Religione
Domenica scorsa, un evento che ha coinvolto quattro parrocchie di Fermo
Domenica scorsa, un evento che ha coinvolto quattro parrocchie di Fermo

Le parrocchie sono quelle che si trovano lungo il fiume Ete: Torre di Palme, Marina Palmense, Santuario di Santa Maria a Mare e Calderette d’Ete. L'occasione, che è stata fornita dalla Giornata Mondiale Missionaria 2011 dedicata ai “Testimoni di Dio”, s'è svolta all’insegna della comunione e della condivisione come punto di partenza per la missione.

Domenica scorsa, un evento che ha coinvolto quattro parrocchie di Fermo

Alla base di questo evento la collaborazione fra i parroci don Tony Venturiello, padre Lino Tagliani, don Pietro Orazi, il seminarista Renato Maizza e i giovani delle varie parrocchie che hanno creato una commissione organizzativa interparrocchiale che, di sicuro, in futuro crescerà e che unirà ulteriormente le comunità.

La commissione ha elaborato l’evento secondo un tema ben preciso, riprendendo Papa Paolo VI, “abbiamo bisogno di testimoni non di maestri” messaggio che ha caratterizzato tutta la giornata e le attività interne.

La giornata è iniziata con la santa messa delle 11.00 dove ogni parrocchia ha consegnato il mandato ai propri catechisti e animatori davanti a tutta la comunità, chiamati a educare i più piccoli e i giovani, insieme ai genitori, primi catechisti, vivendo il messaggio che vogliono trasmettere, lontano da quell’approccio freddo e distaccato quasi scolastico del passato.

La celebrazione contemporanea del mandato simboleggia il compito di ciascuna comunità di educare i propri componenti senza escludere nessuno, senza emarginare chi è “estraneo”. Per crescere un bambino occorre un intero villaggio, per educarne molti occorrono più comunità!

Al termine della celebrazione, caratterizzata da tanti colori e canti, le varie parrocchie si sono riunite e, con una lunga carovana, hanno raggiunto Ete Caldarette dove nel centro sociale insieme le quattro comunità hanno continuato i festeggiamenti.

Uno striscione ha accolto le varie persone accorse a questo evento: “Testimoni di Dio, condividiamo lo stesso pane” ed è così che si è svolto il pranzo: ogni parrocchiano ha portato qualcosa da mangiare.

Poi durante il pomeriggio si sono alternati giochi, il torneo di calcetto misto, il laboratorio creativo e balli, il tutto animato dai giovani delle quattro parrocchie.
Ai divertimenti è seguito un momento di riflessione e preghiera, rivolgendo un pensiero a quei popoli lontani, ai missionari, laici e consacrati, che lottano contro le ingiustizie e le vessazioni di cui sono vittime le persone più deboli, sfruttate e ulteriormente indebolite da personaggi senza scrupoli.

Un ricordo particolare per padre Fausto Tentorio, missionario del Pime, ucciso il 17 ottobre scorso impegnato nell’alfabetizzazione degli indigeni filippini.

A conclusione di questo momento preghiera c’è stata la testimonianza di Daniel, in seminarista della Parrocchia santuario Santa Maria a Mare, che ha descritto la realtà in cui è nato e cresciuto, l’Etiopia, e di come è maturata in lui la scelta di entrare nell’Istituto Missioni Consolata: “Se ricevi una bella notizia non puoi fare a meno di condividerla, così il messaggio di Dio, la sua diffusione non è da considerarsi come un onere gravoso o un compito eccezionale, ma una responsabilità quotidiana, la missione a cui tutti i cristiani sono chiamati”.
La giornata si è poi conclusa con il concerto della Hole’s Band, il gruppo musicale nato nell’oratorio Koinè della Parrocchia Santuario Santa Maria a Mare.

Insomma una giornata ricca di eventi e di spunti di riflessione, che rappresenta un’occasione di comunione fra le varie comunità che, ci auguriamo, porterà tanto frutto.

Letture:2342
Data pubblicazione : 25/10/2011 11:01
Scritto da : Verusca Rocchi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications