Sport
Il basket sul piede di guerra contro la Regione: "No all'azzeramento dei fondi per lo sport"

“Lo sport non vale zero. La pallacanestro – annuncia il comitato regionale della Fip- aderisce alle giornate di mobilitazione contro l’azzeramento dei fondi allo sport nel bilancio 2015 della Regione Marche".

Il basket sul piede di guerra contro la Regione:

Anche la Fip Marche non ci sta e, in relazione alla decisione della Regione Marche di azzerare i fondi allo sport nel bilancio 2015 (come emerso dalla riunione del 12 gennaio), assieme al Coni Regionale e alle Federazioni sportive, ha deciso di aderire alle giornate di mobilitazione. Una forma di protesta assolutamente civile e pacifica, che denuncerà in maniera plateale l'azzeramento delle risorse, senza inficiare in alcun modo il regolare andamento dei campionati. Da giovedì 29 gennaio a lunedì 2 febbraio 2015, in occasione di tutte le partite organizzate dal Comitato Regionale Fip (campionati senior, giovanili, maschili e femminili che si svolgeranno nelle Marche), prima dell'inizio della gara verrà letto un comunicato ufficiale che denuncia l'azzeramento dei fondi allo sport nel bilancio 2015 della Regione Marche: vengono meno le risorse – si legge nel comunicato - per l’attività motoria nella scuola primaria, le società e gli atleti diversamente abili, le manifestazioni sportive agonistiche e amatoriali, lo sport per tutti e per lo sport sociale. Non si prevedono finanziamenti per la riqualificazione e ristrutturazione degli impianti sportivi comprese le palestre scolastiche. Non ci sono risorse per l’acquisto dei defibrillatori da installare negli impianti entro il corrente anno e per la formazione degli utilizzatori. Lo sport rappresenta il miglior investimento per il futuro della nostra comunità, come momento educativo, di aggregazione, inclusione e integrazione sociale, come strumento preventivo per il benessere delle persone e il miglioramento della vita, combatte l’obesità e la sedentarietà, favorisce corretti stili di vita, ed è fondamentale per la prevenzione e la tutela della salute. È bene ricordare che ogni euro investito sullo sport significa poter risparmiare almeno tre euro sulle future spese sociali e sanitarie regionali. La Regione Marche non può ricordarsi dello sport solo per celebrare le medaglie olimpiche, ma ha il preciso compito di intervenire affinché il movimento sportivo possa arrivare a tanto. Non mortifichiamo il movimento sportivo marchigiano, composto da 5.400 associazioni sportive e da oltre 135.000 addetti tra atleti, tecnici, giudici e dirigenti sportivi. Chiediamo alla Regione e ai Consiglieri regionali di poter rivedere le proprie determinazioni, recuperando al più presto le risorse a favore della promozione e la pratica sportiva per i cittadini marchigiani”.

Letture:2322
Data pubblicazione : 27/01/2015 10:15
Scritto da : redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications