Sanità
Nuovo ospedale. Duro intervento del coordinatore di Sel Roberto Vallasciani: “Non offendeteci con le vostre ipocrisie”

Con decreto del 26-09-14 la Regione Marche proroga il termine del procedimento amministrativo della gara di appalto per la realizzazione del nuovo ospedale di Fermo al 25-06-2015. Cioè, subito dopo le elezioni regionali. La storia delle promesse e dei ripensamenti sul nuovo ospedale fermano, da parte di Spacca & Co., non ci ha mai convinto. Adesso però tutto è chiaro. Il nuovo ospedale a Fermo non si farà.

Nuovo ospedale. Duro intervento del coordinatore di Sel Roberto Vallasciani: “Non offendeteci con le vostre ipocrisie”

Ci sono però alle porte le elezioni regionali nella primavera del 2015 e questo potrebbe essere un argomento molto delicato ed impopolare per coloro che si apprestano a fare la campagna elettorale. In primis il PD. Ormai gli elettori di questa provincia non sono più disposti a farsi imbonire con la tecnica del doppio forno: a Fermo partito di lotta ad Ancona partito di governo. Il Presidente della Regione Spacca è uomo del PD. L'assessore regionale alla Sanità Mezzolani è del PD. Il Presidente della Provincia di Fermo Cesetti ha la tessera del PD. L'Amministrazione comunale di Fermo è composta al 60% da esponenti del PD. Nella provincia di Fermo il PD esprime ben due consiglieri regionali: Rosalba Ortenzi e Letizia Bellabarba. Questi signori si parlano mai fra di loro....?

Proprio l'intervento di Mezzolani sulla stampa è sintomatico che la confuzione (o l'inganno) regna sovrana. Nel tentativo, maldestro, di tranquillizzare istituzioni e cittadini fermani l'assessore regionale ribadisce: “È evidente che la scarsità delle risorse disponibili per i mancati trasferimenti nazionali, che peseranno e probabilmente si accentueranno negli anni prossimi, costringe a costruire la programmazione sanitaria con il necessario realismo". Tradotto dal politichese: cari amici fermani oggi non abbiamo un euro. Voi intanto votateci e poi si vedrà....

Ed allora basta. Non si faccia finta di stracciarsi le vesti a Fermo quando nello stesso momento ad Ancona esponenti dello stesso partito decidono di offendere la nostra provincia con decisioni mortificanti considerando gli elettori di questo territorio come portatori sani di voti e mai come soggetti da rispettare ed a cui garantire pari servizi e pari dignità come al resto della regione. Così è successo con la Centrale a Biomasse di Campiglione. Così sta succedendo col nuovo ospedale. A parole tutti d'accordo a Fermo.... ma ad Ancona si decide in modo differente. Ed allora bisogna farsi delle domande. Il PD fermano è così marginale ed incocncludente rispetto alle dinamiche decisionali regionali...? Oppure è complice.....? Non ha autorevolezza oppure si limita a prendere posizioni strumentali solo per salvare la faccia a livello locale.....?

Nelle scorribande fermane del Presidente Spacca cosa gli riferiscono Cesetti & Bellarba sempre presenti al suo fianco sorridenti e felici....? Quali iniziative vere, forti, concrete hanno preso i rappresentanti istituzionali locali quando i loro compagni di partito decidevano ad Ancona in maniera difforme rispetto ai desiderata dei cittadini fermani, compresi anche gli esponenti del PD locale.....?

E' vero che viviamo nell'epoca dei parolai magici che con acrobazie dialettiche pensano di regalare la felicità agli italiani. Però, almeno a livello locale, non è più accettabile che coloro che scalpitano per andare tra pochi mesi a ricoprire prestigiosi (e lautamente retribuiti) incarichi regionali possano pensare di offendere l'intelligenza dei cittadini-elettori con le loro ipocrisie. Se veramente hanno a cuore il bene di questo terriotorio dicano cosa vogliono fare di reale, di tangibile. Altrimenti consigliamo agli scalpitanti candidati alle prossime regionali che “un bel tacer non fu mai scritto.....”.

Letture:3692
Data pubblicazione : 02/10/2014 15:47
Scritto da : Roberto Vallasciani, coordinatore provinciale Sel Fermo
Commenti dei lettori
9 commenti presenti
  • tommaso

    03-10-2014 11:35 - #9
    Il PD oggi è Renzie, tutte fantachicchiere per prenderti per i fondelli, e a Fermo , in provincia e in regione è la stesso identico comportamento. Vergognoso che hanno deciso di rinviare ulteriori decisioni per l'ospedale di Fermo al giugno 2015, guarda caso dopo le elezioni regionali della primavera 2015, per farci latra campagna elettorale e continuare nella commedia. Cari concittadini fermani, dopo averci appioppato la Brambatti, una disgrazia, andate di nuovo a votare PD mi raccomando !!!!!!!!!!! SVEGLIA !!!!!!!!!!
  • a vallasciàààààààààààà

    03-10-2014 09:42 - #8
    accipicchia,da che pulpito viene sta predica,visto che siamo tutti peccatori facciamoci du risate.
  • Francesco Muzi

    03-10-2014 08:40 - #7
    Roberto, penso che i commenti precedenti parlino chiaro. Le chiacchiere stanno a zero. Ancora state con il PD nelle amministrazioni locali nonostante sia un partito di Centro Destra, come i fatti dimostrano. Questo tuo discorso condivisibile se fatto da una opposizione sarebbe credibile.
  • Baghetti Giangiacomo

    02-10-2014 21:35 - #6
    Finalmente, Vallasciani, SEL ha detto qualcosa di sinistra. Ora, viste le altalenati posizioni, assunte del partito di cui lei è segretario, anche nelle vicende fermane speriamo non ci sia una smentita di Matteo Silenzi, assessore all’ambiente, che disconosca quanto sostenuto nel suo intervento. Comunque, staremo a vedere. Sono, personalmente, fiducioso che SEL abbia, una buona volta, compreso che non è, facendo la stampella al PD, che si fa opposizione e si creano le condizioni per scelte giuste ed equilibrate ma bensì avendo in mente temi fondamentali rispetto alle scelte. Condivisione, partecipazione, equilibrio tra costi e benefici e soprattutto che le stesse abbiano un valore aggiunto, l’interesse pubblico, preminente. Una parte, quella governista, del suo partito è legata a doppio filo al PD e in buona sostanza è la parte che aspira a diventare Democristiana…e Renzista, per carità ambizione legittima ma del tutto slegata con i valori di SEL. L’altra parte, credo minoritaria, ancora qualche barlume di pensiero Marxista, se non altro come ricordo, lo tiene in mente. Vallasciani, tralasciamo l’analisi logica di quello che rappresenta SEL, credo, invece, che è giunto il momento, perché ne va della vita e della dignità di tutti, di ricostruire una reale e concreta opposizione di sinistra, formata da tutte le forze che si identificano in tali valori e perché no guidata da Landini, per dare il segnale a questi, “manigoldi”, politici che stanno svendendo il paese, il lavoro, le tutele e la dignità nostra alla finanza e a quel capitalismo straccione rappresentato da Montezemolo e da Agnelli che per tanti anni hanno usufruito gratuitamente di soldi, vantaggi e privilegi a discapito della collettività. Questo è il momento Vallasciani di alzare il volume della protesta, solo è possibile avere ascolto. In Cina milioni di studenti sono in piazza per ottenere democrazia, da noi la democrazia la stanno togliendo giorno dopo giorno (vedi farsa elezioni provinciali, del senato, art.lo 18, TFR che spacciano come aumenti di stipendi) e nessuno parla. Prima del lavoro e di ogni altra cosa occorre ricostruire una sinistra che non sia di governo,le esperienze hanno dimostrato l’ininfluenza di SEL del PRC e del PDCI nelle varie forme di aggregazione avute con il PD in tutti questi anni, ma di netta opposizione a queste logiche liberiste e progressiviste, che altro non sono che le facce della stessa medaglia. Annullamento di tutti i diritti democratici. La restaurazione primitiva del vassallaggio. Se non si ancora accorto, Vallasciani, l’Italia è governata da tre comici, due di professione (Berlusconi e Renzi) e uno per necessità (Grillo) tutti comunque non sono in grado di dare risposte serie e concrete a questo Nazione. In tutta Italia crescono in maniera esponenziale accordi per coalizioni dette di larghissime intese con dentro il PD, Forza Italia, UDC, nuovo Centro Destra e molto altro. Questo il disegno di Licio Gelli e della P2. Iniziato da Gelli, sviluppato da Berlusconi e completato da Renzi. Se tutto questo non le pare poco, allora, tragga le dovute conseguenze.!!!!
  • Fermana

    02-10-2014 21:26 - #5
    Vallasciani chi? Ma di cosa parla questo signore, simbolo di un'autoreferenzialita esasperata!
  • Mario

    02-10-2014 19:10 - #4
    Il PD dimostra sempre più ciò che è veramente. Ma non dimentichiamoci la destra che non ha fatto la benché minima opposizione, non abbiamo visto a livello regionale nessuna che abbia cavalcato questo scandalo. Ma perché ? la verità è che sono tutti uguali !!!!
  • matteo

    02-10-2014 16:16 - #3
    Sel senza il PD non conta cosa, questa è la triste realtà. Stampelline.
  • Franco

    02-10-2014 16:09 - #2
    un discorso che fila ma allora mi domando, come potete appoggiare ancora il sindaco di Fermo Nella Brambatti del PD, stesso partito di Spacca & co. che ci ha messo molto anche del suo nella presa per i fondelli del nuovo ospedale. SEL fa contemporaneamente maggioranza, dove ancora il PD li vuole e opposizione, anche dove governa con il PD e questa è coerenza Vallasciani? Che l'ospedale non lo costruiranno mai è una certezza le altre sono barzellette e cattivo gusto perchè non è possibile speculare politicamente sulla salute delle persone.
  • Vallasciani fai seguire alle parole i fatti e smettete di appoggiare ovunque il PD

    02-10-2014 16:04 - #1
    Se il territorio conta veramente qualcosa, forse è ora di evitare che lo governino sempre gli stessi, con le stesse logiche e le stesse clientele. L'ipocrisia del PD è ai massimi storici. E' ora che anche i partiti minori della sinistra, prima di essere fagocitati, tolgano la fiducia a simili governi locali e regionali.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications