Sanità
Screening tiroideo: il 15,26% dei ragazzi è positivo.

Dei 138 alunni sottoposti allo screening tiroideo effettuato, in attuazione del progetto Ti-Rotary proposto nelle scuole dal Rotary Club Montegranaro e dall’Amministrazione Comunale elpidiense, il 15,26 % è risultato positivo al controllo.

Screening tiroideo: il 15,26% dei ragazzi è positivo.

Un dato che conferma l’andamento già rilevato lo scorso anno quando la percentuale si attestava sul 15,9%. Il progetto, giunto alla sua seconda edizione, ha interessato le terze classi della scuola secondaria del Capoluogo e di Casette d’Ete.

“Quest’anno le famiglie si sono dimostrate ancora più sensibili di quanto non abbiano fatto lo scorso anno visto che hanno accettato di fa parte del progetto il 93,24% dei ragazzi. Ciò ha permesso di valutare 131 ragazzi e ragazze e 20 di essi sono risultati positivi, nove dei quali francamente positivi mentre gli altri hanno presentato una positività da verificare e monitorare nel tempo” ha osservato il dottor Matteo Verdecchia, medico radiologo nonché Consigliere Comunale elpidiense. Il progetto ha permesso di monitorare la funzionalità-morfologia della tiroide in una fascia di età nella quale avvengono i maggiori cambiamenti ormonali nonché fisici e, preventivamente, valutarli.

“Il progetto che anche quest’anno abbiamo voluto mettere in campo mira  a far capire l’importanza della prevenzione e vuole mettere in condizione le famiglie di far fronte ad una eventuale patologia che, altrimenti, avrebbe potuto essere scoperta solo in età più avanzata – osserva il Presidente del Rotary di Montegranaro Paolo Infante – ed interventi di questo tipo rientrano appieno in quelle che sono le finalità de Rotary”.

Accanto al dottor Verdecchia, a coordinare il progetto è stato il suo collega Giovanni Catini.

“Ringrazio il Rotary Club per l’attenzione che pone sul fronte della prevenzione ed anche la scuola con la quale si è creata una importante collaborazione – aggiunge il Sindaco, Alessio Terrenzi – ma ringrazio in primis le famiglie che, con un’adesione così massiccia, hanno dimostrato di comprendere l’importanza di un intervento preventivo che può essere fondamentale per curare per tempo una patologia che potrebbe rivelarsi importante."

 

Letture:2764
Data pubblicazione : 26/05/2014 15:31
Scritto da : redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications