Sport
Fermana F.C., il 4° sigillo di Lupoli vale tre punti: Rimini regolato di misura. Archiviato il discorso salvezza, si inizia a coltivare ufficialmente il sogno Play Off

Missione compiuta, Rimini battuto: bentornata vittoria interna! Archiviato il discorso salvezza, aperto ufficialmente il sogno Play Off. Ai canarini è bastato il 4° sigillo stagionale di Re Artù, decisivo dopo la solita gara contraddistinta da tanto ma tanto lavoro oscuro. Successo importantissimo, sia dal punto di vista della classifica che del morale. Vendicata la sconfitta subita nel girone di andata, da adesso in poi la squadra gialloblù - oggi apparsa decisamente superiore sia tecnicamente che tatticamente agli avversari - sarà chiamata a divertirsi: vuoi vedere che... SETTORE GIOVANILE: i risultati.

 

 

Fermana F.C., il 4° sigillo di Lupoli vale tre punti: Rimini regolato di misura. Archiviato il discorso salvezza, si inizia a coltivare ufficialmente il sogno Play Off

IL PRE GARA.

Per la gara con il Rimini (Stadio “B. Recchioni”, fischio d’inizio ore 16 e 30), Mister Destro ha convocato 23 giocatori. Tra gli abili ed arruolati torna il difensore Scrosta, che ha scontato la squalifica, mentre non saranno a disposizione gli infortunati Ginestra, Soprano, D'Angelo, Valentini e Cremona. Rimini con in porta l'ex Scotti, ma senza Kalombo e Simoncelli. "Vincere fa sempre bene – ha fatto notare Mister Destro - dà morale e fiducia. Fa anche capire che il calcio è strano perchè alle volte pur subendo meno non si è riusciti a vincere mentre altre, pur avendo subìto qualcosina in più, si è riusciti a portare a casa i tre punti. In questo momento per noi è importante fare risultato quindi dobbiamo affrontare ogni gara al massimo cercando di fare più punti possibili". Dunque, la Fermana che il tecnico gialloblu si aspetta è una Fermana: "con fiducia nei propri mezzi, più spensieratezza e l'atteggiamento giusto. A volte, inconsciamente, si ha meno tranquillità quando si affronta un periodo meno positivo dal punto di vista dei risultati, ora dobbiamo affrontare la partita nella maniera giusta". Quali sono i punti di forza del Rimini? "E' una squadra solida, abbottonata, compatta che concede poco per questo dobbiamo essere bravi a gestire le situazioni". Dal canto suo, il tecnico del Rimini, Marco Martini, mette tutti in guardia: “Normalmente adottano un tipo di gioco speculare al nostro e sono una squadra molto aggressiva, fisica e concreta. Sanno giocare al calcio e sono molto abili specie nelle verticalizzazioni, per questo anche domani dovremo fare grande attenzione. Ai ragazzi chiedo la determinazione e il coraggio di andarsi a giocare la partita”.

 

IMG-20190310-WA0006

 

DOMENICA 10/03/2019 - STADIO “B. RECCHIONI” (INIZIO ORE 16,30)

IL TABELLINO

 

FERMANA F.C. (4-3-1-2): Marcantognini; Misin, Comotto, Scrosta, Sarzi Puttini; Urbinati, Giandonato (25' st Fofana), Sperotto; Maurizi; Malcore (33' st Marozzi), Lupoli (25' st Van Der Heijden). A disposizione: Pavoni, Pettinari, Zerbo, Maloku, Guerra, Grieco, Nepi, Contaldo, Otranto. All. Destro.

 

RIMINI (3-5-2): Scotti, V. Nava, Venturini, Ferrani, Alimi, Guiebre (17' st Cicarevic), Petti (36' st Bandini), Buonaventura (17' st Volpe), Arlotti, Palma (26' st Candido), Montanari (26' st Variola). A disposizione G. Nava, Brighi, Piccioni, Marchetti. All. Martini.

 

Arbitro: Sig. Perenzoni di Rovereto  (Pacifico/Trinchieri)

Reti: 7' st Lupoli (FFC)

Ammoniti: Petti e Ferrani (R), Malcore (F)

Angoli: 2 a 5

Recuperi: pt 1'; st 4'

Note: pomeriggio soleggiato, temperatura primaverile. Presenti sugli spalti un centinaio di sostenitori ospiti.

 

LA CRONACA DEL PRIMO TEMPO.

Mister Destro si affida ai soliti, fidatissimi, giocatori ed al solito, collaudatissimo, schema di gioco. Come previsto alla vigilia, in luogo di Iotti (stagione conclusa?) agisce Misin, schierato basso a destra. Gara che si preannuncia godibile: la Fermana cerca i punti salvezza/play off; il Rimini, di contro, l'affermazione che la traghetterebbe fuori dalle paludi dei bassifondi di graduatoria. Avvio di marca ospite, con la formazione di Martini apparsa più brillante e reattiva soprattutto a centrocampo. I biancorossi aggrediscono subito e la Destro band incontra qualche difficoltà a manovrare, soffrendo inizialmente la personalità di un team ospite che dimostra di aver cercato, con maggior insistenza, la chiave di volta del match. La Fermana che noi conosciamo però, è squadra sempre sorniona. Così, dopo un filtrante di Buonaventura per Montanari (bravo Marcantognini a leggere bene una situazione che sarebbe potuta diventare molto pericolosa), al 12' Lupoli fa gridare al gol. Lo schema è sempre quello: calcio franco dalla tre quarti di Giandonato, palla sul secondo palo a cercare la sponda di uno dei corazzieri che nel frattempo sono saliti (Scrosta, nell'occasione). Riesce tutto alla perfezione, tranne la conclusione finale con Re Artù che non riesce ad imprimere potenza. Tecnicamente modesta, la contesa registra una Fermana che - considerato l'intasamento della zona nevralgica - cerca di sfruttare le fasce. 28', ci prova Misin dalla distanza (palla alta). Risponde Alimi alla mezz'ora (cuoio che sibila non lontano dal palo di destra della porta locale), prima che una mischia in area gialloblù si concluda con un fendente di Arlotti sul quale si immola Comotto. La prima frazione è tutta quà e l'impressione è che se i canarini vorranno venire a capo di questo match sicuramete alla loro portata, nel secondo tempo dovranno essere più veloci nei cambi di fronte e nel giro palla.  

 

LA CRONACA DEL SECONDO TEMPO.

Ripresa e la noia dei primi 45' lascia lo spazio ad un avvio a dir poco scoppiettante. Corre il 6' quando Scotti (ex della Fermana Calcio di battaglioniana memoria, eroe di un Play Out a Chieti con rigore parato che a conti fatti risultò decisivo per la salvezza dei canarini nell'allora C1) dapprima disinnesca una bordata di Misin e poi alza il muro sulla conclusione a botta sicura che Lupoli gli infrange sul corpo da non più di due metri. Dall'angolo che ne deriva però, arriva il gol che deciderà l'incontro. Lo realizza lo stesso Re Artù (che forse, in cuor suo, non si sarebbe mai perdonato il non aver capitalizzato l'occasionissima di qualche istante prima...), puntuale nell'imprimere il tap in vincente e conseguente ad un'altra respinta di Scotti (il colpo di testa era di Sperotto): 1 a 0. Nemmeno il tempo di riaccomodarsi sul seggiolino che il Rimini sfiora il pari. Nella stessa azione (7'), Palma e Buonaventura centreranno rispettivamente il palo e la traversa della porta difesa da un Marcantognini stavolta fortunato. Ma se sulla prima conclusione il clan biancorosso potrà reciminare nei confronti della buona sorte, sulla seconda l'ex Civitanovese dovrà recitare un sentitissimo mea culpa. Scampato il doppio pericolo, Mister Destro capisce tutto ed ordina ai suoi di abbassare i ritmi di gara. Da quel punto in poi, si giocherà poco. Il Rimini schiuma rabbia  e non si capacita per la doppia occasionissima, morta sui legni della porta gialloblù ed a Martini, per venire a capo di un match compromesso, non servirà nemmeno il massiccio intervento operato dalla panchina. Perchè la sua squadra salirà, ma non pungerà quasi mai: qualche mischia e poco altro. Sarà anzi ancora la Fermana a sfiorare il raddoppio. Dapprima con Sperotto (31', Scotti c'è), poi con Urbinati e Marozzi (in ambo i casi conclusioni murate dalla difesa romagnola) e per finire con Van Der Heijden che al 2' di recupero calibra male l'alzo della mira a tu per tu cion Scotti. Adesso dita incrociate e testa a queste ultime gare di regular season: c'è da conquistare la migliore posizione possibile per la disputa degli spareggi promozione di girone. Da evitare - assolutamete - i cali di tensione.

 

SETTORE GIOVANILE: I RISULTATI.

 

BERRETTI: Fermana F.C. - Casertana 3 a 3 (Liberal, Ogievba, Piattella)

UNDER 15 NAZ.LE: Sambenedettese - Fermana F.C. 1 a 2 (doppietta Tamburrini)

UNDER 17 NAZ.LE: Sambenedettese - Fermana F.C. 1 a 2 (doppietta Ogievba)

Letture:1318
Data pubblicazione : 09/03/2019 17:31
Scritto da : Redazione Sport
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications