cultura
Il postmodernismo di Vezzoli arricchisce la mostra "L'Anello di Cupra" a Fermo: arriva Twiggy

La mostra l'"Anello di Cupra" al Palazzo dei Priori di Fermo si arricchisce dell'arte di Francesco Vezzoli con un'opera che celebra una delle più famose supermodelle simbolo di stile di un'intera epoca, Twiggy.

Il postmodernismo di Vezzoli arricchisce la mostra
Twiggy in mostra a "L'anello di Cupra" a Fermo

Con oltre 9.500 visitatori in soli 2 mesi, la mostra conferma il suo continuo successo di pubblico. Domenica 9 ottobre ingresso gratuito ai musei e alle mostre per i residenti.
Una novità che ha fatto ingresso "nell'anello" è l'opera "Hommage to Francesco Scavullo: Twiggy" dell'artista contemporaneo Francesco Vezzoli, classe 1971.
La sua opera è una celebrazione a Twiggy, una delle prime supermodelle, ragazza timida e impacciata che ha saputo rinnovarsi e diventare un simbolo di un'epoca rivoluzionaria in termini di stile. Vezzoli nel suo lavoro analizza i rapporti, talvolta perversi, tra il mondo della comunicazione e quello del potere; la sua scommessa è quella di contaminare l'alto e l'aulico con gli elementi più commerciali e triviali. Vezzoli si è spinto oltre il postmoderno, ha preso cultura alta e cultura bassa gettandole in un frullatore.
"L'anello di Cupra" è visitabile fino al 23 ottobre e ci si aspetta una continua ascesa in termini di visite visti gli spettatori che negli ultimi mesi sono accorsi ad ammirare opere di artisti del calibro di Rubens, Hayez, Van Gogh, Segantini, Previati, Giacomelli, Beecroft.
L'anello di Cupra mette in luce figure, emblemi e modelli di femminilità dall'antichità ai giorni nostri, "ritratti" molto diversi tra loro, ognuno caratterizzato da un'idea di unicità e non convenzionalità, in una visione trasversale che abbraccia tutte le epoche.

Letture:2124
Data pubblicazione : 06/10/2016 15:45
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
2 commenti presenti
  • Friederic

    06-10-2016 23:13 - #2
    Non ti sai divertire commentatore anonimo.
  • Opere a far mucchio senza filo logico e ricerca storico-artistica..

    06-10-2016 17:11 - #1
    Una mostra con diversi pezzi interessanti ma tipicamente commerciale. Frutto di scambi e favori tra comuni. Mostra che non scaturisce da esigenze di ricerca e approfondimento artistico ma messa su per i turisti. Il mistero più grande è sull'immensa tela contemporanea posta sulla parete di destra. Un opera di grandi dimensioni che lascia interdetti per la sua bruttezza e mancanza di qualità tecnico-artistica..
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications