Sport
Fermana F.C.. Le dichiarazioni dei protagonisti. Sperotto: “Il gol? Ero li perché c’era la voglia di vincere”

Dopo la bella vittoria contro il Gubbio, che ha regalato una salvezza quasi matematica ai canarini, nella sala stampa del ‘Bruno Recchioni’ fanno il loro ingresso il tecnico ospite Alessandro Sandreani, mister Flavio Destro e l’autore del gol Nicolò Sperotto.

Fermana F.C.. Le dichiarazioni dei protagonisti. Sperotto: “Il gol? Ero li perché c’era la voglia di vincere”

Visibilmente deluso e amareggiato per la sconfitta è il tecnico eugubino Sandreani, il quale senza troppi giri di parole ha palesato tutto il suo dispiacere per il risultato maturato al termine dei 90’.

Alessandro Sandreani: “C’è rammarico. Tranne i primi 10’, dove la Fermana ci ha messo in difficoltà su qualche ripartenza, la partita è stata condotta abbastanza bene. Abbiamo provato a chiuderli nella loro metà campo ma con poca precisione e lucidità e alla fine è arrivata anche una piccola beffa che prendiamo e portiamo a casa”.

Sul cambio Ciccone per Jallow continua –“Ciccone è andato diverse volte vicino al gol. I ragazzi in queste ultime settimane hanno speso tante energie e la validità delle scelte che ho fa si che io possa tenere tutti in considerazione. E’ un cambio che ho fatto e che rifarei”.

 

Flavio Destro: “Nel finale non so cosa sia successo. Sono uscito prima perché nel parapiglia mi hanno stretto il collo e facevo fatica a respirare. Sui fatti che sono accaduti non posso parlare perché non ho visto nulla. Non sono stati gli altri ma il nostro Team Manager nei festeggiamenti”.

Sull’ingenuità di Manè e sull’importanza della vittoria Destro mantiene i piedi ben saldi a terra: “Ha fatto un errore gravissimo e che non deve fare. Non puoi lasciare la squadra in 10 in una partita così importante, qualsiasi cosa gli possano aver detto. Non si sputa ad un avversario. Sul risultato dico che è stato un grande risultato, soprattutto perché arrivato in inferiorità numerica. Hanno raddoppiato su tutto e hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo, sono da elogiare tutti.

L’aritmetica dice che abbiamo fatto solo un passo avanti, manca la matematica quindi non abbiamo fatto ancora nulla. Adesso abbiamo un turno di riposo, ai ragazzi ho concesso due giorni di pausa e riprenderemo mercoledì. Credo sia stata una partita in cui i ragazzi hanno dimostrato quello che ho sempre visto in campo da quando sono arrivato io e cioè grande cuore, grande determinazione e grande attaccamento alla maglia.

Sono valori che ho sempre preteso e che mi hanno sempre dato. A prescindere da chi gioca tutti hanno sempre fatto una grandissima partita. Capece anche nella mediana a due ha fatto una grande partita.

Con gli esterni invertiti dopo 15’ abbiamo fatto meglio.

E’ stata la vittoria della sofferenza, giocare in dieci per un’ora non è facile. Siamo stati bravi a chiudere gli spazi e ci siamo messi con il 4-4-1. Loro nel secondo tempo hanno fatto solo un tiro perché noi abbiamo lavorato bene, nei reparti siamo rimasti stretti e abbiamo fatto bene.

Ho tolto Lupoli e lasciato Cognigni perché mi serviva una torre, loro avevano difensori sopra al metro e novanta. Mi serviva un giocatore bravo nel gioco aereo e ho scelto lui, visto che avevamo tutti i saltatori fuori.

Sperotto è stato bravo a seguire l’azione e a fare gol ma sono stati bravi tutti. C’è da essere orgogliosi di questi ragazzi”.

 

Nicolò Sperotto: “Ero li perché quella è la voglia di vincere. Anche l’anno scorso ho fatto un gol simile quando ero a Como.

E’ una vittoria che vale tanto, qualcosa si vocifera però manca ancora la matematica. Abbiamo messo un buon tassello per la salvezza.

Con Manè non ci ho parlato ma se ha fatto quello che ha fatto dico che è stato molto ingenuo e soprattutto ha fatto un brutto gesto. Venivo da un infortunio e ho rispettato la scelta del mister di farmi partire dalla panchina.

In dieci eravamo in difficoltà, dal campo si sentiva che eravamo sotto di un uomo, con l’inferiorità numerica facevamo fatica e poi nel calcio contano gli episodi.

Finchè la matematica non arriva dobbiamo rimanere concentrati e giocare al massimo delle nostre possibilità”.

 

Letture:1458
Data pubblicazione : 09/04/2018 10:19
Scritto da : Paolo Oriferi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications