Sport
Basket Montegranaro: domenica da cancellare. Dino Bigioni Shoes-Allianz Pazienza San Severo 74-77

Una sconfitta che brucia. Brucia perché è arrivata contro San Severo nello scontro diretto per il primo posto del girone. Brucia per come è arrivata, con la tripla del ko a 3” dalla sirena. Brucia perché fa male aver dato un dispiacere allo strepitoso pubblico che ha stipato in ogni angolo il palas di via Martiri d’Ungheria, ancora imbattuto in stagione prima di ieri.

Basket Montegranaro: domenica da cancellare. Dino Bigioni Shoes-Allianz Pazienza San Severo 74-77

E brucia anche perché la Dino Bigioni Shoes era stata scintillante almeno per 35’, quelle nei quali ha gestito senza particolari problemi una Allianz Pazienza che, pur sospinta dai 300 arrivati dalla Puglia, non sembrava in grado di resistere a una Poderosa organizzata, cinica e concentrata come mai, probabilmente, nel corso di questa stagione.
Peccato perché i ragazzi di coach Steffè erano riusciti a imbrigliare la Cestistica sin dai primi secondi, scattando fortissimo dai blocchi di partenza per schizzare presto a +11 (18-7 al 6’ con due liberi di Rosignoli). Il merito di San Severo è stato quello di non sprofondare ogni volta che la Dino Bigioni Shoes provava ad accelerare, aggrappandosi al suo totem Quarisa (19 punti e 17 rimbalzi), mentre coach Steffè pescava in panchina un Fabi versione deluxe (13 punti tutti nel primo tempo e tanta difesa su Dimarco). I veregrensi toccano più volte il +10, l’ultima a meno di 5’ dalla sirena, quando il canestro di Trionfo firma il 69-59 per la Poderosa. Sembra fatta, ma di colpo ecco la zampata dell’ex. Ciribeni, fin lì praticamente nulla, si infiamma segnando 8 punti consecutivi, ma la tripla di Rossi sembra ricacciare indietro le velleità sanseveresi (74-68 a 1’45” dalla fine). Peccato che sia anche l’ultimo canestro del match per la Poderosa. Dimarco fa 2/2 dalla lunetta per il pareggio a 30” dalla sirena (74-74), mentre Di Trani fa 0/2 pochi secondi dopo consegnando a San Severo la palla del match. A colpire, però, è l’uomo che non ti aspetti. Cena spara da 3 punti con 3” sul cronometro il canestro che vale il sorpasso e ribalta pure il +2 veregrense dell’andata. Ci sarebbe tempo per il tiro della disperazione di capitan Gatti, ma il miracolo, proprio come all’andata a ruoli invertiti, non si concretizza.
Vince la Allianz Pazienza, che infila la 15° vittoria consecutiva e si issa da sola al comando del girone D. La Poderosa scende a -2 e con lo scontro diretto a sfavore sarà costretta a vincere due partite in più dei pugliesi da ora a fine stagione per provare a scavalcarli. Ma bisognerà anche tenere un occhio alle spalle, visto che Falconara, terza, è a soli 2 punti e con lo scontro diretto da giocare al PalaPrometeo Estra. Un percorso che si è fatto improvvisamente in salita, ma la Poderosa vista nei primi 35’ di ieri ha tutto per poter guardare avanti con fiducia. A partire dal match di domenica prossima in quel di Vasto.

Letture:1869
Data pubblicazione : 01/02/2016 10:55
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications