Sport
La Poderosa soffre ma regola Orzinuovi: settima vittoria consecutiva e secondo posto confermato

Un’altra battaglia all’ultimo sangue, un’altra sofferenza, ma soprattutto un’altra vittoria. Con uno straordinario rush finale, la XL EXTRALIGHT® mantiene inviolato il PalaSavelli e trafigge una orgogliosa Agribertocchi Orzinuovi che, pur priva di Scanzi, ha dimostrato di non valere assolutamente la classifica attuale. Specie dopo gli innesti di Raffa e Strautins, subito dentro gli schemi di coach Crotti nonostante siano arrivati nel Bresciano da pochi giorni: 23 punti, 10 rimbalzi e 7 assist per il play ex Roma, 11 punti e 5 rimbalzi per il lettone da Capo d’Orlando.

La Poderosa soffre ma regola Orzinuovi: settima vittoria consecutiva e secondo posto confermato

La Poderosa è stata molto simile a quella vista sette giorni fa a Jesi: molle soprattutto in difesa nella parte iniziale della gara, ma capace di salire di colpi con l’avvicinarsi del traguardo, quando le zampate di Corbett e Powell hanno dato il là definitivo al successo gialloblu.


Come nel derby delle Marche, i veregrensi partono al piccolo trotto, lasciando campo ad un Raffa che, all’esordio in maglia Orzinuovi, vuole subito mettere in mostra tutte le sue qualità: tiro dall’arco, assist, regia, l’americano è una furia che si abbatte su una Poderosa sonnacchiosa in difesa. Con 12 punti in 10 minuti l’ex Roma spinge i lombardi a uno stratosferico primo quarto da 31 punti, che si prolunga fino alla metà del secondo periodo con il massimo vantaggio sul +15 (24-39 al 13’). I primi squilli di un Corbett poco in partita accendono la XL EXTRALIGHT®, che in un amen costruisce un break di 17-2 che gira completamente l’inerzia del match. I gialloblu salgono anche a +4 (48-44 al 19’) prima dell’intervallo lungo, ma ora l’equilibrio è totale. Un’altra fiammata di Raffa ridà 5 lunghezze di vantaggio a Orzinuovi nel cuore del terzo periodo (56-61 al 25’), un jolly del giovane Antelli vale addirittura il +6 in apertura di quarto quarto (61-67), ma la Poderosa serra le fila dietro e davanti si affida alla classe dei suoi tre tenori: Corbett e Amoroso tengono i gialloblu dentro al match nel momento più delicato, poi ci pensa Powell con un canestro da sotto e una schiacciata tonante su assist bendato della guardia americana a firmare il sorpasso XL EXTRALIGHT® quando alla sirena mancano poco più di tre minuti.

Il resto del capolavoro la Poderosa lo fa in difesa: Rivali e Campogrande sono su tutte le linee di passaggio, la Agribertocchi getta alle ortiche palloni su palloni e gli ospiti paiono ormai al gancio. L’ultimo sussulto prova a darlo un fin lì silente Touré, che con quattro punti in fila riporta all'improvviso Orzinuovi a -2 (82-80 a 1’16” dalla sirena). Ma è l’ultimo brivido ormai, perché i sigilli li mettono Corbett e Campogrande.


Settima vittoria in fila, dunque, imbattibilità casalinga mantenuta (anche grazie al caloroso tifo dei 1800 accorsi al palas sangiorgese nonostante la collocazione oraria non certo propizia), secondo posto al fianco di Bologna conservato. Non ci poteva essere modo migliore di approcciare la pausa in arrivo per Amoroso e compagni: col rinvio del match originariamente in programma questo sabato a Bergamo, i gialloblu torneranno in campo fra due settimane di nuovo al PalaSavelli contro la Dinamica Generale Mantova.


Queste le parole di coach Ceccarelli in sala stampa: “Sono molto contento perché questa vittoria vale non 2 ma 4 punti o anche di più contro una diretta concorrente. E poi perché fra un mese o due, quando non avremo l’energia che abbiamo ora, approcciare primo e terzo quarto in questa maniera significherà perdere. Ovviamente per grandi meriti degli avversari, che hanno disputato una grande partita e che con i nuovi innesti faranno un campionato di livello. Non è bastato ripetere per una settimana che con i nuovi giocatori questa sarebbe stata un’altra squadra. Tenere tutti sulle spine non è bastato. È servito prendere 31 punti nel primo quarto, prendere un cazzotto in faccia, cadere a terra e capire che c’era da giocare anche oggi. Speriamo fosse solo per l’orario che eravamo addormentati all’inizio. Però abbiamo vinto, con grossi attributi, con lay-up sbagliati e canestri incredibili di La’Marshall. Questa partita è un 6, 6,5 perché abbiamo vinto, ma è un incontro che ci deve far pensare e far lavorare”.


Queste le parole di La’Marshall Corbett in sala stampa: “E’ stata una partita dura, contro una squadra che aveva appena inserito due giocatori nuovi che hanno subito fatto molto bene. Soprattutto quei 31 punti subiti nel primo quarto ci hanno messo in grande difficoltà. Poi però ci siamo compattati, ci siamo aiutati di più, abbiamo aumentato l’intensità difensiva, però nel finale la partita è tornata di nuovo molto complicata. Siamo stati bravi a portarla a casa, una bella vittoria davvero”.

Letture:225
Data pubblicazione : 20/11/2017 09:17
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications