Sanità
Sport, dieta e autismo, borsa di studio al progetto di una giovane studiosa fermana
Sport, dieta e autismo, borsa di studio al progetto di una giovane studiosa fermana

Sonia Bolognesi, neo biologa e nutrizionista nonché nostra sensibile collaboratrice, ha ottenuto una borsa di studio per il suo progetto che coinvolge gli atleti della Filippide del Fermano

Oltre alla laurea con lode, la nostra collaboratrice Sonia Bolognesi, neo biologa-nutrizionista, si è vista riconoscere dalla Regione Marche e il Pio Sodalizio dei Piceni un grosso premio al suo progetto innovativo sviluppato in collaborazione con il centro polispecialistico New Medica di Porto Sant'Elpidio sul legame tra sport e autismo.

Sulle 56 domande in graduatoria la sua si è classificata seconda. Il titolo della ricerca è "Valutazione dello stato nutrizionale, analisi dello stress ossidativo cellulare, elaborazione della dieta ottimale negli atleti con la sindrome dello spettro autistico".

La tesi sviluppata dalla neodottoressa Bolognesi parte dalla consapevolezza di quanto sia importante nutrirsi bene tanto più se si fa sport, agonistico e non, e a maggior ragione se non si è in perfette condizioni fisiologiche. Nei soggetti che soffrono di autismo, in particolare, l'alimentazione sarebbe ancora più centrale visto che, sostiene il progetto di Sonia, "risulterebbero avere una flora intestinale più delicata".

"Nonostante il binomio sport e disabilità stia crescendo in maniera esponenziale", prosegue, "gli interventi di nutrizione sportiva nell’ambito della disabilità dello sport risultano essere ancora minimi ed irrisori".

Di qui, è nata la sua idea di collaborare con il Centro polispecialistico elpidiense per attuare un progetto innovativo che ha coinvolto gli atleti del “Progetto della Filippide del Fermano”.

Fondato da Nicola Pintus, quest'ultima nasce come derivazione dell’associazione “Sport e Società”, affiliata alla Federazione italiana sport disabilità intellettiva relazionale (in sigla, Fisdir), riconosciuta come associazione benemerita dal Comitato Italiano Paralimpico.

Gli atleti che fanno parte del Progetto Filippide svolgono attività di allenamento per prepararsi a vere competizioni sportive.

In particolare, ogni giorno, negli impianti sportivi messi loro a disposizione, decine di ragazzi e ragazze disabili trovano la loro identità come atleti, relazionandosi alla pari con sportivi professionisti e non. In questo modo, si preparano con costanza e coraggio agli appuntamenti sportivi.

Il progetto Filippide conta ormai decine di sezioni affiliate in tutta Italia, tra cui quella del Fermano, che hanno sperimentato e validato il metodo di lavoro, efficace e funzionale all’educazione fisica, al trattamento comportamentale, all’integrazione.

Come capire, in concreto, quanto incide l'attività fisica sullo stato nutrizionale (e viceversa) degli atleti autistici?

Sonia Bolognesi parla di valutazione della seconda "attraverso la plicometria (ossia la stima della massa magra e massa grassa)", poi la bioimpedenziometria (bia) dove "valuteremo attraverso il metodo tri-compartimentale  la FM (massa grassa), la MM (massa muscolare) la FFM (massa magra), lo TBW (stato idrico) e il MB (metabolismo basale)". Infine, con il "il FREE RADICAL test, analizzeremo la capacità antiossidante cellulare".

Una volta incrociati i dati ottenuti, precisa la nutrizionista-biologa, "prescriveremo mensilmente diete consone alle varie fasi sportive affrontate dall’atleta, monitorando periodicamente le variazioni in termini di composizione corporea in risposta ad un approccio dietetico appropriato".  L'obiettivo finale è dimostrare come una dieta equilibrata "possa potenziare il benessere psico-fisico e di conseguenza la performance sportiva dell’atleta".

In più, il progetto dovrebbe dimostrare quanto possa incidere l'azione di un biologo nutrizionista nella scelta della dieta di atleti autistici.

Complimenti a Sonia Bolognesi e in bocca al lupo per il suo importante progetto.

Letture:4895
Data pubblicazione : 30/06/2016 10:19
Scritto da : redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications