Religione
Giornata regionale di spiritualità per vescovi, preti, diaconi e religiosi

La Conferenza Episcopale Marchigiana, in collaborazione con la Commissione presbiterale marchigiana, ha convocato a Loreto, secondo tradizione, Giovedì dopo le Ceneri 23 febbraio, preti, diaconi e religiosi che, dalle 9.30, sono confluiti, prima, nell’auditorium “Giovanni Paolo II” e, poi, nella Basilica della Santa Casa per la Giornata regionale di spiritualità.

 

Giornata regionale di spiritualità per vescovi, preti, diaconi e religiosi
Mons. Conti, arcivescovo di Fermo

Dopo la preghiera iniziale presieduta da S.E. Mons. Luigi Conti, Arcivescovo metropolita di Fermo e Presidente della CEM, don Paolo Gentili, direttore dell’Ufficio nazionale di pastorale familiare, presentando la relazione «La famiglia: la migliore alleata del ministero sacerdotale», ha voluto offrire un contributo a quanto il Catechismo della Chiesa Cattolica (1992) ha detto sui due sacramenti al servizio della comunione.
Già S.E. Mons. Edoardo Menichelli, Arcivescovo metropolita di Ancona-Osimo e Vice-Presidente della CEM, nel presentare il Relatore aveva tracciato una prosecuzione ideale con quanto si era vissuto nella celebrazione del 25° Congresso Eucaristico nazionale tenutosi nella metropolia di Ancona, e in particolare agli incontri che lo avevano concluso quando il papa Benedetto XVI si era incontrato con famiglie, fidanzati e ministri ordinati, lo scorso 11 settembre.

L’intervento, ricco di stimoli teologici e pastorali, ha suscitato interesse ed è sembrato un’ottima preparazione al VII Incontro Mondiale delle Famiglie che si celebrerà a Milano dal 30 maggio al 3 giugno prossimi. Mi sembra utile ricordare alcuni dei passaggi - significativi - della relazione.

«Oggi avrei l’intenzione di scoprire che la ministerialità dei coniugi è inscindibilmente legata alla missione dei presbiteri. Infatti, potremmo dire che: “Ordine e Matrimonio sono due ali per volare verso il Regno”… Insieme, questi due sacramenti possono allora fecondamente costruire la comunione ecclesiale… C’è quindi una missione comunionale che lega gli sposi ed i presbiteri… “La verginità e il celibato per il Regno di Dio non solo non contraddicono alla dignità del matrimonio, ma la presuppongono e la confermano. Il matrimonio e la verginità sono i due modi di esprimere e di vivere l’unico Mistero dell’Alleanza di Dio con il suo popolo” (Familiaris Consortio, 16)… Non c’è quindi competizione fra le due vocazioni, ma complementarietà…La comunità parrocchiale ed anche noi sacerdoti, siamo chiamati a prenderci cura di chi non crede più alla famiglia. Questa unità fra sposi e presbiteri è poi particolarmente efficace nell’accompagnare i fidanzati alle nozze… C’è una ministerialità specifica degli sposi che va stimolata e, se armoniosamente legata alla ministerialità di comunione dei presbiteri, può efficacemente edificare la comunità cristiana… Tutto questo non si realizza con coppie fiere della loro forza, né con sacerdoti che ritengono di essere incrollabili; anzi “chi crede di stare in piedi, guardi di non cadere” (cfr 1Cor 10,12): ma in coloro che vivono in un perenne stato di conversione. La società attuale non sostiene il matrimonio e vivere la fedeltà coniugale in ogni suo aspetto è sempre più difficile. Occorre allora spalancare le porte del cuore all’incontro fra la potenza dello Spirito e la nostra umana debolezza… Occorre tornare ad offrire l’abbraccio della Trinità a tanti sposi e a tanti sacerdoti feriti da avvenimenti difficili e sentimenti contrastanti, o che magari hanno smarrito la speranza».

Per favorire interventi che potessero esprimere dei pareri o domande condivise, alla fine della relazione, si sono dati 5 minuti per un dialogo con i vicini, prima di fare interventi in assemblea. Quanti hanno condiviso dei pensieri, hanno messo in luce l’importanza di dare il giusto rilievo alla reciprocità nei due sacramenti, nelle reciproche differenze; si è invitato a recuperare una fiducia reciproca fra sposi e presbiteri e a valorizzare di più la liturgia familiare, cioè vissuta in casa come occasione sia per la famiglia stessa che per l’intera comunità parrocchiale.

Prima della conclusione di questa prima parte e trasferirsi nella Basilica della Santa Casa, S.E. Mons. Claudio Giuliodori, Vescovo di Macerata-Tolentino-Cingoli-Recanati-Treia, ha dato delle informazioni sul materiale che sarebbe stato messo a disposizione in vista della celebrazione nel novembre 2013 del secondo convegno regionale, a vent’anni dal primo dedicato a “La nuova evangelizzazione nelle Marche” (1993); di seguito, S.E. Mons. Luigi Conti ha dato delle indicazioni su come la Conferenza Episcopale regionale ha in animo di muoversi per l’attuazione di un “Centro di protezione dei minori” secondo le indicazioni di un recente Simposio tenutosi nella Pontificia Università Gregoriana (Roma) dal 6 al 9 febbraio scorsi.

Alle 11.30, nella Basilica, abbiamo vissuto un’ora di Adorazione Eucaristica, presieduta da S.E. Mons. Giovanni Tonucci, Arcivescovo-Prelato di Loreto, nel raccoglimento, accompagnato da una musica di sottofondo dell’organo. Nel frattempo c’è stata la possibilità per molti di accostarsi al sacramento della Penitenza. Dopo esser passati processionalmente nella santa Casa cantando – come consuetudine - le litanie lauretane, siamo andati nei locali della Delegazione Pontificia dove si è consumato in spirito di condivisione e fraternità il pranzo.

 

Letture:2278
Data pubblicazione : 01/03/2012 08:37
Scritto da : Don Emilio Rocchi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications