Pubblica Amministrazione
Conferenza stampa di fine anno questa mattina a Fermo: “Un 2013 non facile. Per il 2014 non ci sono soldi, ma potrebbe esserci una speranza”.

Il sindaco di Fermo Nella Brambatti ha fatto il punto della situazione sul lavoro portato avanti in un anno, il 2013, sicuramente non facile. “Una via crucis – ha spiegato il sindaco – per l’attività del Comune di Fermo e per quella degli altri comuni, dovuta all’incertezza del governo ed all’assenza di risorse a disposizione delle pubbliche amministrazioni”.

Conferenza stampa di fine anno questa mattina a Fermo: “Un 2013 non facile. Per il 2014 non ci sono soldi, ma potrebbe esserci una speranza”.

Sindaco Brambatti che ha elencato quelle che sono state le tre principali criticità di questo 2013. “Dal fondo di solidarietà alla tassazione Imu, fino alle scadenze della Tares. Un percorso quanto mai sofferto che ha portato all’approvazione del bilancio lo scorso agosto, di fronte ad una scadenza che era stata posticipata a settembre”. Brambatti che ha spiegato di aver operato cercando di garantire quelle che sono state individuate come le priorità dell’amministrazione soprattutto per quel che riguarda la programmazione sociale. “Su questo fronte – ha spiegato il sindaco – abbiamo garantito tutto quello che potevamo dare”. Sindaco che ha spiegato la forte presenza nel mondo della scuola con la messa in sicurezza degli edifici, il trasporto, ma anche i tanti interventi a sostegno delle famiglie più disagiate: “In alcuni casi ci sono state difficoltà anche per l’acquisto dei buoni pasto per i bambini a scuola”. Per quel che riguarda il bilancio di previsione il primo cittadino di Fermo è stato chiaro: “Entro febbraio, al massimo nei primi giorni di marzo, vogliamo approvare il bilancio di previsione. Le risorse non ci saranno. Proprio per questo dovremo valutare quali sono i servizi essenziali da salvaguardare e quelli invece che potranno essere messi in secondo piano”. Tra le difficoltà più grandi c’è quella del patto di stabilità. Sindaco Brambatti che lancia però una possibilità di speranza. “Il Comune di Fermo, insieme a quello di Falconara, sono le uniche due realtà nelle Marche ad aver adottato il bilancio sperimentale. Uno strumento molto rigido ma che ci permetterà, spero, di raddoppiare i parametri del patto di stabilità, passando da 3 milioni e 800 mila euro al doppio.”  Soldi che, se confermati, potranno rappresentare una boccata d’ossigeno per tutte quelle ditte che stanno lavorando per la pubblica amministrazione.
 

Tra le attività della cultura si registrano il potenziamento delle attività della biblioteca, della biblioteca ragazzi, del BUC e i progetti “nati per leggere” e lo sportello dislessia. Si è cercato, nonostante tutte le difficoltà, di garantire la massima qualità delle stagioni teatrali (2012/13 e quella in corso, 2013/14), tagliando le rappresentazioni meno significative e i doppi appuntamenti. A fare da cornice e integrare l’offerta culturale ci sono state mostre, conferenze e convegni, alcuni dei quali hanno registrato la partecipazione dei musei. Questi ultimi, in collaborazione con provincia ed altri comuni, sono stati messi in rete.


Il servizio dello sport si è preoccupato di garantire l’uso e la funzione pubblica delle strutture sportive; molti i patrocini concessi (36) e le manifestazioni promosse, tra le quali si ricordano il Palio dei comuni, la Notte dello Sport, Buon Campionato e il “Palio dei comuni di trotto”. Il turismo ha promosso Fermo con la partecipazione alla BIT, con la fiera di Isola della Scala, con la pubblicazione di un articolo nella rivista “Bell’Italia” e con un video promozionale. Le partecipazioni a Tipicità e l’organizzazione di numerose iniziative (come l’Oktoberfest), unitamente al Progetto Fermo 2.0 e al potenziamento del wi-fi nel periodo estivo, hanno fatto il resto.


Molti i nodi nel settore urbanistica ancora da sciogliere. Entro gennaio dovrebbero vedere il compimento le questioni delle zone B, delle zone C e sempre nel 2014 si dovrebbero affrontare le problematiche relative alla precaria situazione in cui versa l’ex mercato coperto. Quanto a via Respighi, l’amministrazione sta attivamente collaborando con la magistratura per chiarire la situazione, la cui soluzione è prevista nella prima metà del prossimo mese di gennaio.


Il commercio ha cercato di sostenere la città organizzando la fiera di Santa Maria, di San Savino e di Natale, oltre alla gestione dei mercati del sabato, di Capodarco, del Lungomare Fermano, di Lido Tre Archi e di via Marco Polo, mentre sono state potenziate anche le attività del servizio politiche comunitarie.


La Polizia Municipale, in collaborazione con i lavori pubblici, ha predisposto e sviluppato il progetto “Pedone sicuro”, volto ad individuare i passaggi pedonali più utilizzati e più a rischio, e a comprendere dove sono necessari il completamento o la realizzazione di nuovi marciapiedi. E’ stato approvato il regolamento di polizia rurale, è stato potenziato il sistema di risposta alle emergenze ed è stato messo in pratica il piano neve approvato nel 2012. In collaborazione con l’ambiente, è stato realizzato il servizio di controllo con la collaborazione della lega per i diritti degli animali. Esteso il territorio della raccolta differenziata “porta a porta” e numerose altre attività ambientali sono state realizzate. Successo infine per la riconquista della Bandiera Blu, dopo un lungo periodo di “digiuno”.

Letture:4087
Data pubblicazione : 27/12/2013 12:45
Scritto da : C.M., P.P.
Commenti dei lettori
3 commenti presenti
  • Franco

    28-12-2013 10:35 - #3
    Questa gente andrà a casa a furor di popolo e continuerà imperterrita a cianciare, a raccontar balle, perchè è tutto quello che hanno fatto in questi anni nulla di più. Un sindaco come questo ce lo ricorderemo per tutta la vita e la sua giunta lo stesso, impossibile fare peggio.
  • ZANNA BIANCA

    27-12-2013 18:16 - #2
    Ma non scherziamo: adesso a Fermo la disGiunta Brambatti ha fatto diventare sperimentale pure il bilancio. E' forse per questo che l'assessore competente a suo tempo ha rinunciato, Da quanto si è insediata, questa disGiunta non ha saputo far altro che ....sperimentare, senza realizzate nulla di nulla di nulla se non aumentare tariffe, anche quelle a domanda individuale: tutti a casa!
  • carlo

    27-12-2013 14:59 - #1
    Solo Fermo ha un sindaco che a fine anno con le sue profezie di sventura invece di suscitare un seppur minimo ottimismo porta alla depressione; per l'ultimo dell'anno apprestiamo a brindare con un calice amaro. PS Brambatti hai garantito i trasporti scolastici, le mense, gli asili solo aumentando tutte le tariffe, per non parlare dell'IMU e degli altri tributi, ma dai ..........
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications