di Fermo

Dopo la nostra sollecitazione, cui è seguita quella altrettanto puntuale da parte del Presidente della Provincia  Fabrizio Cesetti, sembra che qualcosa si sia mosso. Abbiamo infatti avuto notizia che sopralluoghi sono stati effettuati sulla nuova caserma della Guardia di Finanza. Nessuna notizia invece rispetto all’immobile che avrebbe dovuto ospitare la Guardia Forestale.

 Affitti a carico degli uffici pubblici. Nota di Andrea Morroni, Federazione della sinistra di Fermo

Per i locali siti in viale Trieste di proprietà ex-INPDAP (ora INPS) attualmente occupati in minima parte dalla Conservatoria e dal Catasto, il giudizio è stato invece lapidario: “antieconomico” l’uso degli stessi; giudicati da qualcuno addirittura “fatiscenti”.
Le nostre informazioni ci dicono invece che la spesa per la manutenzione e la messa a norma dell’immobile di proprietà dell’Ente, non sarebbe superiore  a due annualità di canone di  affitto corrisposto ai privati per la nuova sede di Via Salvo D’Acquisto. Su questo punto avremmo piacere di essere smentiti e pertanto auspicheremmo un sopralluogo da parte di chi è deputato a decidere in merito a tale questione. La superficie dei locali in questione, ora in disuso, per quanto ne sappiamo sarebbe così ampia da poter allocare l’intera Agenzia delle Entrate. Ricordiamo inoltre che lo stesso Inps, proprietario del manufatto, corrisponde un canone d’affitto per la detenzione dei locali nell’ex Seminario. Purtroppo, invece di mettere a frutto la situazione favorevole, l’INPS sembrerebbe intenzionato a cartolarizzare (vendere) quell’immobile dando luogo all’inspiegabile paradosso, per cui si venderebbe (o svenderebbe?) beni di proprietà pubblica per  poi continuare a pagare lauti affitti ai privati.
Di sicuro c’è che la Prefettura e l’Ufficio delle Entrate, da soli, ci costano ogni anno quasi 800.000 euro di affitti (8 milioni di euro in 10 anni); sono tanti soldi!
Soldi che purtroppo l’Italia non ha, che arrivano da una tassazione sempre più pressante e finiscono nel costante aumento della spesa pubblica. Sentirsi dire che non si può aumentare ad un anziano una pensione di 500 euro al mese perché lo Stato ha troppi debiti e sapere che poi si spendono milioni di euro per tenere un ufficio pubblico, è spaventoso!
Si può essere un po’ meno “splendidi”, seppur dignitosi, e rimettere a disposizione della collettività risorse da destinare ad investimenti finalizzati alla  creazione di posti di lavoro e alla riduzione del disagio sociale.
Nessuna polemica con il Prefetto o con l’Agenzia delle Entrate, ma a chi è delegato alla firma di questi contratti di affitto (che sia il Demanio o qualche altro Ministero) poniamo una rilevante questione politica: viste le condizioni disastrose del nostro Paese e dei suoi cittadini, ce li possiamo permettere questi affitti?
Se è vero che ognuno deve fare la propria parte, chiediamo “più lungimiranza e più sobrietà” nella programmazione della spesa da parte di chi deve gestire i nostri soldi, certi che, anche dentro un immobile di proprietà delle Stato o dei suoi Enti, si riuscirà a lavorare e ad assicurare un buon servizio agli utenti.
Daremmo una mano a questo malandato Paese, prima che sia troppo tardi.

Letture:1094
Data pubblicazione : 10/12/2013 09:40
Scritto da : Andrea Morroni, capogruppo federazione della sinistra
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Paolo Bartolomei

    10-12-2013 11:23 - #1
    Senza dimenticare che i Carabinieri pagano da quasi 40 anni l'affitto per stare nella nuova caserma di Via Beni. Ma i vari ministeri (Interni, Entrate etc.) non farebbero prima a costruirsele in proprio le sedi dei loro uffici, diventando proprietari degli immobili? Ad esempio: la spesa sostenuta dal Ministero degli Interni per l'affitto della caserma dei CC a Fermo dal 1976 ad oggi, secondo me è pari a ben più del doppio o del triplo necessario per la realizzazione di un solo edificio. Quindi una gestione assolutamente irragionevole e antieconomica! Inoltre con immobili costruiti prima della bolla speculativa degli ultimi 20 anni, ci sarebbe stata una forte rivalutazione economica degli stessi immobili pubblici, da sfruttare in caso di vendita sul mercato, invece... Spero solo che l'edificio ex Cops (quello si, di proprietà del Ministero degli Interni) sia presto ristrutturato e vada ad ospitare Polizia di Stato e Polizia Stradale (che, manco a dirlo, da anni pagano l'affitto all'INAIL, ente proprietario dell'edificio in via Pompeiana !)
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications