Sanità
ASUR e Sindacati: ieri l'incontro dopo la sospensione dello stato di agitazione. Donati: "Sanità Fermana fanalino di coda delle Marche. Oggi l'incontro con Ceriscioli"

Si è svolto ieri pomeriggio ad Ancona l'incontro tra sindacati e la Direzione Generale ASUR. A seguito dello stato di agitazione proclamato unitariamente dopo l'esternalizzazione delle Cure Intermedie di Sant'Elpidio a Mare, il Prefetto di Fermo aveva convocato le parti per tentare un accordo che portasse alla sospensione dello stato di agitazione. L'accordo sottoscritto in Prefettura, prevedeva per il superamento dello stato di quest'ultimo, la convocazione della parte sindacale sia da parte dell'ASUR che della Regione Marche.

ASUR e Sindacati: ieri l'incontro dopo la sospensione dello stato di agitazione. Donati:
Un momento dell'incontro in Prefettura

"Nel corso della riunione, come CISL FP, - spiega il Segretario Regionale Giuseppe Donati - abbiamo tentato di far capire alla controparte che la problematica della difficoltà di coprire il Piano Ferie estive, va oltre la contestabile esternalizzazione delle Cure Intermedie. Essendo infatti a tetto la dotazione organica degli Infermieri e degli OSS, la possibilità di vivere in continua e perdurante emergenza d'organico, o peggio di ritrovarci altre esternalizzazioni in AV 4, anche a ottobre, è più che un'ipotesi."

"Abbiamo evidenziato al Direttore Marini - ha continuato Donati - che l'emergenza non interessa solo le figure assistenziali che però mostrano un gap importante tra le unità assunte e quelle effittivamente presenti nei reparti (circa 80), ma anche il personale amministrativo e tecnico. Ci sono front office che stentano a garantire la continuità del servizio, nel pieno disinteresse di tutti. La contestazione non è legata al fatto che la Direzione non abbia assunto il personale ma che la dotazione organica dell'AV, così com'è, non è più tarata sulle effettive necessità assistenziali, amministrative e tecniche richieste dall'attuale organizzazione. Tanto è vero che il numero massimo d'infermieri assumibili è stato raggiunto."

"L'esito della discussione, in molte fasi davvero surreale e distante dalla concretezza della realtà vissuta nei reparti e servizi del fermano, non ha, come era prevedibile, condotto a risultati concreti immediati. Abbiamo però gettato un sasso nello stagno del mare magnum dell'ASUR" questo il commento del Segratario.

"Veramente deprimente, davanti alla denuncia di avere in Area Vasta 4 operatori e professinisti allo stremo, sentirsi parlare di contenimento della spesa, obbligo di non superare la spesa per il personale del 2004, diminuita del 1,4%, e altre alchimie contabili che a chi non può godere del riposo o non può prendere alcun impegno familiare perchè rischia di essere sempre richiamato in servizi, importa proprio nulla. Domani (oggi, ndr.) per chi sarà presente, si replicherà in Regione con il Presidente Ceriscioli al quale rappresenteremo la fotografia della sanità fermana che è, a tutti gli effetti, il fanalino di coda di tutta la sanità marchigiana. I numeri sono impietosi in fatto posti letto per acuti, posti letto per post acuzie e residenze, con il risultato di un Pronto Soccorso preso d'assalto e in perenne difficoltà" continua la denuncia Donati.

"Lunedì partirà il confronto delle singole Aree Vasta con la Direzione Generale per i piani assunzione 2018 e 2019. Come CISL FP non abbiamo per nulla rinunciato all'azione vertenziale. Sorveglieremo come si sviluppperà il confornto in ASUR e se verranno concesse ulteriori assunzioni. Nel frattempo, come sempre abbiamo fatto, continueremo a denunciare pubblicamente le stravaganti decisioni di ASUR o Regione che hanno ricadute negative sull'utenza e sui professionisti. Saremo pure ALLARMISTI come qualcuno vuole farci passare, ma di sicuro non siamo e non saremo mai PIEGATI O PROSTRATI per non disturbare il manovratore" ha continuato il Segretario.

"Saremo pure allarmisti ma non è certo la CISL FP che ha una mobilità passiva di quasi 60 milioni di euro come le Marche, che a sentire le valutazioni dei marchigiani, raccoglie un consenso al di sotto della media nazionale. Poi le Marche saranno pure virtuose nelle graduatorie del Sole 24 ore ma intanto la spesa privata per curarsi e quindi il ricorso al privato è in forte ascesa come in tutto il Paese Italia" ha concluso il Segretario Regionale.

Letture:816
Data pubblicazione : 13/06/2018 09:25
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications