cultura
Sabato 12 si apre il sipario sulla nuova stagione del Teatro Dell'Iride di Petritoli

Una Stagione che come ogni anno si modifica con spettacoli di Prosa, Cabaret, Classici e Contemporanei, ma sempre con un unico fine: la qualità. La Direzione Artistica è ormai da tre anni affidata all'esperto Alessandro Rutili che invita tutti, già da questo sabato, a essere presenti a questa prima della nuova stagione con un monologo interpretato da Gianluca Marinangeli dal titolo "L'Uomo del Coniglio", un monologo scritto dalla drammaturga uruguaiana Ana Magnabosco e tradotto in italiano dall'attrice e regista uruguaiana Monica Menosse Hutton.

Sabato 12 si apre il sipario sulla nuova stagione del Teatro Dell'Iride di Petritoli

Le opere della Magnabosco, come quelle di altri drammaturghi uruguaiani contemporanei, sono caratterizzate da uno stile naturalisto lievemente intriso di magia, dove molti elementi realistici vengono trasfigurati attraverso la fantasia e il misticismo.

"L'uomo del coniglio" è una stanza artistica da visitare, ovunque, da chiunque, con meritata attenzione. Il testo folle e leggero, privo di ogni banalità, tratteggia un personaggio sfaccettato, ironico, poetico e di grande umanità. Il protagonista, Catalino, vive in una sorta di estasi folle attraverso la quale si allontana dalla dura e triste realtà in cui vive viaggiando con la mente nello spazio e nel tempo per crearsi una nuova illusoria dimensione, in cui la vita perde, almeno momentaneamente, il proprio squallore, per diventare luogo perfetto in cui proiettare i propri sogni, le proprie speranze, i propri ideali.

Catalino è un personaggio sensibile, tenero, ironico e, al tempo stesso, estremamente reale e credibile, pur nella sua apparente follia, riuscendo a ritagliare con verità e sincerità la sua disperazione, che lo rende a tratti fragile e vulnerabile, a tratti forte e sicuro, fino al suo grido finale "Abbiamo diritto all'Allegria", con cui proclama la vittoria dell'ottimismo e della forza di volontà sulle avversità della vita.

La follia di Catalino è sensibilità, creatività, ingegno, fuga dalla realtà, illusione, sogno, speranza, immaginazione; è un personaggio poliedrico e sorprendente, che ti entra nel cuore e che non si può fare a meno di amare.

Egli, licenziato dalla fabbrica dove lavorava, vive in una povera stanza e si rivolge al suo amico Peppino cercando di convincerlo a rimettersi in gioco e a prendersi cura di un coniglio che potrà essere il primo di un piccolo allevamento. Cerca poi di coinvolgerlo nella sua idea di inventare uno show dell'allegria da portare in giro per il mondo. Catalino crea nella sua mente una realtà alternativa alle brutture, alla spietatezza, all'indifferenza che fagocitano troppe aspirazioni.

La sua "follia" si fa a poco a poco nostalgia, resistenza, rabbia, tenerezza. Nella sua fragilità esistenziale egli diviene una guida che ci prende per mano e ci sprona a sorridere malgrado tutto, ad aggrapparci all'allegria come ancora di salvezza, come unico possibile orizzonte di speranza e a non permettere a niente e a nessuno di strapparcelo via.

Letture:2156
Data pubblicazione : 10/01/2019 10:14
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications