Pubblica Amministrazione
Fermo: grande adesione per la Giornata della Trasparenza.

L’attuazione della trasparenza nel Comune di Fermo. Sarà questo il tema che verrà affrontato dal Presidente del Consiglio Comunale Sandro Vallasciani nel suo intervento in programma per la Giornata della Trasparenza, giovedì 12 dicembre.
 

Fermo: grande adesione per la Giornata della Trasparenza.

L’iniziativa, incentrata sull’evoluzione della trasparenza e sull’utilizzo dei nuovi sistemi informatici, si svolgerà presso la Sala dei Ritratti di Palazzo dei Priori a partire dalle 9 e 30. “La mattinata di approfondimento è rivolta ai cittadini e alle scuole superiori – spiega Sandro Vallasciani, Presidente del Consiglio Comunale - C’è già grande adesione da parte delle dirigenze scolastiche. Per i ragazzi, che rappresentano i cittadini di domani, la possibilità di utilizzare questi strumenti di trasparenza che consentiranno di conoscere al meglio le opportunità e i loro diritti”. La Giornata della Trasparenza è prevista come primo appuntamento annuale, secondo quanto stabilito dal decreto legislativo n. 150 del 2009 che, all’articolo 11, definisce la trasparenza come “accessibilità totale” da garantire essenzialmente anche attraverso lo strumento della pubblicazione sui siti istituzionali delle amministrazioni pubbliche di tutte le informazioni riguardanti ogni aspetto dell’organizzazione amministrativa. In linea con quanto previsto dal programma triennale 2013-2015 per la trasparenza e l’integrità, adottato con atto deliberativo n. 97 del 28 marzo 2013, la Giunta Comunale ha istituito la ricorrenza. La giornata, rivolta in particolare agli studenti delle scuole superiori, grazie alla collaborazione delle Dirigenze scolastiche, coinvolgerà il Consiglio Comunale. Aprirà l’incontro il saluto del Sindaco Nella Brambatti. Ad illustrare l’argomento e le modalità di accesso alle diverse informazioni, saranno l’Ingegnere Augusto Ruggia e il Dottor Paolo Braccini, componenti del Nucleo di Valutazione del Comune di Fermo. A concludere i lavori sarà il Presidente del Consiglio Comunale.

 

Letture:3500
Data pubblicazione : 10/12/2013 16:41
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
20 commenti presenti
  • Trasparenza ovvero inno a "lu sverdu"

    13-12-2013 10:00 - #20
    si parla de lu sverdu anziché dei funghi perché la pratica è emblematica di come se fa li sverdi in Italia e quindi a Fermo. Purtroppo funziona così
  • Pinetta de Montò

    12-12-2013 19:29 - #19
    Pinittu le cose adè due, o te si nvecchiatu o si fatto lo vì noo e ne si beuto troppo, ha certo era lì belli tempi che javi veenno là Pè sotto al domo bottiglie de vino importanti,ma ce sarà stato lo Sverdo o li funghi???? Addē rchiusu come il vecchi su a Rapagná,nn rraccapezzi più cò,mica se Sá quello che dici.
  • Istituto per Geometri o Ingegneria per la fungaia?

    12-12-2013 17:46 - #18
    che servano alcuni esperti per capire l'iter per realizzare una FUNGAIA che produce "LU SVERDU" anziché funghi è chiaro; alcuni pensano che basti la forestale ma da noi non è così; forse un supporto tecnico di due Istituti pubblici fermani potrebbe far comodo, magari supportato da slide che mettano in evidenza le caratteristiche dell'intervento. Forse il direttore della Gazza potrebbe tornare sull'argomento per Natale, magari proponendo cesti di funghi al sapore de sverdu!!
  • Pinittù de Rapagnà

    12-12-2013 16:28 - #17
    Pinetta mia a Rapagnà li sverdi non cresce, ci stà solo unu che fa per tutti e commanna. Na mezza specie de Re...na ota se fa chiama.. migio...naota ...mogio .... bhooo qualu adè veru non lo saccio a di...!!! Però tu, da quello che scrii me pari una n'dista... che scrie vè....mocco' saputella ma n'dista....!!! Perché anche tu non proi a buttatte in politica....sci visto mai.....tanto ci stà ca'...è porci... a fa lu mestiere... tu ci staristi vè...., po là Montò adè proprio un postu vonu...!!! Ci stà unu, Vagalini, un bardasciu che co poco è diventatu...un pezzu grossu... portavoce o.... portavorse de unu più grossu de issu che se chiama Renzi....!!!! Mica te saccio a dì se de lù parente de quillu de Fermo che naota facea che co' su la comune o de quillu, pompiere, co li capji lunghi che corre sempre...Bhooo...!!! Senti Pinè... damme retta proece co sta confuscio podarsi che te fa presidente de lu consjiu... de che no lo saccio... ma tu, damme retta, proece.....!!!! Voi vedè.....???!! Tanto lu sindaco la fattu lu Fattò.... la Brambatti... che non sa de cò.... a mo toccheria a Pinetta de Montò....!!!!
  • lu SVERDU e l'URBANISTICA

    12-12-2013 13:15 - #16
    una bella unione, simpatica la trovata della gazza che ha centrato la questione con un titolo appropriato; peccato che il Comune faccia il pesce in barile! e questa sarebbe la trasparenza??? peccato perché ci sono anche impiegati onesti e corretti
  • ah l'agricoltura

    12-12-2013 12:04 - #15
    Li geometri si sono dati all'agricoltura, perchè il sindaco non ci illustra che attività agricola si svolge nell'accessorio agricolo rilasciato in contrada S.Tommaso alle Paludi. Non serve che lo convochi in comune perchè credo che lo veda spesso e ci parli, o no?
  • Pinetta de Montò

    12-12-2013 11:08 - #14
    Pinittu de Rapagnà, io nn so mai perso tempu co quilli de via Mazzini,anzi se te pozzo dì la verità,ce rrentro davvero poco su li cumuni soprattutto su quillu de Rapagnà visto che me pare che tu si unu de quilli, però me pare che la gente non è proprio per niente contenta de quello che sta facenno quissi,via Respighi, le Moje, li funghi, per non parlà de Montò, tu che sai tutto perchè non li juti???? e per fortuna che domani è venerdì 13.
  • lu SVERDU de le Moie

    12-12-2013 10:56 - #13
    il Sindaco o l'assessore all'urbanistica, se c'è, dovrebbero fare piena luce su questa pratica che torna alla ribalta da tempo; grazie all'intuizione della Gazza Ladra (il nostro Crozza locale) è stata evidenziata una porcata perpretata grazie alle connivenze esistenti negli ambienti del Palazzo. Non è ora di fare un po' di luce, ovvero TRASPARENZA??
  • d'accordo con chi vuole mandare la scuola dei GEOM

    12-12-2013 10:26 - #12
    la visita alle costruzioni sorte su Via Moje, adibite a mega produzione di funghi, sarebbe molto istruttiva per gli allievi della scuola dei GEOMETRI, perché vedrebbero come due famosi futuri colleghi fermani sono riusciti, naturalmente con il sostegno amichevole di chi avrebbe dovuto controllare, a realizzare due costruzioni che non dovevano essere autorizzate. Con la scusa di fare una FUNGAIA hanno realizzato la base per produrre LU SVERDU. quello che stupisce è che nessuno ancora va a metterci le mani per controllare seriamente
  • a Fermo si produce " lu sverdu"

    12-12-2013 10:15 - #11
    gli esperti su come deve essere seminato sono in Via Mazzini ma anche tra chi deve controllare in fondo a Piazza del popolo perché si semina, coltiva, produce e vende se c'è l'accordo tra le due estremità della Piazza a meno che non intervenga qualche controllore esterno come la forestale, la finanza, i carabinieri ecc. la TRASPARENZA a Fermo è una parola vuota, specialmente in urbanistica! Eppure è cambiata l'amministrazione ma la musica è sempre la stessa!
  • Pinittù de Rapagnà

    12-12-2013 09:59 - #10
    Ho Pinetta se sci strana...non te va ve cò...Vacce Tu a faticà su li communi po vedi. Io no li n'vidio de cò. La jente non sa quello che vo. No je va ve cò, ci stà sempre chi la vole cotta e chi la vole cruda...!! Jo a zona Fratte la risotà cuscì,... cennenne li focarò..... cuscì adè uguale per tutti...!!!! Ma tu, Pinè che mestiere farrisci che ciaj tantu tempu da perde co lì sverdi de Via Mazzini? Le cose a de due o.... non fai co.... o fatichi poco e quello poco lo fai fa all'atri.
  • Pinetta de Montò

    12-12-2013 09:17 - #9
    su per via Mazzini troppi ce ne sta de sverdi, ma anche in tanti atri comuni del fermano me pare che non se scherza. Sci, la trasparenza, e de che? Pare che quissi che lavora su lu cummune a fatiga solo loro,quill'atri invece sta a pettinà le vambole, pori noatri.
  • Zapata

    11-12-2013 23:08 - #8
    Bravo Piero, hai proprio ragione. Chi deve dire qualcosa lo faccia domani in Consiglio Comunale dove viene festeggiata la giornata della "TRASPARENZA" e dell' IPOCRISIA. Una simpatica dicotomia con l'agire della amministrazione Fermana. A proposito, domani ci saranno sedie sufficienti per contenere tutti quelli che avranno da dire cose sull'agire di questa amministrazione o forse...caro Piero diranno che non è possibile intervenire...??? Penso che in merito alla trasparenza il Comune di Fermo non brilli per correttezza....Anzi per considerazione quasi unanime è la maglia nera della provincia di Fermo.....Domani ne sentiremo delle belle....!!! Simpatica la storia de lu sverdu o de li sverdi in C.da Moje....ma credo che de sverdi a Fermo troppi ce ne stà.....!!! Da indagini fatte la maggiore concentrazione è in Via Mazzini...proprio all'inizio. Pe capicce..... prima de lu teatro dell'Aquila.....!!!!
  • funghi o lu sverdu ??

    11-12-2013 18:44 - #7
    aveva ragione la Gazza Ladra quando ha scritto che nelle costruzioni illegittime(?) sorte lungo via Moje si sarebbe coltivato "lu sverdu" e non i funghi!! perché solo li sverdi riescono a fare quello che è stato fatto lì !!! però serve anche che chi deve controllare non controlli !
  • Massimo

    11-12-2013 18:10 - #6
    Mi dispiace che domani per motivi di lavoro sono fuori città altrimenti avrei partecipato e avrei fatto la seguente domanda - mi risulta che l'ASITE (società controllata dal comune di Fermo) ha sottoscritto un accordo con società privata per dirimere delle controversie di natura economica; lo stesso non è pubblico e chi ha diritto di visionare l'atto non lo può divulgare e rendere noti i contenuti PERCHE? COSA CONTIENE QUELL' ACCORDO? CHI HA STABILITO CHE NON POSSONO ESSERE DIVULGATI I CONTENUTI? SE L'ASITE E' COMUNALE, IL CITTADINO NON HA IL DIRITTO DI ESSERE INFORMATO? Mi piacerebbe che qualcuno facesse per conto mio questa domanda al sindaco di Fermo, perchè se quanto mi hanno detto è vero,e sono sicuro di si, questo cozza con la tanto sbandierata trasparenza, o mi sbaglio?
  • fungaia ???

    11-12-2013 18:03 - #5
    ma che fungaia e fungaia, sulle Moje, con la scusa della fungaia sono sorte due costruzioni illegittime dove ci sono di mezzo 2 geometri, uno dei quali lavora in Comune!!! non si doveva autorizzare niente perché non avevano titolo!!! ed i controlli cosa hanno visto? NIENTE
  • Piero

    11-12-2013 17:18 - #4
    Se c'è qualcuno cui è stato negato l'accesso agli atti, cui non è stata applicata la trasparenza, domani si presenti e lo dica, senza sparare boiate a vuoto qui...
  • Gianni

    10-12-2013 22:21 - #3
    E basta co sta serra per i funghi !!!!!!!! Non è la prima che viene realizzata a Fermo. Se la legge lo permette fatela anche voi, chi ve lo vieta !!!!! Informatevi prima di parlare.
  • Cagliostro

    10-12-2013 19:18 - #2
    Caro PD ...caro Vallasciani ma di quale trasparenza volete parlare che siete l'emblema, nel territorio, della mancanza di rispetto delle regole e soprattutto di quella trasparenza che oggi vi apprestate a celebrare. Trattative segrete per tutto, accesso agli atti ai consiglieri con il contagocce, se non dopo minacce, accesso agli atti ai cittadini neppure a pensarlo. Tutto blindato e sigillato, avete paura pure della vostra ombra per quanto siete trasparenti. Smettetela di fare demagogia e risparmiate i soldi di queste effimere sciocchezze che servono solo a darvi un po di visibilità dopo che avete "sputtanato" con la vostra insipienza politica una città. La trasparenza Vallasciani si applica non si annuncia...!!!
  • bene, ma la trasparenza vale anche x l'URBANISTICA

    10-12-2013 18:37 - #1
    sarebbe bello che mettessero in evidenza anche i quesiti relativi all'urbanistica e le risposte evasive, quando ci sono, dell'ufficio. Potrebbero far sapere delle verifiche fatte sulla SERRA per FUNGHI e sulla costruzione adiacente su via Moje, per iniziare; molti sono interessati a visitare il processo produttivo che si svolge nella fungaia !! portiamoci le scolaresche, magari la scuola dei geometri così imparano!!
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications