Sport
Fermana F.C., che succede? Ripresa da dimenticare ed il SudTirol si impone all'inglese: gol di Morosini e Turchetta. Settore Giovanile: i risultati

Per la sfida Play Off contro il Sudtirol (nel 2019 la formazione di Zanetti è ancora imbattuta), in programma allo stadio “Druso” non sono a disposizione il centrocampista Giandonato, che ha scontato la seconda delle due giornate di squalifica e l'attaccante D'Angelo, infortunato. Tornano, invece, capitan Comotto - in campo sin dall'avvio, così come gli oggi deludenti Malcore e Fofana - ed il terzino Guerra. Fra i locali (che in casa non centrano il risultato pieno dal 12/12), si accusano le assenze forzate di di Crocchianti, Ierardi e Pasqualoni. Primo tempo soporifero, ripresa da dimenticare: i locali piazzano l'1/2 a firma Morosini e Mazzocchi ed effettuano l'operazione - sorpasso proprio ai danni dei gialloblù, tornando alla vittoria interna dopo due mesi ed aggiudicandosi una importante sfida in chiave spareggi promozione. Fermana F.C. da rivedere, con un pacchetto arretrato che stavolta è sembrato balbettare a più riprese, un centrocampo dove la fantasia non è certo al potere e dove un reparto avanzato  che, sebbene cambi negli interpreti, risulta ancora cronicamente sterile. Una triste sensazione inizia a farsi strada: che la squadra sia vittima, con la quota salvezza probabilmente quantificata a soli 4 punti di distanza, di un anticipato senso di appagamento? 4 partite nel 2019, 1 gol fatto, 4 subiti. Totale 2 punti e perso diverse posizioni in classifica. Martedì col Gubbio urge un'inversione di rotta.

 

 

Fermana F.C., che succede? Ripresa da dimenticare ed il SudTirol si impone all'inglese: gol di Morosini e Turchetta. Settore Giovanile: i risultati

IL PRE GARA

"Sicuramente giocando a Bolzano ci aspettiamo una temperatura molto fredda - commenta Mister Destro - speriamo che il campo non sia ghiacciato e, nel caso, ci adatteremo. Noi dobbiamo avere sempre quello spirito. Affrontiamo una squadra molto forte e che gioca bene, speriamo di poter fare una partita di calcio a differenza di sabato scorso". Il Sudtirol si contraddistingue anche per essere squadra molto strutturata fisicamente, una qualità questa che mister Destro annovera tra le caratteristiche principali dell'avversario: "È una squadra che ha almeno sette o otto giocatori sopra al metro e novanta. La scorsa stagione hanno fatto un grande campionato, vogliono ripetersi e saranno carichi di entusiasmo vista l'ultima vittoria ottenuta". Resta il diktat di riprendere il cammino: "Noi dobbiamo
cercare di fare la partita con giusti valori ed equilibri, tirando fuori quelle che sono le nostre caratteristiche, sempre consapevoli dell'intensità e la grinta che dobbiamo mettere in campo". È stata la prima settimana in cui anche i nuovi arrivati hanno avuto modo di allenarsi con tutta la rosa: "Stiamo valutando qualche situazione e
voglio prendermi le prossime 24 ore per decidere chi mettere in campo dal primo minuto. I nuovi si sono impegnati e vedremo quali soluzioni adottare".

 

51668653_2333859389982310_5260295658593583104_o

Tifosi canarini a Bolzano.


 

SABATO 09/02/2019 - STADIO “DRUSO” (ORE 14,30): LE FORMAZIONI UFFICIALI



SudTirol (3-5-2): Nardi; Vinetot, Casale, Della Giovanna; Lunetta, Morosini (40' st Romano'), De Rose (15' st Berardocco), Fink (40' st Antezza), Fabbri; Romero (15' st De Cenco), Turchetta (31' st Mazzocchi). A disposizione: Ravaglia, Mattioli, Oneto, Tait. All. P. Zanetti


Fermana F.C. (3-5-2): Marcantognini; Soprano, Comotto, Scrosta; Iotti, Misin (15' st Maurizi), Urbinati (40' st Grieco), Fofana, Sperotto (40' st Sarzi Puttini); Malcore (23' st Zerbo), Lupoli (15' st Van Der Heijden). A disposizione: Valentini, Pavoni, Guerra, Maloku, Otranto, Contaldo. All. Destro.

 

Arbitro: Sig. Clerico di Torino (Di Costa/Martinelli)

 

Reti: 9' st Morosini, 36' st Mazzocchi (ST)

 

Ammoniti: Della Giovanna, De Rose, Vinetot e dalla panchina Oneto (ST), Soprano e Misin (FFC)

 

Angoli: 3 a 5

 

Recuperi: pt 0'; st 4'

 

Note: prima dell'inizio del match osservato un minuto di silenzio in memoria delle giovani vittime del Settore Giovanile del Flamengo.

 

LA CRONACA DEL PRIMO TEMPO.

Sul semi congelato terreno del "Druso", le due contendenti si schierano con atteggiamenti tattici speculari (3/5/2). Locali per tornare alla vittoria interna dopo quasi due mesi; canarini pronti a scacciare il periodo di mini crisi che è coinciso con la flessione accusata nell'ultimo periodo. Con queste premesse, in campo la differenza potrebbero farla gli scontri diretti, i duelli face to face. Ed invece i team si annullano vicendevolmente, regalando calcio solo a sprazzi in una gara che a più riprese prova a salire di tono, senza peraltro riuscirci (le occasioni latitano, sia da una parte che dall'altra). In avvio canarini volitivi e locali che rispondono con le accelerazioni degli esterni alti Turchetta e Lunetta, sempre pronti ad invertirsi le rispettive corsie di competenza, a puntare ed a saltare il diretto avversario creando quella superiorità numerica che però, a conti fatti, sbatte costantemente sul muro innalzato da Comotto & c.. Una conclusione di Morosini (6', palla altissima), poi un'altra dello stesso Turchetta (14', Marcantognini c'è), scuotono la Fermana che riordina le idee ed inizia a fare capolino dalle parti di Nardi. Al 25', il tentativo di Iotti vede il pallone sibilare non lontano dai pali della porta bolzanina, prima che una pericolosa mischia si accenda in area gialloblù (39', Sperotto e Scrosta sbrogliano una matassa che si stava facendo intricata). Il primo tempo, che si chiude sul più logico e conseguenziale dei punteggi (0 a 0), è tutto quà.

 

druso

 

LA CRONACA DEL SECONDO TEMPO.

Scoppiettante, l'avvio della seconda frazione di gioco. Più per merito degli alto atesini, per la verità. Che al 4' vanno vicinissimi al vantaggio grazie ad un'incornata di Morosini susseguente ad una fuga con cross finale dal fondo di un'imprendibile Turchetta (quando punta l'uomo, l'ex Casertana se ne va che è una meraviglia...). Un prodigioso intervento di Marcantognini, che ricaccia fuori dallo specchio un pallone che sembrava destinato a gonfiare il sacco, strozza in gola l'urlo liberatorio dei supporter's locali. Il leit motiv dei secondi 45', per lo meno dal punto di vista di Mister Zanetti, appare sin troppo chiaro. Il SudTirol è squadra che fa della fisicità uno dei suoi punti di forza (Romero è alto 199 cm, ma almeno altri 5/6 giocatori biancorossi sono sopra o vicini al metro e 90) e quando Turchetta tira il fiato c'è da attendersi una serie di spioventi in area gialloblù. La Fermana però, ragisce. Al 6', una bordata di Misin è alzata in angolo dalla manona di un Nardi che di tentare la presa non ci pensa minimamente. Ma dove eravamo rimasti? Ah, agli spioventi, ai cross in area gialloblù, dicevamo. Ed è proprio da uno di questi, al 9', che la gara si sblocca. Morosini calcia una punizione dalla 3/4 campo, posizione defilata. Palla tesa, tagliata ed indirizzata sul secondo palo: la prendi tu che ci arrivo prima io, avanti locali a vuoto e difensori ospiti idem. La corsa di quel maledetto cuoio termina nel sacco e stavolta Marcantognini, che lo vede all'ultimo istante dopo che gli è sbucato da un nutritissimo grappolo di giocatori vanamente protesi nel tentativo di intercettarlo, appare immune da colpe. Morale della favola: 1 a 0, SudTirol in vantaggio. Per raddrizzarla, Mister Destro ricorre dapprima ai richiami motivazionali. Il tecnico gialloblù vorrebbe maggiore intensità a centrocampo e magari dalle fasce laterali quei movimenti che oggi nè Iotti nè Sperotto sembrano garantire. I meccanismi di reparto sembrano bloccati e la capacità di trasformare l'azione da difensiva ad offensiva - sino a qualche settimana fa uno dei marchi di fabbrica della Destro band - sembra essersi di colpo smarrita. Poi, il timoniere di Rivoli rivoluziona il reparto avanzato ricorrendo alle rotazioni (Van Der Heijden per Lupoli e Zerbo per Malcore, attaccante per lunghi tratti oggi avulso dal gioco). Niente, non sembra proprio giornata: la squadra non riesce quasi mai a ripartire. Anzi, dopo il gol annullato a Casale (20', fuorigioco), è ancora il SudTirol a provarci con Morosini (26', l'estremo ospite fa buona guardia) ed il subentrato De Cenco (35', di testa non concretizza un'ottima ripartenza). Al 36', giù il sipario: Mazzocchi (che da 8' ha preso il posto di uno stremato Turchetta) riceve dall'onnipresente Morosini. Arresto e girata da manuale del calcio, nonostante sia circondato da difensori avversari: 2 a 0. Una nuova iniziativa di De Cenco (41'), poi 4' di recupero dentro ai quali non succede nulla e la Fermana F.C. rimedia un'altra sconfitta, prolungando un apparentemente inspiegabile periodo no. Martedì arriva il Gubbio, che oggi le ha buscate a domicilio da un'Imolese che oramai non fa più notizia. Vincere vorrebbe dire salvezza. Riusciranno i nostri eroi... 

 

 

SETTORE GIOVANILE, TUTTI IN CAMPO NEL FINE SETTIMANA: I RISULTATI

Torna in campo al completo nel fine settimana il settore giovanile della Fermana. I primi a giocare saranno i gialloblu della Berretti di mister Massimo Perra che alle 14,30 al Postacchini di Capodarco affrontano la Juve Stabia. Lunga trasferta per U17 e U15 sul campo della Cavese, domenica con fischio d'inizio rispettivamente alle 13 e alle 11,30. Bel derby per l'U13 Pro che fa visita alla Sambenedettese.

Di seguito il programma completo:

giovanili

BERRETTI: Fermana F.C. Juve Stabia 3 a 2 (doppietta d Liberal e Nepi).

UNDER 17 NAZ.LI: Cavese - Fermana F.C. 2 a 1 (rete canarina di Cardinali).

UNDER 15 NAZ.LI: Cavese - Fermana F.C. 4 a 1 (Marcaccio).

Berretti

La squadra Berretti allenata da Mister Massimo Perra, che oggi ha battuto i pari età della Juve Stabia per 3 a 2 al termine di un emozionante incontro.

 

Letture:1716
Data pubblicazione : 08/02/2019 17:15
Scritto da : Redazione Sport
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Meneger de Sant'Erpidio

    09-02-2019 19:10 - #1
    La solita Fermana di sempre; subisce gol su un cross senza pretese per un errore del portiere. Tira solo 1 volta nello specchio della porta, ma lo 0-0 lo stava portando a casa. Non ha la rosa di giocatori meno pagata della serie C? Non si è letto spesso questo? Solo un bravi a questo gruppo perché sta conquistando, speriamo, un'altra miracolosa salvezza.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications