Sport
Fermana F.C., a tu per tu con Urbinati: "Questa squadra ha un carattere d'acciaio". Intanto Giandonato, Sperotto e Soprano…tornano a scuola

Le 100 presenze in gialloblu probabilmente quattro anni fa il centrocampista Gianluca Urbinati non le avrebbe neanche immaginate. E' lui stesso a confermarlo ed a confidare che non le avrebbe mai immaginate in una cornice del genere. Trascinatore della Fermana dalla serie D al ritorno tra i professionisti in serie C, fino allo splendido Campionato di questa stagione in uno straordinario crescendo: è quello di cui si sta rendendo protagonista Urbinati. Nel frattempo, prosegue il tour nelle scuole.

Fermana F.C., a tu per tu con Urbinati:

"Sono cresciuto in maniera sbalorditiva dal punto di vista tecnico - ammette -  credo che sia frutto della disciplina che metto durante l'allenamento, voglia di migliorarsi ed essere protagonisti. Poi la domenica vengono fuori i frutti di quello che facciamo durante la settimana. Ho preso anche consapevolezza che era necessario fare un salto di qualità e un passo in più in avanti perché la serie C lo richiedeva, non bastava solo la fisicità che magari in serie D potrebbe essere sufficiente. Raggiungere le 100 presenze con questa maglia è una grande soddisfazione - ammette Urbinati - sia personale che a livello di gruppo. Sono sincero questa maglia mi responsabilizza e sono una persona a cui piace prendersi le proprie responsabilità, sono orgoglioso di farlo e lo faccio più che volentieri. Avere una grande responsabilità significa anche avere importanza". Ripercorre questi anni alla Fermana, dal punto di vista personale e di squadra, come se avesse ancora le immagini di ogni singolo momento davanti agli occhi: "Delle 100 presenze le più belle prestazioni sono state: quella col San Nicolò, in serie D, in cui prendemmo consapevolezza di poter vincere in Campionato; quest'anno a Pordenone in cui ho visto gli occhi della tigre in tutti noi e una forza di sacrificio indescrivibile. Poi personalmente non dimenticherò mai il gol con la Cremonese, in Tim Cup, il 2-0 che ribaltammo col Teramo vincendo 4-2, l'anno scorso. Ricordo, poi, che il mio esordio contro la Sambenedettese in casa personalmente non fu positivo, ma pareggiammo 3-3 al 90 con un eurogol di Cremona". Urbinati torna dunque al presente: "Vincere col minimo scarto dà grande soddisfazione perché ti fa sudare tanto quei tre punti, come se in quel momento fossero la cosa più importante della propria vita e conquistarli alla fine è straordinario. Con la salvezza ormai ci siamo, il prossimo obiettivo che tutti abbiamo in testa e per cui tutti daremo l'anima sono i play off: un obiettivo che conferma che ogni anno abbiamo alzato l'asticella e siamo migliorati. Questa Fermana ha un carattere d'acciaio. I meriti della miglior difesa vanno equamente distribuiti perché siamo una squadra che corre tanto e si sacrifica a 360 gradi". Concentratissimo sulla stagione in corso, Urbinati chiude ricordando la lunga trattativa dell'estate scorsa: "Il direttore ci vuole molto bene, ma in fase di trattativa non guarda in faccia a nessuno. Tutto poi si risolse per il meglio perchè alla base c'era l'interesse per la Fermana e per questa maglia e sono contento di essere rimasto".

 

Continua il tour nelle scuole: la Fermana F.C. alla “Don Dino Mancini” tra domande e curiosità

 

E’ stata una mattinata diversa, divertente e significativa quella trascorsa quest’oggi dalla Fermana con gli alunni della 1^, 4^ e 5^ della Scuola Primaria Don Dino Mancini, che ha ospitato i giocatori gialloblu Manuel Giandonato, Nicolò Sperotto e Marco Soprano, insieme alla responsabile della comunicazione Sara Santacchi. Presente anche l'assessore allo sport del Comune di Fermo, Alberto Maria Scarfini che ha confermato la preziosa collaborazione dell'amministrazione. Continua il tour nelle scuole della Fermana che sta portando avanti il progetto #FACCIAMOSQUADRA, iniziativa voluta per portare lo sport anche fuori dal campo affrontando tutti gli aspetti che interessano questo mondo: sacrificio, impegno, rispetto. Tante le domande dei piccoli studenti incuriositi nel vedere i propri beniamini per un giorno seduti tra i banchi di scuola insieme a loro. Al termine dell’incontro alunni e insegnanti sono stati invitati ad assistere alla partita Fermana-Vis Pesaro, in programma domenica 24 marzo. Foto e autografi hanno concluso la mattinata.

 

La_Fermana_alla_scuola_primaria_Don_Dino_Mancini

Letture:1717
Data pubblicazione : 14/03/2019 16:10
Scritto da : Redazione Sport
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications