Sport
Fermana F.C.: LEGGI da oggi le "Pagelle del Pampa". Mister Francesco Alberti assegna i voti ai canarini. Che dopo la rimonta sul Teramo sono quasi tutti promossi

Da questa settimana, Mister Francesco Alberti (Allenatore e nostro preziosissimo collaboratore e commentatore tecnico delle gare dei canarini) inaugura una nuova rubrica, che in relazione alle vicende dei gialloblù andrà a completare il servizio offerto da informazione.tv ai suoi lettori quotidiani: le pagelle della Fermana F.C.

Competenza ed un pizzico di sana ironia a soppesare, valutare e sottolineare le prestazioni dei singoli gialloblù, sino ad arrivare al suo collega Destro. In questa settimana, considerata la rocambolesca ed emozionante "remuntada" compiuta dai canarini ai danni del Teramo, giudizi lusinghieri e buoni voti per tutti. O quasi...Manè e Grieco infatti, per questa volta sono finiti...dietro alla lavagna!

Fermana F.C.: LEGGI da oggi le

Le pagelle del Pampa

 

VALENTINI 6: forse col pensiero è già al Micam, manca di comunicazione coi compagni e rischia il patatrac;  diventa strepitoso sul tacco dell'avanti teramano che era da KO. Nel 2°T diventa uno della “Torcida”: tanto tifo e zero parate.

 

CLEMENTE 6,5: soffre come tutti nel 1° T anche se è sempre arrembante quando c'è da sostenere il suo compagno di fascia. Nella ripresa non fa passare nulla dalle sue parti e mette ardore e forza su ogni pallone. Ormai una sicurezza.

 

COMOTTO 6: il capitano ha qualche acciacco, ma stringe i denti non sempre aiutato dai compagni di reparto. Molla per infortunio e la squadra crolla. Serve una pausa per rimettersi in sesto: la sua presenza è troppo importante per tutti.

 

MANE 5,5:  soffre fisicamente Gondo e appare meno concentrato del solito. Dopo tante prestazioni super dimostra che anche lui è umano e commette qualche errore;  Destro capisce tutto e gli concede la doccia nell'intervallo.

 

SPEROTTO 6: nella confusione generale del 1° T è quello che appare il più difficoltà, da pivello il rigore che ci porta sullo 0-1. Nella ripresa cambia mentalità e asfalta la fascia, sostenendo il suo compagno di reparto Da Silva.

 

FERRANTE 7: entra a freddo nel momento più difficile e soffre l'attacco degli abruzzesi; nella ripresa si traveste da Superman e svetta su tutti i palloni non concedendo nulla a nessuno. Dopo tanta sfortuna, bentornato super Edoardo!

 

GENNARI 8: è il mio pupillo! Guida la squadra, capisce sempre prima quello che sta accadendo e sostiene i compagni con le parole e con i fatti. Giocatore di grandissimo futuro, godiamocelo finchè sarà canarino. Leader indiscusso.

 

URBINATI 8:  il T-Rex canarino soffre maledettamente quel 3 contro 2 del primo tempo, ma non molla e nel 2° T si sdoppia e triplica diventando ciclopico dominatore del centrocampo. E' la grande rivelazione del torneo. Insostituibile.

 

MISIN 7: inutile in quel ruolo che non gli appartiene, a sinistra soffre e giocare alto non lo aiuta. Nella ripresa sembra un bambino a cui hanno ridato il giocattolo amato, corre, ruba centinaia di palloni e non spreca nulla. Miso c'è sempre!

 

GRIECO 5,5: paga una situazione tattica che lo penalizza, come Urbinati è preso in mezzo da Ilari e company. Quando Destro decide che serve la spada per ribaltare la gara, lo lascia negli spogliatoi. Avrà tempo per mostrare le sue doti.

 

ROSSETTI 7: entra a 10 minuti dalla fine e dimostra grande personalità e buona visione di gioco. Il suo metro e 91 lo colloca tra i giganti della squadra e, in un campionato fisico come questo, potrebbe essere davvero utile là in mezzo.

 

PETRUCCI 8: Palladini gli piazza Pietrantonio alle costole: stesso passo, stessa grinta e nel 1° T è partita pari. Nella ripresa Andrea tira fuori cattiveria, classe, qualità e l'esperienza che il suo giovane avversario non ha e diventa devastante sulla fascia. Trascinatore autentico, la sua esultanza sul secondo gol è una iniezione di energia per tutti! TOP.

 

DA SILVA 7: un giocatore diverso dalle prime apparizioni. La cura imposta da Destro sta facendo effetto. La classe c'è sempre stata; ora c'è la grinta e quel rincorrere gli avversari lo rende utile alla squadra. Una perla il gol di giustezza.

 

CREMONA 6:  l'applauso dello stadio alla sua uscita e l'abbraccio di Cognigni che ne prende il posto, testimoniano il riconoscimento per l'impegno e la dedizione alla causa. Insuperabile nel gioco aereo, aspettiamo tutti un suo gol.

 

LUPOLI 7: quando gioca con una prima punta al suo fianco dimostra tutto il suo valore, abile nello stretto e rapido di pensiero, va a nozze con l'ingresso di Cognigni e viene premiato nell'impegno da uno splendido gol capolavoro.

 

COGNIGNI 7,5:  giocatore vero, attaccante completo. Destro ne centellina il minutaggio perchè sa che è lui il valore aggiunto di questa squadra. Due assist da campione e una crescente consapevolezza di essere tornato!

 

DESTRO 4+9:  sbaglia l'approccio alla gara e non legge le difficoltà in mezzo al campo fino all'intervallo, poi compie un capolavoro e ribalta la squadra che lo premia con una grande trasformazione. Nella sua esultanza finale c'è la consapevolezza di aver fatto la cosa giusta e di avere il completo controllo del gruppo. Sempre un valore aggiunto!

Letture:537
Data pubblicazione : 13/02/2018 13:36
Scritto da : Redazione Sport
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications