Sport
Fermana F.C., dopo 5 gare senza vittorie, a Teramo i canarini si impongono per 0 a 1. Decisiva la prima marcatura in gialloblù di Malcore

Il quasi derby del “Gaetano Bonolis” è la gara dei grandi assenti. In casa Fermana non sono a disposizione Scrosta, che sconta la squalifica, Soprano per un fastidio muscolare, gli infortunati D’Angelo, Cremona e Valentini più il giovane Nepi, bomber di scorta, poiché influenzato. Teramo senza la coppia dei difensori centrali titolare, Caidi e Speranza. Alla fine ed a conti fatti, peseranno di più queste ultime due assenze. Dopo “l’intervento” societario, del quale hanno ampiamente scritto i colleghi del cartaceo, si prevedeva una Fermana a forte trazione anteriore. Ed invece, sostanzialmente (l'inserimento di Malcore sin dal fischio d'avvio era quasi fisiologico) i gialloblù sono i soliti: arcigni, determinati, ben messi in campo e pronti al sacrificio. Poi il gol di Malcore, soglia dell'attenzione (soprattutto difensiva e di centrocampo) che rimane altissima e pullman che - in alcuni frangenti - viene piazzato sulla propria tre quarti, a difesa di una porta che il Teramo - probabilmente - non avrebbe violato nemmeno se avesse giocato per tre giorni consecutivi. In definitiva, nonostante i richiami societari la Destro band era e resta tale. Toccata la soglia dei 40 punti, classifica di nuovo più che lusinghiera e per questo finale di campionato una certezza assoluta: la piccola/grande Fermana è con il suo Mister. Settore Giovanile: i risultati.

 

 

Fermana F.C., dopo 5 gare senza vittorie, a Teramo i canarini si impongono per 0 a 1. Decisiva la prima marcatura in gialloblù di Malcore

IL PRE GARA.

Grande convinzione e paura di nessuno vogliono essere gli ingredienti trascinanti, come conferma mister Destro: "È stata una settimana dove abbiamo cercato di ritrovare lo smalto e la forza che ci ha sempre contraddistinto. Si sono visti nelle prove con Vicenza e Pordenone, nelle quali la Fermana ha raccolto molto meno di quanto meritasse. Il fatto di aver messo in campo quelle prestazioni sicuramente non ci fa mancare la consapevolezza di noi stessi". Una settimana iniziata anche con la visita del patron Maurizio Vecchiola alla ripresa degli allenamenti: "È stato un incontro estremamente positivo, in cui ci ha confermato la vicinanza della società, ci ha incoraggiato e spronato a fare meglio, cercando anche di riportare dalla nostra parte un pizzico di fortuna che è mancato". L'obiettivo contro il Teramo, dunque, è quello di una Fermana di certo non dimessa: "L'obiettivo principale sarà fare punti. Dobbiamo sbloccarci in attacco e speriamo di farlo già a Teramo. Dobbiamo ricominciare a raccogliere di più anche perché non siamo appagati nè ci accontentiamo. Mancano ancora dieci partite e dovremo cercare di fare più punti possibile". Che Teramo pensa di trovare? "Una squadra aggressiva, che concede poco, che combatterà su ogni pallone. La Fermana dovrà essere pronta ad affrontarla".

 

53703433_10214219255171669_1622995753779593216_n

Al "Bonolis" finisce così...

 

DOMENICA 03/03/2019 - STADIO “G. BONOLIS” (ORE 16,30) - IL TABELLINO

 

TERAMO (3-5-2): Gomis; Polak, Fiordaliso, Piacentini (29' Zecca); Ventola, Spighi (18' st Persia), Proietti, De Grazia (29' st Cappa), Celli (15' st Armeno); Infantino, Sparacello (29' st Barbuti). A disposizione: Pacini, Lewandowski, Celentano, Giorgi, Spinozzi. All. Maurizi.

 

FERMANA F.C. (3-4-1-2): Marcantognini; Misin, Comotto, Sarzi Puttini; Iotti (31' st Guerra), Urbinati, Giandonato (18' st Fofana), Sperotto; Maurizi; Malcore (40' st Marozzi), Lupoli (18' st Zerbo). A disposizione: Pavoni, Ginestra, Maloku, Van Der Heijden, Grieco, Contaldo, Otranto, Liberal. All. Destro.

 

Arbitro: Sig. Carrione di Castellammare di Stabia (Dell’Olio/Niedda)

 

Reti: 17' Malcore (FFC)

 

Ammoniti: Ventola e De Grazia (T); Iotti, Maurizi e Giandonato (FFC)

 

Angoli: 4 a 1

 

Recuperi: pt 3'; st 5'

 

Note: pomeriggio soleggiato, temperatura primaverile. Presenti sugli spalti 103 sostenitori ospiti.

 

IMG-20190303-WA0014

 

IL PRIMO TEMPO.

Gara gagliarda fra Teramo e Fermana. Abruzzesi ad aprire le ostilità già dopo 30'' con Ventola (Marcantognini si rifugia in angolo). I canarini rispondono al 6', ma la conclusione volante di Sperotto termina alta. Gialloblù subito guardinghi. Per ovviare e superare la diga di centrocampo, i locali si affidano al giro palla che frutta una conclusione di Celli ben disinnescata dall'estremo ospite. E' il preludio alle fiammate canarine, che porteranno Malcore dapprima a rendersi pericolosissimo (14', bravo Gomis) e poi a passare (17') sempre grazie allo stesso attaccante che scatta sul filo del fuorigioco e con un morbido pallonetto supera Gomis in uscita e deposita: 0 a 1. Nell'occasione, i giocatori del Teramo protestano all'indirizzo dell'arbitro, ritenendo l'azione viziata da fuorigioco. Un colpo di testa di Infantino (23', il pallone non inquadra lo specchio) da il là alla reazione dei locali, in una gara che sale di tono soprattutto dal punto di vista agonistico (al termine della prima frazione già 4 ammoniti). Al 28' è miracoloso Marcantognini, che si oppone ad un colpo di testa da distanza ravvicinata di Sparacello. Ma la Fermana c'è e va vicinissima al raddoppio al 43' con Malcore e Lupoli (bravo Gomis in entrambi i casi). Continui i capovolgimenti di fronte:45', calcio franco di De Grazia. Appostato sul secondo palo c'è Fiodaliso, ma sulla linea salva Marcantognini e la frazione si chiude con il Teramo vicino al pareggio.

 

IL SECONDO TEMPO.

Ripresa e Teramo che torna in campo animato da grande caparbietà. La squadra di Maurizi, che per altro nella seconda frazione non è riuscita a coniugare costrutto ed incisività ad una innegabile ma infruttuosa grande generosità, per agguantare il pari produce l'occasione migliore al 5'. Da un traversone di Ventola (giocatore animato dal sacro fuoco dei campioni, forse l'unico biancorosso ad esprimersi con una certa continuità di rendimento per tutto l'arco di gara), dapprima Sparacello e poi De Grazia fanno gridare al gol, ma oggi Marcantognini è in vena di prodezze e sventa in entrambi i casi, neutralizzando le minacce teramane e respingendo quelle critiche che, ultimamente, gli stavano piovendo addosso. Il solito Ventola ci riproverà all'11', da fuori area, ma l'esito sarà lo stesso.  Di contro, la Fermana risponde giocando nella collaudatissima maniera: squadra viva, tonica, presente ed attenta. Insomma la solita Destro band, abilissima a difendersi con le unghie e con i denti, ma sempre restando ordinatissima, sorniona e pronta a ripartire. Il Teramo infatti continua a spingere a pieno organico, ma senza costrutto e finendo per non riuscire a cavare un ragno dal buco. Poco prima della mezz'ora, il tecnico locale tenta la carta del triplice cambio e conseguente cambio di modulo (adotterà un 4/3/3 ugualmente sterile), in un match agonisticamente accesissimo e che resta spezzettato, con tante interruzioni comandate da una terna che a tratti ha fatto fatica a tenerlo in pugno. Finale senza particolari patemi (si rivede Guerra; Sperotto arretra sulla linea dei difensori). Al 38' ci prova Infantino (palla sul fondo), poi sarà la volta di Barbuti (conclusione debole) e di Zecca che dai 25 metri spara mancino costringendo Marcantognini alla deviazione a terra. Nei 5' di recupero non succede nulla di rilevante e la Fermana di Destro - forse oggi più che mai - riprende la strada maestra, tornando a correre verso i Play Off. Domenica al "B. Recchioni" arriva il non trascendentale Rimini: osare si può. Di più: si deve.  

 

IMG-20190303-WA0015

 

SETTORE GIOVANILE: I RISULTATI.

 

BERRETTI: Potenza - Fermana F.C. 3 a 1 (Mazzieri)

UNDER 17 NAZ.LE: Fermana F.C. - Paganese 0 a 1

 

UNDER 15 NAZ.LE: Fermana F.C. - Paganese 0 a 1

 

ALLIEVI REG.LI: Fermana F.C. - Centobuchi 3 a 1 (Germani, Torella e Del Rosso)

 

Letture:3033
Data pubblicazione : 02/03/2019 17:40
Scritto da : Redazione Sport
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications