Sport
Fermana F.C.: presi Rossetti dal Torino, il fermano Capece dalla J. Stabia (dove approda Franchini) e Saporetti dal Parma. Lupoli resta canarino. Manè al Carpi, ma rimane a Fermo

Piazzato Franchini (Juve Stabia). In entrata, si è lavorato per contrattualizzare i due ultimi nomi nuovi: Grossi della Pro Vercelli e Della Corte della Paganese. Nulla di fatto. Ci si è concentrati anche sugli scambi. A.J. Fano e Fermana F.C. hanno trattato quello fra Lupoli e Melandri (Lupoli non presente alla seduta collegiale di allenamento ei canarini): operazione saltata, con "Re Artù" che sarebbe potuto approdare al Santarcangelo. Ma  la punta ex Arsenal non ha trovato l'accordo: nè prima col Fano e nè poi col Santarcangelo. Dirigenti canarini che scambiano, con la Juve Stabia, Franchini con Capece, che da fermano d.o.c. approda per la prima volta in maglia canarina. Da Torino, sponda granata, arriva in prestito secco Matteo Rossetti (altra nostra anticipazione): centrocampista classe 1998, ha disputato la prima parte della stagione all’Alessandria. Da Parma, arriva il terzino sinistro Lorenzo Saporetti (prestito). A meno di un'ora dalla chiusura, non resta che rinforzare l'attacco. Ed allora, tutto su Franck Cedric, esterno d'attacco classe '92 ex Roma e Catanzaro. Ma non c'è stato più tempo.

Fermana F.C.: presi Rossetti dal Torino, il fermano Capece dalla J. Stabia (dove approda Franchini) e Saporetti dal Parma. Lupoli resta canarino. Manè al Carpi, ma rimane a Fermo

I dirigenti di Alma Juventus Fano e Fermana F.C. avrebbero lavorato a lungo ad uno scambio: l'attaccante esterno Melandri  in maglia gialloblù; a compiere il percorso inverso, in cambio, sarebbe stato Lupoli. Tutto saltato e sulle orme di "Re Artù", nel convulso finale di calciomercato, ecco arrivare il Santarcangelo. Nulla di fatto anche in questo caso: accordo economico non raggiunto. Preso Rossetti dal Torino (centrocampista classe 1998). Giallo su Giovanni Della Corte, esterno sinistro (gli addetti ai lavori lo indicano capace di agire sia da “basso” che da “alto”), mancino napoletano classe '95, sino ad ora 20 presenze con la maglia della Paganese e, in totale, oltre 90 partite ed un gol in Serie C: ufficializzazione che tardava ad arrivare, al punto tale da far sospettare il nulla di fatto. Come è poi effettivamente stato. Scambio ufficialmente comunicato fra Franchini, che va alla Juve Stabia e la "vespa" Giorgio Capece, classe '92, centrocampista nativo proprio di Fermo, che invece approda alla Fermana F.C. 183 cm per 75 Kg di peso, vanta un palmares tutto professionistico: dalle giovanili con l’Ascoli, squadra con la quale ha esordito in B sotto la guida di Castori nel 2011/12, poi Virtus Lanciano (C1), di nuovo Ascoli (B e C1, dove è stato allenato da Mister Destro) e, a seguire, Spal, Arezzo, Cosenza e Juve Stabia (C), per un totale di 175 presenze e 4 centri realizzati. Manè acquistato dal Carpi, dove approderà a partire dalla prossima stagione. Per il bravo Bachir, quattro anni e mezzo di contratto. ALTRO ARRIVO: ingaggiato, con la formula del prestito, il calciatore Lorenzo Saporetti proveniente dal Parma. Il terzino sinistro, nato a Forlì il 19 marzo 1996, 1,88 m per 82 kg, ha dato i primi calci nella cantera del Cesena, per poi passare al Milan dove ha disputato un campionato di Allievi Nazionali ed uno di Primavera. L'anno successivo torna nel cesenate e, da lì, al Parma, con cui ha disputato il campionato di D, di C e metà di B.

 

LE PRIME PAROLE DA NEO CANARINI DI ROSSETTI, CAPECE E SAPORETTI.

Queste le sue prime parole da neo gialloblù di Matteo Rossetti: “Avevo bisogno di nuovi stimoli e Fermo per me rappresenta una grande sfida. Spero di trovare spazio e dare una mano alla squadra per raggiungere gli obiettivi prefissati dalla Società. IL mio ruolo? Posso giocare sia mezz’ala in un centrocampo a 3 o interno sinistro in un centrocampo a 2. Non vedo l’ora di vestire questa maglia, digiocare, dimostrare il mio valore ed aiutare la squadra a vincere: Forza Fermana!”. E queste, invece, quelle di Giorgio Capece: “Ho deciso di tornare nella mia terra perchè sia la Società che il mister, che conosco molto bene, mi volevano. Inoltre mi piace l'ambiente e, dopo un anno e mezzo al Sud, avevo voglia di riavvicinarmi a casa. Vengo con tutto l’entusiasmo possibile. Sono sin da subito a disposizione del mister, della squadra e dei tifosi per dare una mano a raggiungere l’obiettivo della salvezza il prima possibile. Per finire, le prime dichiarazioni "canarine" di Lorenzo Saporetti: "Ho scelto Fermo perchè mi hanno voluto fortemente e questo non è un aspetto da sottovalutare, anzi. Voglio ripagarli per la fiducia giocandomi da subito le mie carte. E' una trattativa venuta fuori negli ultimi giorni e sono contento di arrivare in piazza come quella di Fermo. Darò tutto per questa maglia e mi impegnerò a fare del mio meglio. Non vedo l'ora di cominciare questa nuova avventura".

 

INTERVISTA A ROBERTO GRIECO.

Un Under con la personalità di un veterano. Roberto Grieco, centrocampista canarino ’97, è uno dei gioiellini incastonati nello scacchiere del sergente gialloblù Destro. Nonostante il suo primo anno in Terza Serie, l’ex vissino scuola Spezia è uno dei fari del centrocampo canarino: “Nei momenti iniziali della mia avventura tra i Pro – dichiara – ho avuto difficoltà con l’approccio e l’impatto fisico della categoria. Adesso, piano piano, sto capendo che bisogna giocare sempre a due tocchi, pensare prima ed agire in anticipo. Il possesso palla? Nella maggior parte dei casi si attende l’avversario per poi ripartire. Però, quando abbiamo la sfera dalla nostra, cerchiamo di verticalizzare subito e di operare in maniera corretta. Cosa va corretto? Dobbiamo cercare di finalizzare meglio le azioni che creiamo e sfruttare le palle inattive a nostra disposizione”. A proposito di calci piazzati, il gol vittoria siglato dal match-winner Mane è arrivato proprio dalla punizione nata dai piedi di Petrucci dalla bandierina. “E’ stata una partita svolta molto bene, sono contento sia della prestazione personale che del risultato finale. E’ stata una bella prova da parte di tutta la squadra. L’abbraccio mio a Mane? Abbiamo instaurato un bel rapporto. Lo scorso anno, anche se non ci conoscevamo e giocavamo in squadre diverse, fu uno dei primi che mi fece gli auguri. Siamo coetanei e ci aiutiamo a vicenda”. Sul prossimo avversario, il Santarcangelo: “Dobbiamo ripetere la prestazione di Portogruaro e se avremo lo stesso approccio credo non ci saranno problemi. Sappiamo qual è il nostro punto di forza, ovvero il saper aspettare e ripartire al momento giusto e lo utilizzeremo per far nostra la gara”.

 

 

 

Letture:4128
Data pubblicazione : 31/01/2018 13:02
Scritto da : Redazione Sport
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications