Sport
In sella ad una mountain bike ci si può innamorare dei Sibillini

Il racconto di Leon e Claire, giovane coppia inglese, dopo un'escursione lungo un percorso tracciato da Rotacalla MTB e da Bici Club Sibillini di Amandola

In sella ad una mountain bike ci si può innamorare dei Sibillini

Non sapevamo che Amandola si trovasse nel cuore della più straordinaria regione che abbiamo mai visitato finora. Le Marche offrono la più bella vista mozzafiato ed un paesaggio ondulato che si sposa perfettamente con la passione per la mountain bike.

 

L'ospitalità è stata delle migliori presso l’agriturismo The Hideaway.

 

Abbiamo contattato il club MTB di Amandola per avere informazioni.

 

Grazie a Kristina che gestisce l'Ufficio Turistico del Comune di Amandola, siamo stati inseriti in un gruppo per un’escursione, domenica 8 maggio.

 

Pratico MTB da pochi anni e sono una ciclista con poca esperienza sul terreno tecnico, mentre Leon pedala da 23 anni ed è pratico su tutti i terreni.

 

Con circa 50 ciclisti siamo partiti alle 8.30.

 

Per le prime tre ore il percorso era un misto di strada asfaltata e bianca; dolci colline con l'erba verde più rigogliosa, una fioritura brillante e accesa, rarissime orchidee selvatiche viola dalle profonde venature, dirupi vertiginosi ai nostri fianchi.

 

La ripida salita finale di 3 km di strada bianca verso il rifugio di Città di Amandola, località Campolungo, arriva dopo circa 16 km ed un dislivello notevole di 600 metri.

 

La maestosità del Monte Amandola si presentava alla nostra vista, rubandoci lo sguardo per la sua bellezza.

 

Fortunatamente, per tutta la salita, le vedute, la flora e la fauna ci hanno distratto dalla fatica.

 

Dopo una breve sosta per riempire le borracce d'acqua alla fontanella di Campolungo e riposare un po’, è giunta la discesa di 10 km fra brevi tratti stradali con curve strette ma divertenti, tra rocce, alberi e guadi di ruscelli.

 

Ci siamo persino divertiti nel notare il sorriso sul volto dei ciclisti al nostro fianco.

 

La salita di tre ore valeva ogni secondo di questa divertente discesa.

 

Il divertimento non finisce al punto di partenza ma con una sontuosa festa tra appassionati di MTB al Roby Bar.

 

Pizza, salumi, formaggi e fave, condito da Prosecco, birra, vino e succo di frutta.

 

Una conclusione impressionante, per una giornata altrettanto impressionante.

 

Il punto finale della giornata, e forse il più importante, è che Leon ed io siamo stati accolti così calorosamente, che abbiamo scoperto solo alla fine che l’uscita inaugurava il nuovo percorso dei Sibillini, tracciato da “Rotacalla MTB” e da “Bici Club Sibillini”.

 

Un privilegio ed un onore che non ci aspettavamo.

 

Nonostante la lingua, la passione per la mountain bike e per la bellezza della natura ci ha condotti dall’Inghilterra ad un’avventura ed un’amicizia indimenticabili”.

Letture:2396
Data pubblicazione : 16/05/2016 19:32
Scritto da : Leon e Claire
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Fabio Petrini

    17-05-2016 16:35 - #1
    Il nostro paesaggio marchigiano è un bene prezioso che va custodito con grande cura.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications